Xiaomi dice addio a Meitu: è la fine di un altro brand cinese

xiaomi meitu

Nonostante da noi sia un brand praticamente sconosciuto, negli anni Meitu ha imparato a far parlare di sé, grazie anche alla partnership con Xiaomi. All'interno della community tech, la società riuscì a crearsi una piccolissima nicchia puntando ad un target molto specifico: quello teen femminile. E lo fece forte del suo know-how nell'elaborazione delle foto, creando smartphone selfie-centrici, ma non solo. Più volte l'azienda è salita alla ribalta con la creazione di smartphone incentrati sulla partnership con altri brand. Basti pensare alla linea M8s dedicata ad anime quali Sailor Moon, Dragon Ball, Hello Kitty e Doraemon.

Finisce la partnership fra Xiaomi e Meitu: niente più smartphone

Nonostante questo tentativo di originalità, il business hardware di Meitu non è durato molto. Vuoi per il ristretto target, vuoi per il costo elevato dei suoi prodotti, nel 2019 si è vista costretta a tirare i remi in barca. Ma anziché chiudere la divisione telefonica, ha collaborato con Xiaomi per la realizzazione di nuovi smartphone. Tutto è iniziato con Xiaomi Mi CC9, di cui esiste anche una Meitu Edition, ma tutto è anche terminato.

xiaomi mi cc9 meitu

Da allora non si è più parlato concretamente di nuovi prodotti targati Xiaomi e Meitu. E dopo qualche debole rumors, a due anni di distanza da Mi CC9 la partnership fra le due compagnie è ufficialmente conclusa. A confermarlo è l'amministratore delegato in persona, Wu Xinhong, in occasione della conferenza aziendale annuale. La collaborazione giunge così al suo termine e quindi Meitu rientra in possesso di marchi e licenze temporaneamente delegati a Xiaomi. Al contempo, l'AD ha confermato che Meitu abbandonerà il mercato degli smartphone.

Insomma, possiamo dire ufficialmente addio al brand Meitu, perlomeno nel campo dei telefoni, come già accaduto a tanti altri brand come LeEco, Smartisan e ZUK. L'azienda continuerà il suo impegno in ambito software, portando avanti le proprie app di fotoritocco, per la cura della pelle, make-up e così via. Pensate che solo nel 2020 il fatturato ammonta a 1,1 miliardi di yuan (+22%), pari a circa 154 milioni di euro, e ha un'utenza che ammonta a 261 milioni di persone.

⭐️ Segui e supporta GizChina su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti .