Recensione OPPO A94 5G: si punta in alto, ma costa meno di 400 €

oppo a94 5g

Da quando il mercato degli smartphone ha accolto la categoria dei medi di gamma c'è stato un vero e proprio boom di questi prodotti. Ormai, dunque, quasi ogni brand ha lanciato almeno un dispositivo appartenente a tale fascia di prezzo, con l'intento di conquistare una piccola fetta di mercato. Ovviamente, però, non è facile farsi strada a causa della presenza di tantissimi telefoni differenti che, spesso, presentano caratteristiche simili l'uno con l'altro. Come ci si può distinguere, dunque, dalla massa? Non è facile trovare una risposta a questo quesito, ma è proprio quello che ha voluto fare OPPO con il nuovo OPPO A94 5G, presentato poche settimane fa qui in Italia. Con questa serie il brand cinese punta davvero in alto, cercando di proporre al pubblico dispositivi dotati di un buon rapporto qualità-prezzo. Abbiamo avuto fin da subito, quindi, grosse aspettative per questo nuovo device, caratterizzato dalla presenza di un SoC MediaTek 5G, di una quad-camera posteriore e, ovviamente, dalla ColorOS. Andiamo a scoprirlo meglio insieme, all'interno di questa recensione completa.

Recensione OPPO A94 5G

Unboxing

Come spesso capita, l'azienda con la serie A si sbizzarrisce sempre a livello di packaging. Qui, dunque, troviamo un colore azzurro pastello sulla parte frontale, dove viene riportato solo il nome dell'azienda ed il modello dello smartphone contenuto all'interno della scatola. Non c'è alcuna immagine che ritrae il telefono in tutta la sua interezza. All'interno della confezione di vendita, quindi, troviamo:

  • OPPO A94 5G;
  • cavo USB/USB Type-C per la ricarica ed il trasferimento dei dati;
  • alimentatore da parete, con ricarica VOOC a 30W;
  • cover morbida trasparente in TPU;
  • pellicola in plastica preapplicata sul vetro frontale;
  • breve manuale delle istruzioni, anche in lingua italiana;
  • manuale utente.

Design & Materiali

Voglio sbilanciarmi annunciando ufficialmente come questo A94 5G sia uno dei device più belli tra i medi di gamma attualmente presenti sul mercato. Devo dire, però, che questa considerazione nasce da una serie di diversi fattori: da una parte, infatti, abbiamo un design piuttosto classico ed una colorazione, nel nostro caso la Cosmo Blue, che è davvero stupenda, mentre dall'altra parte troviamo un prodotto sottile e maneggevole, che mostra un peso di soli 173 grammi. Dando un'occhiata alle specifiche tecniche, poi, notiamo anche uno spessore di appena 7,8 mm (160,1 x 73,4 x 7,8 mm) che, tutto sommato, lo rendono ancora più piacevole da utilizzare nel quotidiano. Al di là di questi aspetti, però, la scocca è realizzata in plastica così come anche il frame laterale, sebbene sembri quasi essere alluminio. Da notare, però, come anche su tale superficie vengano riprese le sfumature presenti sul retro, un particolare che indica proprio la cura che l'azienda ha riposto nella realizzazione di questo dispositivo.

oppo a94 5g

Ovviamente non possono mancare alcune delle componenti principali di un prodotto del genere, come il tasto di accensione/spegnimento posto sul frame destro, così come i tasti del bilanciere del volume sul lato sinistro. Qui, inoltre, trova sede anche lo slot SIM in grado di contenere contemporaneamente ben due nano SIM 5G ed una microSD. Vediamo, poi, come in basso ci sia il jack audio da 3,5mm, il microfono principale, l'ingresso USB Type-C e lo speaker di sistema. Altro non c'è, se non il microfono per la soppressione dei rumori ambientali posto in alto e la sottile capsula auricolare incastonata tra il vetro frontale ed il frame in plastica.

Veniamo ora alle considerazioni più importanti su questo prodotto, ovvero quelle inerenti la maneggevolezza. Devo ammettere, infatti, che questo smartphone è piuttosto scivoloso ed il fatto che sia anche parecchio sottile non gioca a suo favore. Resta, però, un prodotto facilmente trasportabile e che non ingombra più di tanto nell'utilizzo quotidiano. Apprezzo molto la qualità costruttiva impiegata per realizzare tale dispositivo, in tutte le sue parti, anche nel modulo fotografico posteriore che sporge di un buon millimetro rispetto al profilo del device. Vedremo tra poco, però, come si comporta sotto quest'ultimo aspetto.

Sistemi di Sblocco

Andando un po' più nello specifico troviamo ben due sistemi di sblocco principali, ovvero il sensore biometrico posto sotto il display ed il riconoscimento facciale tramite la selfie camera.

Con lo sblocco tramite impronta si riesce ad ottenere una precisione quasi del 100%, con una buona rapidità in quasi ogni condizione. Devo dire, infatti, che questo metodo è piuttosto efficace e veloce. Tanto buono da non far rimpiangere la mancanza di un sensore posto a lato, integrato direttamente nel tasto di accensione/spegnimento, come quelli inseriti su tanti altri device concorrenti. Non è un fulmine, insomma, ma è più che soddisfacente. Sconsiglio, poi, l'utilizzo del riconoscimento del volto in 2D, tramite la fotocamera frontale, perché non è sicuro e davvero poco preciso. Quando c'è poca luce, infatti, il sensore fatica a capire quale sia effettivamente la nostra fisionomia.

Display

Questo OPPO A94 5G è stato dotato di un display Super AMOLED da 6,4″ con risoluzione Full HD+ (2.400 x 1.080 pixel) dotato di un refresh rate di 60Hz, un form factor in 20:9 ed uno screen-to-body-ratio pari al 90,8%. Non manca, inoltre, un piccolo foro posizionato sulla sinistra, che presenta un diametro di soli 3,7 mm.

oppo a94 5g

Dandogli un'occhiata più da vicino devo ammettere che non mi sarei aspettato di trovare una qualità simile. Questo smartphone, però, è riuscito a sorprendermi da questo punto di vista, proponendo un display con colori vividi e non troppo saturi, che cercano di restare quanto più possibile fedeli alla realtà. Trattandosi di un pannello non IPS, poi, i bianchi non tendono al blu o al giallino ed i neri sono assoluti, senza alcuna sbavatura. Si tratta di un telefono, quindi, che anche su Netflix o Amazon Prime Video può regalare belle soddisfazioni, anche grazie alla certificazione Widevine di tipo L1.

Da quando l'ho ricevuto ho sempre utilizzato questo telefono senza alcuna pellicola protettiva e, ancora oggi, le impronte non rimangono impresse sullo schermo tanto facilmente. Questo è un chiaro segno della bontà del trattamento oleofobico che, almeno per questa volta, è stato applicato nella giusta maniera. Diventa, quindi, tutto più semplice anche in esterna sotto la luce diretta del sole, dove il sensore di luminosità automatico piuttosto preciso contribuisce a rendere l'esperienza d'uso molto più confortevole. Ottima, poi, la resa del pannello touchscreen anche nelle fasi di scrittura più concitate, così come la vibrazione che per quanto mi riguarda è abbastanza precisa e puntuale.

Hardware & Prestazioni

A bordo di questo smartphone trova spazio un SoC MediaTek Dimensity 800U, dunque una CPU octa-core a 7 nm che presenta una configurazione come quella seguente: 2 x 2,4 GHz Cortex-A75 + 6 x 2,0 GHz Cortex-A55. Ad accompagnare tale componente troviamo, poi, una GPU ARM Mali-G57 MC3, 8 GB di RAM LPDDR4X e 128 GB di memoria UFS 2.1, che prevede anche il supporto all'espansione tramite microSD fino a 256 GB.

Non è la prima volta che mi capita di provare uno smartphone dotato di tale SoC, ma devo dire che qui le prestazioni forse sono migliori rispetto a quelle registrate sugli altri device. Ogni volta che si apre un'applicazione si ha la certezza di assistere ad un caricamento molto breve, talvolta quasi inesistente. Credo, dunque, che la RAM in questo caso faccia un lavoro eccezionale e mantenga traccia di tutti i nostri movimenti all'interno del software, mantenendo ugualmente in memoria le app utilizzate più di recente. Anche se noi liberiamo questa memoria flash tramite il multitasking, suppongo che in realtà il sistema ne continui a tenere traccia per diverso tempo. Anche se in parte la batteria ne risente, questo permette di avere tra le mani un device più scattante e sempre pronto all'uso. Non ho riscontrato problemi, quindi, nella navigazione su Instagram, Facebook, Chrome, Whatsapp, Telegram, YouTube e tanto altro.

Dico spesso che le differenze maggiori a volte si avvertono proprio in fase di gaming. Qui ho sfruttato principalmente Call of Duty Mobile e sono riuscito a giocare ad alcune partite classificate senza problemi. Non ho notato, quindi, alcun calo di frame, sebbene la qualità grafica venga impostata automaticamente su un valore medio. Diciamo, insomma, che attualmente questo smartphone è perfetto anche sotto questo aspetto, non scaldando mai in maniera preoccupante. Dopo decine di minuti di utilizzo spinto, infatti, sulla scocca posteriore si nota solo un leggero tepore.

