Che specifiche ha lo smartphone più diffuso? Ce lo dice Antutu

antutu

I dati fornitici da Antutu non soltanto ci parlano di potenza bruta e in relazione al prezzo, ma anche di quali siano le caratteristiche più diffuse su smartphone. Il portale di benchmarking raccoglie tutte le statistiche relative all'hardware degli smartphone testati su di esso. E grazie ad essi è possibile stilare quella che è la scheda tecnica dello smartphone virtualmente più diffuso: ci sarà qualche sorpresa?

LEGGI ANCHE:
Snapdragon 875 appare su Antutu con un punteggio da urlo

Le statistiche Antutu ci rivelano qual è la tipologia di smartphone più diffuso

statistiche antutu ottobre 2020

Partiamo con il dato più banale, se così vogliamo dire, che traspare dalle infografiche pubblicate da Antutu. Il sistema operativo più diffuso al mese di ottobre è ovviamente Android 10, il quale copre il 63,3% del mercato degli smartphone Android. Rispetto agli anni passati, i produttori stanno facendo passetti in avanti per migliorare la frammentazione; a tal proposito, vi rimandiamo all'articolo in cui vi spieghiamo qual è l'azienda che aggiorna di più.

Un filo meno scontati sono i dati di Antutu relativi al display. Se si considera la diagonale del pannello, si nota un'ampia frammentazione, ma in realtà la variazione è minima. La maggioranza dei dispositivi in circolazione ha schermi da 6.4″ e 6,3″, ma poco sotto troviamo anche diagonali da 6″, 6.6″, 6.7″ e così via. Per scendere sotto la soglia dei 6″ bisogna scendere al 5% del mercato, fetta conquistata dai dispositivi da 5.5″. Decisamente più prevedibili sono le statistiche sulla risoluzione: circa il 72% degli smartphone nel mondo sono in Full HD+. Ciò che varia è invece il fattore di forma: solo il 6,6% è nel tradizionale 16:9, mentre tutti gli altri sono in 18:9, 21:9 o simili.

Parliamo adesso di processore. Grazie ai dati raccolti dai benchmark Antutu, la quasi totalità degli smartphone ha una CPU octa-core. Ma di per sé il numero dei core ci dice relativamente poco, rispetto per esempio alla casa manifatturiera del SoC che li contiene. In questo caso, è Qualcomm il produttore più diffuso al 57,5%; nelle posizione successive, tutti vicini nell'ordine di pochi decimali, troviamo Samsung, HiSilicon e MediaTek. Una situazione che non potrà che cambiare nel 2021, quando i SoC di Huawei diverranno sempre meno diffusi a causa del ban USA.

Chiudiamo le statistiche Antutu parlando di memorie, un altro fattore rilevante quando si parla di hardware. Il taglio più diffuso ad ottobre 2020 contiene 6 GB di RAM e 128 GB di storage. Un salto in avanti, per quanto non epocale, se si pensa che nel Q4 2019 quello più diffuso era da 6/64 GB.

⭐️ Segui e supporta GizChina su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti .