Coolpad ritira le accuse contro Xiaomi per violazione di brevetti dopo due anni

coolpad xiaomi ritiro accuse brevetti

Svolta a rilento in una delle diatribe che spesso coinvolgono i brand cinesi di tecnologia. Infatti, dopo ben due anni dalla richiesta di azioni legali contro Xiaomi per violazione di brevetti, Coolpad ha ufficialmente ritirato le accuse.

Coolpad: sviluppo tecnologico cinese più importante di ogni diatriba con Xiaomi

coolpad xiaomi

In un comunicato ufficiale, Coolpad ha spiegato che ha ritirato ogni tipo di accusa verso Xiaomi, che nel 2018 pare avesse violato oltre 200 brevetti del brand, tanto che l'altro brand cinese aveva chiesto lo stop alla vendita di tutti i prodotti del marchio di Lei Jun.

Sempre secondo la dichiarazione ufficiale di Coolpad: “Siamo profondamente convinti che lo sviluppo del Paese sia ancora in un periodo di importanti opportunità strategiche e che l'ambiente nazionale e internazionale stia subendo profondi e complessi cambiamenti. Fermare i rallentamenti tecnologici e promuovere uno sviluppo migliore e più rapido del settore è la massima priorità per il settore Coolpad e Xiaomi“.

Insomma, tutto fermo a favore dello sviluppo tecnologico, con tanto di collaborazione con brand di qualità eccellente in Cina, andando a rispettare, ovviamente, i diritti di proprietà intellettuale mantenendo la fiducia in se stessi.

⭐️ Scopri il nuovo Volantino Settimanale di GizChina con offerte e coupon esclusivi sempre diversi.
Volantino