Recensione XGIMI Halo: proiettore portatile Android TV luminoso e PERFETTO per il gaming

Nonostante non ne abbia mai parlato molto, sono molti i proiettori che ho testato in questi anni e, devo essere sincero, tra i modelli che ho avuto la fortuna di provare ce ne sono stati pochi che mi hanno davvero convinto. Perché, soprattutto nel mondo della videoproiezione, è difficile riuscire a trovare il giusto compromesso tra prestazioni, prezzo, portabilità e – soprattutto – dinamicità: i migliori proiettori sono molto grandi e sono venduti a prezzi non adatti alle mie tasche, mentre i proiettori portatili generalmente sono molto limitati, sia in termini di qualità video che in termini di funzionalità.

E poi è da qualche tempo è arrivata XGIMI, un'azienda che da anni ormai produce proprio questa tipologia di dispositivi, ma che ha avuto la brillante idea di utilizzate AndroidTV come sistema operativo, aprendo ai propri proiettori un mondo infinito di possibilità.

Ed è proprio questa la vera arma segreta dello XGIMI Halo, un proiettore portatile tra i più luminosi del mercato, che con l'integrazione di AndroidTV può essere utilizzato per una miriade di cose. E ok, è realizzato molto bene, ha caratteristiche tecniche di rilievo ed è venduto ad un prezzo non eccessivo, ma è proprio il sistema operativo di Google che (a parer mio) gli da quella marcia in più che permetterà a chi lo acquista di utilizzarlo in mille modalità. E vi faccio un esempio stupido ma significativo, con il XGIMI Halo posso giocare a Ps5 in remoto.

Il che vuol dire che, qualora volessi giocarci in giardino, non dovrei connettere la console alla porta HDMI, ma potrei sfruttare l'app per Android TV e giocarci totalmente wireless (connettendo il DualSense tramite bluetooth). Insomma, di cose sfiziose da poterci fare ce ne sono tante.

Recensione XGIMI Halo: proiettore portatile AndroidTV, super luminoso e dalle mille risorse

Design e materiali

L'XGIMI Halo è un proiettore portatile molto distante dalla media dei proiettori cinesi. E lo è non solo in quanto a funzionalità, ma soprattutto per il suo design ed i materiali utilizzati. Le forme sono molto eleganti e già dal primo approccio ci si rende conto che si tratta di un prodotto di qualità, caratterizzato da un processo produttivo di fascia alta e materiali di ottima fattura. È poi un prodotto molto compatto, con dimensioni pari a 113,5 x 145 x 171,5 mm, l'XGIMI Halo è poco più grande del primo Google Home, nonostante integri anche una batteria per poter essere utilizzato totalmente wireless.

Pesa 1.6 Kg, può essere facilmente posizionato su un qualsiasi treppiedi, e nella parte posteriore dispone di un'ingresso HDMI, una porta USB 2.0, l'uscita per le cuffie oltre che, chiaramente, il tasto di accensione. e l'ingresso per l'alimentatore. Nella base inferiore è anche presente un supporto con il quale si potrà inclinare leggermente il proiettore, qualora fosse appoggiato su un piano orizzontale, ma personalmente non l'ho mai utilizzato.

Ma se l'XGIMI Halo può far vanto di un bel design ed un ottimo processo costruttivo, non si può dire lo stesso del telecomando: è realizzato con una plastica molto leggera, i tasti sono di qualità media e, senza troppi giri di parole, non è in grado di reggere il confronto qualitativo con il proiettore. Fortunatamente però, ha anche dei lati positivi: si connette all'XGIMI Halo tramite Bluetooth e permette la regolazione manuale della messa a fuoco tramite un selettore che ne permetterà la modifica utilizzando i tasti del volume. Peccato però che viene consegnato senza batterie in confezione.

Caratteristiche tecniche – XGIMI Halo

Partiamo subito con un presupposto: chiunque abbia avuto a che fare con proiettori fissi, difficilmente rimarrà stupito dagli 800 ANSI Lumen di picco dell'XGIMI Halo. La realtà dei fatti però, è che si tratta di una luminosità molto alta per questa tipologia di proiettore: la stragrande maggioranza dei proiettori portatili difficilmente riesce ad arrivare a 600 ANSI Lumen, e gli 800 dell'XGIMI Halo lo rendono molto più funzionale anche per proiezioni all'aperto o in ambienti non necessariamente bui.

