Xiaomi Mi Pad 5 non arriverà a maggio (ma potrebbe non essere lontano)

xiaomi mi pad 5

Era il 2018 quando recensivamo Mi Pad 4, ma da allora non si è mai più parlato realisticamente di un possibile Xiaomi Mi Pad 5. Non tanto per demeriti dell'azienda in sé, quanto per un impoverimento del mercato tablet in ambito Android. L'OS di Google non si è rivelato all'altezza della controparte Apple, con iPad che ha praticamente cannibalizzato le vendite. Nel corso del 2020 si è tornati a parlare di un presunto tablet Xiaomi, seppur sotto il marchio Redmi. Nei primi mesi del 2021 però, si è tornato a parlare insistentemente del Mi Pad 5, con concept render, presunte specifiche e addirittura presunti prezzi.

Aggiornamento 08/05: Mi Pad 5 non sarà presentato a maggio e la smentita arriva da uno dei dirigenti di Xiaomi. Trovate tutte le novità direttamente a fine articolo, nella sezione dedicata alle indiscrezioni sulla “Data d'uscita”.

Xiaomi Mi Pad 5: tutto ciò che sappiamo ad oggi

Design e display

xiaomi mi pad 5 design 2

Ad aver riacceso inizialmente la fiamma sull'esistenza di uno Xiaomi Mi Pad 5 (o qualsiasi nome verrà adottato) è stato lo stesso Li Chuangqi, senior product director di Xiaomi. L'azienda non ha totalmente abbandonato l'idea di produrre un tablet, anche se ad oggi è ancora prematuro parlare di un successore di Mi Pad 4. Questo anche perché il brand guarda soprattutto ai pieghevoli, ma nulla pare perduto e qualcuno ha iniziato a “fantasticare” in merito.

Alla luce di tutto ciò infatti, è stato realizzato un video di Xiaomi Mi Pad 5 allo stesso tempo realistico ma anche poco probabile. Il concept artist che l'ha realizzato ha pensato ad uno schermo forato ed una tripla fotocamera in stile iPhone. Tutte caratteristiche verosimili, ma il punto è sempre il solito: comprereste mai un dispositivo del genere?

Dopo le prime ipotesi, i mesi in cui si è discusso se si farà o meno, ma soprattutto dopo l'uscita degli smartphone flagship come Xiaomi Mi 11 e Redmi K40, un utente ha realizzato un render di quello che potrebbe essere il Mi Pad 5, che stavolta somiglia proprio al Mi 11 ed al trend imposto dalla compagnia per i propri dispositivi mobili. Tutto questo hype in merito ad un prodotto così osteggiato dagli eventi fa capire come ci sia forte necessità di avere un tablet Android che possa davvero soddisfare le esigenze degli utenti e che non faccia la fine che hanno fatto i Mi Pad precedenti di cui vi raccontiamo in questo focus.

xiaomi mi pad 5 specifiche tecniche prezzo uscita design 10/4

I dubbi in merito all'arrivo di un nuovo Mi Pad 5 sono sempre meno, visto che in Cina in queste ore è arrivata la prima, vera certificazione in merito al tablet di Xiaomi, che porta il nome in codice K81C, a cui sono seguite varie specifiche tecniche ed un render, che continua ad ispirarsi alla gamma Mi 11.

Per quanto riguarda le specifiche finora in merito al display, potrebbe essere un'unità da 10.95″ con risoluzione 2K (forse 3200 x 1200 pixel) con tecnologia LCD, refresh rate da 144 Hz e campionamento del tocco da 480 Hz. Altre indiscrezioni, leggermente più ponderate, parlano di un pannello IPS con refresh rate 120 Hz, luminosità fino a 410 nit e una risoluzione di 2560 x 1600 pixel (con rapporto in 16:10).

Hardware e software

Capitolo hardware complesso da decifrare, perché anche qui le notizie sono molto discordanti però si è provato a fare chiarezza. Anzitutto, la notizia più interessante potrebbe essere l'adozione del pennino incorporato che lo proietterebbe in una dimensione ideale per il lavoro dei creator. A dare però una botta di vita al tutto è stato lo stesso profilo Weibo di Xiaomi Group che ha dichiarato che si sta lavorando in merito. Scavando nel codice della MIUI sono emersi altri dettagli: oltre al supporto allo stilo sembra che il futuro Xiaomi Mi Pad 5 potrà supportare anche tastiere esterne e molto probabilmente sarà la stessa casa cinese a lanciare una soluzione dedicata.