Benchmark

Software

Tra le interfacce più interessanti degli ultimi anni, probabilmente la ColorOS è quella che mi incuriosisce maggiormente. Anche se non apprezzo qualche scelta grafica, devo dire che il livello di personalizzazione è ai massimi livelli. Qui, dunque, risiede la ColorOS 11.1, basata quindi su Android 11 con patch di sicurezza risalenti al 5 febbraio 2021.

Come detto, su questa personalizzazione del robottino verde troviamo tantissime possibilità di personalizzazione differenti. Oltre a poter modificare la forma delle icone, gli sfondi ed il font, qui è possibile attivare diverse gesture a schermo acceso e a schermo spento, introdurre la Dark Mode, gestire il telefono con la sua apposita app e tanto altro. Sotto questo aspetto non è assolutamente inferiore ad altri software ben più navigati come, ad esempio, la MIUI di Xiaomi. Come spesso capita, però, si tratta pur sempre di gusti e non voglio certo scatenare una guerra tra i fan dell'una o dell'altra fazione. Bisogna solo ammettere che graficamente la ColorOS non ha poi nulla da invidiare a queste altre soluzioni, proponendo anche tutte quelle app di sistema di cui ogni persona ha bisogno.

Fotocamera

Dal punto di vista software in questi anni OPPO ha dimostrato di saperci fare anche a livello fotografico, proponendo spesso performance di rilievo. Se da un lato, infatti, è importante montare buone ottiche sui propri smartphone, dall'altro lato è fondamentale avere a che fare con un sistema in grado di gestire tutti i vari fattori che entrano in gioco quando si scatta una foto. Andando ad analizzare la parte hardware, dunque, vediamo come su A94 5G siano presenti un sensore principale da 48 MP, un OmniVision OV48B, con apertura f/1.7, coadiuvato dalla presenza di un obiettivo grandangolare da 8 MP con FOV di 119° e due sensori più piccoli, entrambi da 2 MP, utilizzati per le macro e per il calcolo della profondità di campo.

Di giorno, anche in condizioni di luce non semplicissime, il sensore principale si è sempre comportato piuttosto bene. Devo dire, infatti, che la qualità non è assolutamente inferiore a quella riscontrata su altri device di fascia media. Anzi, sotto certi aspetti questo smartphone riesce a mostrare anche un numero maggiore di dettagli, in maniera più nitida. Sotto il profilo cromatico, poi, non ho notato troppi problemi, sebbene il telefono tenda a restituire colori carichi, tendenti leggermente alle tonalità più calde. Nel caso in cui qualche scena risulti essere un po' troppo sovraesposta non preoccupatevi, perché con l'HDR automatico questa criticità viene risolta quasi sempre. Malgrado tutto, non pensate di poter tirare fuori scatti degni di nota con il sensore grandangolare, anche se con buona luce le foto non sono affatto male.

Dando un'occhiata alle foto notturne si nota subito un particolare: il rumore fotografico è molto più accentuato. Non mi sarei aspettato, però, nulla di meglio sotto questo aspetto, anche considerando il sensore fotografico principale montato su questo smartphone. Malgrado tutto, però, devo dire che le luci artificiali non vengono gestite poi troppo male e che, in ogni caso, anche senza la Night Mode la maggior parte degli scatti sono sufficienti. Cambiano totalmente le cose con la modalità notturna, dato che in questo caso si avverte una migliore gestione delle luci, una nitidezza maggiore ed un miglior contrasto. Gran parte del rumore fotografico viene eliminato, anche se questo presuppone la presenza di colori meno fedeli alla realtà. Ve lo ripeto, però, ancora una volta: siamo perfettamente in linea con quanto proposto fino ad oggi nella fascia media del mercato. Unico problema è rappresentato dal fatto che non sempre la Night Mode si attiva con la camera grandangolare, probabilmente solo per un problema software o, più semplicemente, per qualche piccolo bug.

A bordo di questo dispositivo trova spazio anche una selfie camera da 16 MP, con apertura f/2.4. Qui, dunque, la qualità è assolutamente buona sia di giorno che di notte, riuscendo ad inquadrare bene i soggetti a schermo con un buon livello di dettagli. Nulla che non si sia già visto su altri smartphone concorrenti, anche perché i selfie di questo A94 5G non spiccano particolarmente nella sua categoria. Nonostante questo, ho apprezzato l'algoritmo che gestisce l'effetto bokeh, che si conferma ancora una volta essere uno dei migliori. Parliamo comunque di foto che possono tranquillamente essere postate sui social.