L'immagine è generata da un sistema DLP con una matrice da 0.33” ed una risoluzione di proiezione massima FullHD (ma, tranquilli, dato l'hardware del prodotto si potranno proiettare anche video e contenuti in 4K), la lampada dovrebbe garantire 30.000 ore di utilizzo e la dimensione massima di proiezione è di 300”.

E sì, prima che ve lo chiediate, con il XGIMI Halo si può giocare senza alcun problema. Lo si può fare sostanzialmente per due motivi ben precisi: il tempo di latenza, che è molto ridotto, e la natura stessa del sistema di proiezione. L'XGIMI Halo utilizza un sistema digitale di elaborazione della luce, ed è una tecnologia in grado di gestire il motion blur decisamente meglio rispetto ai sistemi basati su LCD o cristalli liquidi di silicio (LCoS).

Ottimo il sistema audio, affidato a due speaker da 5w realizzati in collaborazione con Harman/Kardon, un po' meno l'autonomia della batteria che, sarò schietto, alla luminosità massima non garantisce un'autonomia tale da godersi un film senza il rischio di rimanere a metà per via della batteria ko. L'azienda garantisce dalle 2 alle 4 ore di autonomia, ma personalmente non sono mai riuscito a raggiungere queste performance.

È dotato di un sistema di autofocus a 10.000 punti, che ho trovato eccezionale: ad ogni spostamento, grazie ai sensori di movimento integrati, l'XGIMI Halo metterà nuovamente a fuoco l'immagine proiettando un logo sul telo o la parete verso il quale è puntato, con un risultato molto preciso e decisamente veloce. E se si somma questo sistema di messa a fuoco, con la presenza di un buon correttore digitale della geometria dell'immagine (in grado di lavorare a ±40°) si arriva alla conclusione che l'XGIMI Halo è uno di quei proiettori tuttofare, pensati per essere utilizzati anche in movimento.

Ma non finisce qui, perché data la presenza di AndroidTV, l'XGIMI Halo è dotato anche di un processore Amlogic T950X2, affiancato da 2 GB di Ram e da 16 GB di memoria: caratteristiche tecniche non di spicco, ma in grado di gestire senza problemi il sistema operativo di Google, compresi i giochi e le app che si possono installare dal Play Store, ma di questo ne parliamo a breve.

Ecco le caratteristiche tecniche complete dell'XGIMI Halo:

  • Risoluzione: 1080p
  • Dimensioni dello schermo: fino a 300 pollici
  • Luminosità: 600-800 ANSI lumen
  • Frequenza di aggiornamento: 60Hz
  • Connettività: HDMI (supporta 1.4 e 2.0), Bluetooth (4.5 e 5.0), jack audio da 33 mm, porta USB 2.0
  • Supporto Wi-Fi: doppia banda (2,4 GHz / 5 GHz) 802.11A / B / G / N
  • Suono: 2 altoparlanti da 5 W di Harman / Kardon
  • Durata della batteria: fino a 4 ore (in base all'utilizzo) 
  • Sistema operativo: Google Android TV 9.0

Qualità video

La prima cosa da tenere a mente quando si utilizza un proiettore portatile è che è meglio evitare di proiettare le immagini sulle pareti, anche quelle bianche. Perché certo, il risultato è (quasi) godibile, ma data la natura di questi dispositivi, è sempre meglio dotarsi di un buon telo di proiezione: i proiettori portatili non sono luminosi come quelli “fissi”, ed anche utilizzare un lenzuolo bianco potrebbe avere note negative.

Il mio consiglio è quello di utilizzare sempre un buon telo di proiezione che non “assorba” la luce ed in grado di riflettere al massimo l'immagine e ok, un telo in fibra di vetro forse potrebbe essere eccessivo, ma in rete è possibile trovare alternative molto economiche: nel mio caso, utilizzo un telo di proiezione avvolgibile di BlitzWokf, grande 100 pollici e di buona qualità.

Ad ogni modo, la qualità video dello XGIMI Halo è sorprendentemente buon se paragonata alle sue dimensioni compatte. Certo, non è paragonabile a quella di modelli più grandi, più risoluti e più luminosi, ma tra i proiettori portatili l'XGIMI Halo si piazza sicuramente nella mia top 3.