In merito alle specifiche, si parla di una soluzione Snapdragon 8xx, forse dello Snapdragon 870, con 8/12/16 GB di RAM LPDDR5 e storage UFS 3.1 fino ad 1 TB. L'immagine in alto racchiude le indiscrezioni più papabili: si parla dei modelli K81 e K81A, nome in codice ENUMA ed ELISH. Dovrebbe trattarsi di Xiaomi Mi Pad 5 e Mi Pad 5 Pro, mossi dallo Snapdragon 870. Questi sarebbero accompagnati anche da un modello con Snapdragon 860, che fa pensare alla presenza di un possibile Mi Pad 5 Lite (K82, NABU).

Inizialmente si parlava di una batteria da ben 12.400 mAh, ma successivamente alcune novità provenienti dal codice della MIUI hanno aggiustato il tiro a 8.720 mAh. Le cose si sono fatte ancora più precise grazie alla certificazione dell'ente 3C: il documento riporta la presenza di una batteria a doppia cella da 4.260 mAh, quindi un'unità da 8.520 mAh. Purtroppo non sono emersi altri dettagli.

In termini di ricarica si vocifera del supporto ai 50W, ma aspettiamo indiscrezioni più affidabili. Non mancherebbe poi il supporto a 5G, Wi-Fi 6 e Bluetooth 5.2, mentre il sensore d'impronta digitale sarebbe laterale.

xiaomi mi mix fold

Oltre all'hardware, sarà molto importante valutare i lavori effettuati lato software. E dopo aver scoperto com'è fatto Mi MIX Fold, c'è chi ipotizza che a bordo del tablet lo ritroveremo in parte. Si fa riferimento ad una versione in stile PC della MIUI, pensata per schermi più ampi degli smartphone, ed è molto probabile che si tratti della modalità Desktop introdotta sul pieghevole.

Nel frattempo, smanettando con varie app di sistema della MIUI 12.5, il team di XDA ha scovato novità interessanti. Per prima cosa, anche in questo caso abbiamo vari riferimenti a tre tablet, con il nome in codice NABU, EMUMA ed ELISH. I tre modelli sono sempre accompagnati dalla stringa “isPad” mentre varie app della MIUI mostrano funzionalità nascoste dedicate ai tablet. E infatti, scavando, ecco che sono emersi dettagli sulle gesture e sull'interfaccia che dovrebbero avere i nuovi terminali.

Fotocamera

Per il lato fotocamera, il leak emerso dal social cinese riporta un doppio sensore principale da 20 MP Sony IMX586 ed uno grandangolare da 13 MP. La chicca sarebbe lo Zoom ottico a 5X e quello elettronico da 30X, anche se questa tecnologia, per un tablet, potrebbe risultare superflua. Nessuna menzione invece per la selfie camera. Al contrario, il fantomatico Xiaomi Mi Pad 5 Lite avrebbe un comparto fotografico minore, dotato di una singola fotocamera da 12 MP.

Xiaomi Mi Pad 5 – Prezzo e data di uscita

xiaomi mi pad 5

La data di presentazione dello Xiaomi Mi Pad 5 è ancora avvolta nel mistero. Inizialmente si parlava di un lancio a maggio ma questa voce è stata smentita da Wang Teng Thomas, Product Director del brand. Il dirigente, rispondendo ad alcuni utenti su Weibo, ha specificato che il nuovo tablet di Xiaomi non arriverà a maggio ma che vedrà la luce durante la seconda metà dell'anno.

Ciò farebbe pensare ad un debutto lontano, eppure potrebbe non essere così: ricordiamo che i precedenti Mi Pad 4 e Mi Pad 4 Plus sono stati lanciati rispettivamente a giugno e agosto 2018. Che il lancio di Xiaomi Mi Pad 5 sia previsto proprio nei mesi estivi? Come al solito, restiamo in attesa di indiscrezioni o di conferme.

Per il prezzo, dal lungo leak su Weibo di Tech Man, abbiamo notizia delle presunte configurazioni, che vi riportiamo di seguito:

  • 8/128 GB 510€ (3999 yuan)
  • 8/256 GB 549€ (4299 yuan)
  • 12/512 GB 638€ (4999 yuan)
  • 16/1 TB 702€ (5499 yuan)

Insomma, sebbene tutto oscilli tra il confermato ed il leak ipotetico, scopriremo tra pochi giorni se Xiaomi ci farà dono di un nuovo tablet dopo anni di stop o se questo verrà invece sostituito dal pieghevole.

⭐️ Segui e supporta GizChina su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti .

Lydsto