Redmi K40 Game: dal teardown la struttura dei trigger

redmi k40 game edition teardown

Entrato da subito nelle grazie degli utenti cinesi, il primo smartphone da gaming di Redmi è già soggetto a particolare attenzione. E questo lo dimostra anche il primo teardown, dove possiamo finalmente conoscere le componenti singole del nuovo Redmi K40 Game Enhanced Edition, ma soprattutto dei suoi trigger laterali.

Redmi K40 Game Edition: ecco cosa ci mostra il teardown ufficiale

Ad analizzare il nuovo Redmi si parte dal materiale utilizzato per la dissipazione del calore, cioè nitruro di boro esagonale, posto nella scocca inferiore vicino alla scheda madre. Il modulo NFC è posto in alto, non distante dalla fotocamera, così come il trasmettitore ad infrarossi. Rimosso il bumper fotografico, è possibile vedere i sensori che compongono il comparto, con quello principale dove si può vedere il nuovo tipo di lenti utilizzate.

Passando ai “motori” del Redmi K40 Game, da questo teardown possiamo rilevare i banchi di memoria LPDDR4x e UFS 3.1 per lo storage, mentre il SoC Dimensity 1200 non è rilevabile in quanto è posto proprio sotto il modulo memorie. Possiamo vedere inoltre l'area in cui agisce la camera di vapore, a cui è annessa anche la pasta termina al fine di dissipare meglio il calore durante le sessioni di gioco. La batteria, modulo BM56, è prodotta dalla Dongguan New Energy, con capacità nominale da 4.965 mAh (totale 5.065 mAh) e ricarica rapida da 67W.

La parte interessante del teardown però arriva al momento di conoscere i trigger da gioco del Redmi K40 Game Enhanced Edition. Infatti, possiamo vederne la struttura meccanica che utilizza i magneti per richiamare i pulsanti quando non in uso in base allo scatto dello switch. Insomma, questo smartphone sembra proprio fatto bene.

⭐️ Segui e supporta GizChina su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti .
Lydsto