Guardando in modo ravvicinato l'immagine, si noterà una sorta di layer sulla proiezione, ma è un fattore decisamente poco incisivo che a pochi metri di distanza diventa praticamente invisibile. Ed anche se non si tratta di un proiettore 4K (ma che è comunque in grado di riprodurre video in UltraHD), la qualità FullHD è decisamente buona, anche grazie a delle ottime impostazioni di fabbrica che, all'occorrenza, possono essere bilanciate tramite una sezione ben precisa di Android TV nella quale, tra le altre cose, si potrà modificare anche la correzione geometrica che però, ricordiamolo, è solo digitale.

Android TV – XGIMI Halo

XGIMI Halo è un proiettore portatile Android TV, in soldoni è un proiettore smart. Il che vuol dire che non è un semplice proiettore, ma dispone del Play Store e permette l'installazione di praticamente tutte le applicazioni disponibili per gli smartphone di Google (alcune delle quali andranno installate tramite sideload). E se avete avuto modo di leggere una delle mie recensioni delle TV animate dall'OS di Mountain View, saprete quanto io lo apprezzi.

La realtà dei fatti è che Android TV, se sfruttato con cognizione di causa, apre ai dispositivi un mondo di possibilità. Basti pensare alla possibilità di installare app come Plex, XBMC (con tutti i suoi plugin), i giochi Android e le app di streaming. Anche se, e questo dobbiamo dirlo, è proprio qui che arriva forse l'unico controsenso dello XGIMI Halo: il proiettore, ad oggi, non dispone della certificazione per Netlix, il che vuol dire che non si potrà utilizzare in maniera diretta. L'azienda ci ha assicurato di essere in attesa del rilascio della certificazione, che sarà integrata con un aggiornamento software, ma per ora qualora si volesse utilizzare Netflix sull'XGIMI Halo bisognerà utilizzare metodi alternativi. Ad ogni modo, Disney+, Amazon Prime Video e tutte le altre, funzionano senza problemi.

Non dimentichiamoci che Android TV integra anche un Chromecast e che è possibile installare un'app per la compatibilità ad AirPlay con i quali, in soldoni, si potrà proiettare tutto ciò che viene visualizzato sul proprio smartphone o tablet. E proprio perché è Android, sull'XGIMI Halo si potranno utilizzare praticamente tutti i servizi di Cloud Gaming: GeForce Non funziona una meraviglia, xCloud di Xbox (o meglio, Game Streaming) va una bomba, e tramite un'app disponibile nel Play Store si potrà giocare anche in remoto alla PS5, con praticamente zero lag e in FullHD.

Insomma, al costo di essere ripetitivo, le potenzialità di Android TV sono veramente tante, ed il fatto di poterle sfruttare su un proiettore portatile (che, tra le altre cose, garantisce anche ottime prestazioni), è veramente una cosa comodissima.

Prezzo e considerazioni

Il prezzo di vendita dello XGIMI Halo è di 799,00 euro su Amazon, ma tramite il box che trovate in basso potrete accedere (per un periodo di tempo limitato) ad un coupon con 80 euro di sconto: e 719 euro sono una cifra più che adeguata per un prodotto del genere, ma fate attenzione ad attivare la spunta alla voce “Coupon” nella pagina d'acquisto di Amazon.

Certo, è uno di quei proiettori che si discosta molto dai 2000 e passa lumen dei prodotti non portatili, ma le sue caratteristiche lo rendono tra i migliori (se non il migliore) della categoria. A parte la mancanza di Netflix, mi sono innamorato di questo prodotto, che è perfetto per le mie necessità, ossia per utilizzarlo in movimento, magari in giardino, e non come TV principale.

Se valutata in base alle dimensioni del prodotto, la qualità dell'immagine è eccellente ed è di gran lunga superiore alla stragrande maggioranza dei competitor. Se poi ci si mette l'autofocus veloce e preciso, ed un audio di ottima qualità, ed una rumorosità inferiore ai 30 decibel, è quasi impossibile non innamorarsene.

Vero è però, che quelli dell'azienda avrebbero potuto pensare ad inserire in confezione un copri lente e una borsa per il trasporto: la loro assenza, rende più “pericoloso” portare con sé il XGIMI Halo, se non con le dovute precauzioni.


N.B. Se non doveste visualizzare il box con codice o il link all'acquisto, vi consigliamo di disabilitare l'AdBlock.

⭐️ Segui e supporta GizChina su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti .
Lydsto