C’è un’opzione “segreta” nella MIUI per avere gli aggiornamenti in anticipo

Da quando l'aggiornamento alla MIUI 12.5 ha iniziato ad essere rilasciato, sono tanti gli utenti Xiaomi che si chiedono quando sarà il loro turno. Vuoi per il grande numero di modelli in circolazione, vuoi per le differenti politiche di aggiornamento, non è facile prevedere quando si riceverà un aggiornamento. Senza contare che ci sono modelli che vengono aggiornati più spesso, altri che vengono lasciati alla loro sorte (pensiamo al povero Mi MIX 3 5G). Proprio per questo, scoprire che nella MIUI c'è un'apposita funzione che permette di ricevere gli aggiornamenti in anticipo è una notizia a dir poco gradita. Ma come prevedibile, il meccanismo dietro a questa feature è più complesso di come appare. E visto che in questi giorni abbiamo visto vari siti parlarne in maniera superficiale, ho deciso di scendere un po' più in profondità.

Xiaomi, MIUI e il mistero degli aggiornamenti in anticipo

Quando si parla di Xiaomi e MIUI, capire come funzionino tutte le dinamiche software che fanno parte del loro universo è complicato. Basti pensare alla quantità di ROM Xiaomi che circolano in rete, fra Beta cinesi, Beta occidentali, Stable Beta e Stable. Per non parlare delle Xiaomi.eu, ma lì si entra nel mondo delle custom ROM. Una gestione molto “variegata” e che spesso polarizza l'utenza: c'è a chi piacere avere così tante ROM fra cui scegliere e smanettare, c'è chi preferirebbe averne meno. Negli anni abbiamo notato che gli utenti Xiaomi sono quelli tendenzialmente più desiderosi di aggiornamenti. Non a caso, i nostri articoli che parlano di update MIUI sono fra i più letti in assoluto. Anche per questo abbiamo maturato una certa responsabilità quando trattiamo di argomenti del genere.

Detto questo, in questi giorni alcuni siti hanno parlato di una funzionalità “bonus” presente all'interno della MIUI. Ecco dove la si può trovare:

  • Vai in “Impostazioni/Info sistema” e clicca sul riquadro “Versione MIUI” in alto a sinistra
  • Clicca più volte sul logo MIUI per abilitare le funzionalità di aggiornamento aggiuntive
  • Clicca sui 3 pallini in alto a destra e seleziona “Impostazioni aggiornamento
  • Abilita il toggle “Ricevi gli aggiornamenti in anticipo

Peccato che attivare questa voce non ci fornisce alcuna informazione aggiuntiva sul suo funzionamento. Quello che viene da pensare è che, una volta attivata, gli aggiornamenti MIUI arrivino prima del normale, no? Proprio per questa curiosità, l'ho attivata diversi mesi fa sul mio Xiaomi Mi 10T Pro, ma il risultato non è stato quello sperato. Tenendo traccia con cadenza quotidiana di tutti gli aggiornamenti MIUI pubblicati da Xiaomi, ho notato che gli aggiornamenti arrivano con la stessa cadenza con cui vengono rilasciati. Ciò significa che ho ricevuto gli aggiornamenti negli stessi giorni in cui questi vengono rilasciati e non prima. E direi che è una dinamica normale, perché ricevere un aggiornamento Stable prima che venga rilasciato significherebbe ricevere un aggiornamento non Stable.

Qualcuno potrebbe pensare che attivare questa opzione significhi ricevere le ROM Stable Beta prima del loro rilascio Stable, ma non è così. Ricevere l'aggiornamento OTA della Stable Beta richiede che sullo smartphone sia stato eseguito l'accesso con un account Xiaomi che fa parte del gruppo ufficiale dei beta tester Mi Pilot.

Ricevi gli aggiornamenti in anticipo“: ma funziona veramente?

A questo punto, ho deciso di indagare più a fondo per capire l'effettivo funzionamento della voce “Ricevi gli aggiornamenti in anticipo“. Un primo indizio sulla sua scarsa utilità lo troviamo sul forum Xiaomi, dove uno dei vari sondaggi mostra che la metà di chi l'ha attivata non ha ricevuto alcun aggiornamento in anticipo. L'altra metà, però, testimonia di averne ricevuti in anticipo: qual è la verità, quindi? Premetto che una verità assoluta non è possibile stilarla, ma le ipotesi sono due. La prima, quella più nichilista, è che chi afferma di aver ricevuto aggiornamenti in anticipo abbia subito il cosiddetto effetto placebo. Sapendo di aver attivato questa voce, potrebbero aver avuto una percezione falsata sull'effettiva tempistica di un aggiornamento che magari sarebbe arrivato nello stesso momento anche senza averla attivata.

La seconda opzione, quella più ottimista, è che l'aggiornamento sia effettivamente arrivato prima a loro che ad altri. E questo si spiegherebbe considerata la dinamica che vede gli aggiornamenti MIUI diffondersi spesso a macchia di leopardo. È un fattore che riguarda anche altri produttori Android oltre a Xiaomi: può capitare, quindi, che in Italia lo stesso aggiornamento arrivi ad un possessore di Xiaomi Mi 10 un giorno mentre ad un altro possessore sempre di Mi 10 arrivi giorni dopo.

Per capirne qualcosa di più, ho provato a chiedere personalmente ad alcuni insider MIUI e le risposte che ho ricevuto sono state discordanti. C'è chi afferma che ci sia un beneficio minimo, non calcolabile e quasi randomico. Ma c'è anche chi afferma che la feature sia pensata unicamente per i Mi Pilot, ovvero coloro che fanno parte del programma di Beta Testing. Alla luce di tutto ciò, ciò che posso sinceramente dirvi è: attivate pure questa voce, male che vada non cambierà nulla, ma non aspettatevi miracoli.

⭐️ Scopri il nuovo Volantino Settimanale di GizChina con offerte e coupon esclusivi sempre diversi.
Honor