Huawei completa la sua prima fabbrica di chipset in Cina e si pensa già alla seconda

huawei fabbrica chipset wuhan cina
OnePlus Nord N10

Le pressioni dovute agli ultimi avvenimenti, hanno costretto i colossi cinesi a correre ai ripari in merito alla fornitura di componenti. Dopo tante battaglie, Huawei ha preferito concentrarsi sul “self-made” ed ha ultimato la sua prima, enorme fabbrica di chipset in Cina, precisamente a Wuhan. Come si compone la Wuhan Optical Factory Project? La fabbrica di Huawei sarà mirata alla fabbricazione di chipset proprietari, vedi i Kirin, per i tanti settori che va a coprire la compagnia cinese. Nell'area industriale di Wuhan, la Optics Valley Center, troverà casa quindi un centro di produzione e sviluppo che si estende per circa 208.900 metri quadrati ed in effetti dalle foto è possibile vedere quanto è effettivamente grande.

Aggiornamento 07/12: ci sono novità sulla prosecuzione della costruzione della fabbrica di Huawei. Trovate tutto a fine articolo.

Huawei: a Wuhan una struttura per i chipset da quasi 209.000 metri quadrati

huawei fabbrica chipset 2

Qui dentro Huawei concentrerà la produzione di semiconduttori, sicuramente rivolti alla telesorveglianza ma anche ai televisori (non è escluso che possa fabbricare anche qualcosa per gli smartphone), ci sarà una centrale elettrica CUB, un centro di sviluppo software PMD e tante altre strutture di supporto, come quella per i sensori auto LIDAR. Il completamento di questo progetto permetterà a Huawei di completare il processo di smart life che si è imposta in questi anni, per una totale interconnessione del suo ecosistema, oltre appunto a rifornirsi da sola di chipset, dalla progettazione alla produzione, fino all'imballaggio, i test e gli investimenti per il mercato Consumer.

Aggiornamento 07/12

Come confermano i report dalla Cina, Huawei ha ufficialmente completato la costruzione della sua fabbrica di produzione Optical Factory Project. Ad oggi è la più grande base per la Ricerca e Sviluppo all'interno della regione centrale della Cina. Entro fine 2021 si partirà con i SoC realizzati a 45 nm, per poi passare a quelli a 28 nm. Tuttavia, si ipotizza che saranno necessari almeno due anni prima che l'azienda diventi effettivamente operativa, al fianco di Shanghai Microelectronics per la realizzazione delle macchine litografiche necessarie per l'assemblaggio dei chipset. Inoltre, secondo il report del Financial Times, Huawei starebbe pianificando la costruzione di una fabbrica di chipset anche nella zona di Shanghai.

⭐️ Segui e supporta GizChina su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti .