La nuova fotocamera di Xiaomi rivoluziona lo zoom su smartphone

xiaomi nuova fotocamera

Si sta tenendo il MIDC 2020, la conferenza annuale in cui Xiaomi è solita presentare novità relative ad hardware e software. E sul palco ha stupito tutti, mettendo in mostra la sua nuova declinazione di fotocamera per smartphone. Lo sforzo più ostico per i produttori è quello di miniaturizzare quanto più possibile, ma allo stesso tempo mantenere alta la qualità. E se in ambito mirrorless Xiaomi non è riuscita a spiccare, con una Yi M1 presto dimenticata, in ambito telefonico la situazione è ben diversa. Lo dimostra DxOMark, con una top 10 che include ben tre modelli Xiaomi (Mi 10 Pro, Mi 10 Ultra e Mi CC9 Pro), di cui due nella top 5.

LEGGI ANCHE:
Dimenticate Xiaomi Mi MIX 4 ma potrete consolarvi con ricarica da 200W, pieghevoli e fotocamera sotto al display

Xiaomi MIDC 2020, arriva la nuova fotocamera telescopica su smartphone

Nel corso degli anni, Xiaomi sta intensificando gli investimenti, anche in ambito AI con il lancio del nuovo XiaoAI 5.0. Lo stesso si può dire nella fotografia, con ben 1.000 dipendenti e 9 centri R&D sparsi in tutto il mondo. Un bel salto in avanti, se si considera che oggi può fare affidamento su 826 ingegneri fotografici, rispetto ai 122 del 2018.

Questi sforzi si sono riversati anche nella creazione di un nuovo sensore telescopico, con cui portare la fotografia ad un livello più avanzato. Fino ad oggi, infatti, i top di gamma si sono dovuti affidare a due tipi di ottiche: una standard, solitamente limita ad uno zoom 2x o 3x. L'altra tipologia è quella cosiddetta “a periscopio”, in quanto prevede che le componenti ottiche siano disposte in orizzontale anziché in verticale. Così facendo, il produttore è in grado di ricavare spazio per una disposizione delle lenti che permetta una lunghezza focale di 5x o 10x.

Come mostrato in questo video dimostrativo, invece, la fotocamera telescopica di Xiaomi funziona come gli obiettivi zoom che siamo abituati a vedere sulle fotocamere DSLR. Il suo movimento in avanti consente di avere più lunghezze focali e con dimensioni compatte. Tuttavia, secondo quanto mostrato, non sembra che offra un vero e proprio zoom, quanto lo spostamento della messa a fuoco su piani differenti.

Non a caso, l'aspetto su cui si è focalizzata maggiormente Xiaomi è relativo alla qualità delle foto. Si parla di un'ingresso di luce aumentato del 300% ed un miglioramento della chiarezza del 20%. Insomma, pare proprio che questo nuovo sensore punterà a migliorare la resa generale, piuttosto che a funzionare come il sensore che c'era sul Samsung Galaxy S4 Zoom, per esempio. Fra l'altro, potreste aver notato che le fattezze di questo sensore sono le stesse di questo brevetto.

⭐️ Segui e supporta GizChina su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti .
Lydsto