Video

Abbiamo avuto la fortuna di provare già molti prodotti di questo brand, tutti caratterizzati da una stabilizzazione piuttosto buona. Qui l'azienda non si smentisce, proponendo una qualità video davvero eccellente per il prezzo a cui viene proposto lo smartphone, non solo per la qualità in sé delle immagini, ma anche per tutte le altre caratteristiche. Abbiamo, dunque, un'ottima stabilizzazione, buoni colori, una buona messa a fuoco automatica e qualche chicca software che gli fanno guadagnare qualche punto in più. Ormai anche altri brand propongono soluzioni simili, dunque qui troviamo il Dual-View Video, ovvero la possibilità di girare un video contemporaneamente con la selfie camera e con la camera principale posta sul retro. Diciamo che forse non utilizzerete spesso questa feature ma per tutti coloro a cui piace creare contenuti particolari potrà tornare sicuramente utile.

Non ve l'ho ancora detto, ma qui purtroppo abbiamo solo la possibilità di scegliere di girare in 1080p a 30fps e 4K a 30fps. Mi sarei aspettato di poter settare almeno i 60fps in 1080p, ma purtroppo questa possibilità ci viene negata.

Audio & Connettività

Dando uno sguardo ai dati tecnici notiamo come l'azienda punti molto su un aspetto in particolare, ovvero sul sistema definito 360° Antenna 3.0. Di che cosa si tratta? Molto semplicemente a bordo di OPPO A94 5G trovano sede ben 8 antenne che permettono di mantenere una connessione internet sempre stabile e senza alcun disturbo. Ad esempio, quindi, anche quando giochiamo o teniamo in mano lo smartphone per guardare un video non andiamo ad inficiare la qualità di rete, proprio grazie a tale sistema. Qui, dunque, abbiamo il supporto al dual SIM 5G (NSA e SA), Wi-Fi ac Dual Band, Bluetooth 5.1, GPS/A-GPS/GLONASS/BeiDou/Galileo/QZSS, USB Type-C ed ingresso mini-jack. Ho potuto testare personalmente ogni componente e non ho riscontrato alcuna criticità, potendo godere anche di una navigazione satellitare in città praticamente perfetta.

Quello che mi ha convinto meno è la parte audio, dato che su questo modello abbiamo un unico speaker posto in basso. Come su molti altri prodotti concorrenti, quindi, qui troviamo bassi quasi del tutto assenti ma, in compenso, un buon bilanciamento delle frequenze medie e alte. Anche al massimo volume, dunque, non si avverte alcuna distorsione e l'audio è piuttosto pulito e chiaro. Con la capsula auricolare, poi, è possibile intrattenersi in chiamata senza problemi, riuscendo a sentire bene la voce dall'altra parte della cornetta.

Autonomia

Sotto la scocca trova spazio una batteria da 4.310 mAh che sono sufficienti a superare una stressante giornata di lavoro. Devo dire, infatti, che anche con diversi minuti di navigazione con Maps, diversi cambi di cella, l'utilizzo di varie app come Instagram, Facebook, Gmail e tanto altro, non sono mai arrivato a sera a secco. Questo smartphone, quindi, mi ha sempre permesso di concludere la giornata con ancora carica residua, totalizzando tranquillamente più di 7 ore di schermo acceso su una base di più di un giorno di utilizzo. Ottimi consumi, dunque, su questo telefono.

Nel caso in cui siate costretti a rimettere in carica lo smartphone non preoccupatevi, perché con la VOOC a 30W avrete la possibilità di passare dal 10 al 100% in circa 40 minuti.

Prezzo & Conclusioni

Attualmente OPPO A94 5G viene venduto in Italia su Amazon al prezzo di 369,99 euro.

N.B. Se non doveste visualizzare il box con codice o il link all'acquisto, vi consigliamo di disabilitare l'AdBlock.

Non posso che elogiare il lavoro fatto da OPPO, perché l'azienda è riuscita a proporre uno smartphone equilibrato e potente, che non ama rinunciare proprio a nulla. Se volete passare del tempo in compagnia del vostro videogioco preferito potete farlo, se volete vedere una puntata della vostra serie TV avete a disposizione un'ampio display AMOLED con cui divertirvi. Probabilmente molti considereranno alto il prezzo iniziale per un device di questo calibro, ma vi assicuro che al momento non si trova in commercio un device che sfrutti così bene le potenzialità del Dimensity 800U, sfruttandone davvero ogni goccia. Difficile, poi, non elogiare lo sforzo fatto lato fotografico, dato che anche in condizioni difficili si riescono ad ottenere buoni scatti. Non mancano, inoltre, alcune funzionalità piuttosto simpatiche che strizzano l'occhio soprattutto ai più giovani. Acquistate subito questa versione, la Cosmo Blue, e non ve ne pentirete.

⭐️ Segui e supporta GizChina su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti .