Huawei Mate 40 Pro: teaser sulla nuova SuperCharge 65W

huawei mate 40 pro ricarica

Huawei Mate 40 è sicuramente uno degli smartphone più attesi dell'anno, nonostante il ban USA che sta affliggendo l'azienda e che colpirà i nuovi top di gamma. Ciò non ha impedito Huawei dal produrre una nuova linea di dispositivi per la famiglia Mate (di cui abbiamo recentemente ripercorso la storia). I rumors sono tanti ed i teaser ufficiali stanno completando il delineamento delle nuove specifiche che li caratterizzeranno. Ed in questo articolo trovate raggruppate tutte le informazioni che sappiamo sui nuovi Mate 40.

Aggiornamento 20/10: nell'ultimo teaser ufficiale si parla della nuova ricarica SuperCharge a 65W. Ve ne parliamo in “Hardware”.

Huawei Mate 40 e 40 Pro quasi senza più segreti: ecco tutto quello che sappiamo

Design

huawei mate 40 pro

Il principale cambiamento da Huawei Mate 30 a Huawei Mate 40 e 40 Pro è l'abbandono del notch in favore del display forato. Rimane il sistema di riconoscimento facciale 3D, assieme al sensore ID nel display con tecnologia ottica. Rimane il display Waterfall curvo ai lati, ma questa volta ritroviamo i tasti fisici per la regolazione del volume.

A rimanere c'è anche la tripla camera sul retro. Queste sfaccettature del look di Huawei Mate 40 e Mate 40 Pro è stato ripreso anche dai produttori di accessori.

Tuttavia, ci sarà anche un cambiamento non di poco conto sul retro. L'ultimo teaser ufficiale postato su Weibo ci svela uno smartphone differente da quanto fatto intendere finora. Anziché avere di nuovo una fotocamera rotonda, il teaser ci mostra la silhouette di un modulo ottagonale.

Da notare che durante settembre era comparso un brevetto di Huawei nel quale veniva documentata proprio una fotocamera del genere. Questo sarebbe relativo solamente al più premium Mate 40 RS Porsche Design, come confermato dall'immagine trapelata della sua back cover.

Parlando di parametri più tecnici, un leak ci svela quelle che sarebbero le dimensioni dei due smartphone. Huawei Mate 40 avrebbe un ingombro da 158,6 x 72,5 x 8,9 mm, rispetto ai 158,1 x 73,1 x 8,8 mm di Mate 30. Huawei Mate 40 Pro sale a 162,9 x 75,5 x 9,1 mm, mentre il precedente Mate 30 Pro misura 160,8 x 76,1 x 8,4 mm.

Parlando di colorazioni, Huawei Mate 40 e 40 Pro sarebbero contraddistinti da versioni Bright Black, Cosmic Silver, Pearl White e e le nuove Green e Yellow. Nel caso dei modelli superiori, ovvero Mate 40 Pro+ e Mate 40 RS Porsche Design ci sarebbero versioni con back cover in ceramica.

A conferma dell'esistenza dell'inedito Huawei Mate 40 Pro+ c'è questa foto della confezione. La parte centrale rimarca le presunte forme rotonde della fotocamera, mentre sul retro troviamo indicato il taglio di memoria da 12/256 GB e la colorazione Ceramic Black. Il leaker sottolinea anche come al suo interno ci saranno caricatore e cuffie, lanciando una frecciatina alle scelte di Apple con iPhone 12.

Display

Come anticipato, la famiglia Huawei Mate 40 abbandonerà il poco amato notch in favore del display forato, come accaduto con la serie P. Su Huawei Mate 40 Pro+ sappiamo che sarà un pannello OLED da 6,76″ Full HD+ (2772 x 1344 pixel) con densità di 456 PPI. Nel caso di Mate 40, invece, si parla di un pannello da 6,5″.

huawei mate 40 pro

Una delle novità cardine riguarda il refresh rate maggiorato. Si parte con i 90 Hz per Mate 40 base, mentre si vocifera che sui modelli più costosi si potrebbero toccare120 Hz.

Tuttavia, non è ancora detta l'ultima, visto che sulla serie P40 non si sono superati i 90 Hz. A confermare questa feature ci sarebbe uno degli ultimi teaser video ufficiali, come potete vedere col numero “90” in basso a sinistra.

A confermare le fattezze del display Waterfall ci avrebbero pensato anche immagini e video dal vivo dello smartphone avvistato dal vivo.

Fra le prime foto leaked ce ne sarebbe anche una, con Huawei Mate 40 a fianco di iPhone 12. Tuttavia, non arriva da una fonte attendibile, anche perché sul fronte Mate 40 assomiglia non poco a Huawei P40 Pro+ (così come iPhone 12 e iPhone 11).

huawei mate 40 pro apple iphone 12

Hardware

Il fiore all'occhiello della serie Mate è il comparto hardware e Huawei Mate 40 non dovrebbe far eccezione. Tuttavia, ci sono stati grossi problemi con il ban USA, con rallentamenti produttivi che hanno inficiato sulla disponibilità del nuovo Kirin 9000. L'azienda non può più commerciare con TSMC, il chipmaker a cui si è sempre affidata per la produzione dei SoC di casa HiSilicon. In coda al blocco statunitense è comunque riuscita a produrre i nuovi Kirin, giusto in tempo per la produzione della serie Mate.

Il nuovo SoC introdurrà il processo produttivo a 5 nm, rispetto ai 7 nm del Kirin 990. Grazie anche al primo test svolto su Antutu vediamo indicata una CPU octa-core così formata: 1 x Cortex-A77 a 3,13 GHz + 4 x Cortex-A77 a 2,54 GHz + 4 x Cortex-A55 a 2,04 GHz. La gestione della parte grafica, invece, è controllata dalla GPU ARM Mali-G78, il tutto coadiuvato da memorie di tipo LPDDR5UFS 3.1. Secondo quanto trapelato nelle certificazioni, i tagli dovrebbero essere da 8/12 GB di RAM e 128/256/512 GB di storage espandibile tramite NanoSD. La connettività comprende supporto dual SIM 5G, Wi-Fi 6, Bluetooth 5.2 e NFC.

Il punteggio ottenuto dal presunto Huawei Mate 40 su Antutu lo fa spiccare in alto nella classifica, superando capostipiti come Xiaomi Mi 10 Ultra e ROG Phone 3.

Anche il punteggio ottenuto su GeekBench dal presunto Huawei Mate 40 “NOH-NX9” supera quello dei top di gamma con Snapdragon 865+. Il traguardo di 1020 in single-core e 3710 in multi-core è superiore a quello, per esempio, di Xiaomi Mi 10 Ultra, la cui media si aggira attorno ai 900/3.300 punti.

kirin 9000

Parliamo adesso di batterie: l'unico dato “certo” che abbiamo sono i 4.400 mAh di Huawei Mate 40 Pro. Dovremmo avere la nuova ricarica SuperCharge a 65W, sottolineata nei teaser ufficiali, e in formato wireless a 40W (anche inversa). Nel mentre, Huawei Mate 40 manterrebbe invariati gli standard cablati a 40W e wireless a 27W.

Software

La EMUI 11 è stata annunciata ufficialmente, sta venendo diffusa agli attuali modelli compatibili sotto forma di Beta e debutterà stabilmente su Huawei Mate 40. Le novità sono molteplici e le abbiamo già trattate nell'articolo dedicato alla nuova UI. A tal proposito, potete scaricare i primi sfondi ufficiali di Mate 40 in vista della presentazione ufficiale.

Purtroppo vediamo confermata l'assenza di Android 11: al suo posto c'è nuovamente Android 10, a causa delle difficoltà derivanti dal ban USA. Niente servizi Google, quindi: al loro posto troviamo alcune app Microsoft, come il pacchetto Office, Bing e il Traduttore. Notiamo anche la presenza delle vecchie patch di sicurezza di agosto, ma al momento della commercializzazione potrebbero essere aggiornate a quelle più recenti.

In occasione del lancio di Mate 40, saranno aggiunte nuove Air Gestures, con le quali muoversi nella UI senza toccare lo smartphone. Questo grazie ad un sensore 3D dedicato in grado di captare i movimenti delle mani, accanto alla tradizionale selfie camera.

Fotocamera

Dopo quello hardware, il comparto fotografico è uno degli elementi portanti di Huawei, che con Mate 40 sarà ulteriormente affinato. Per tutte le informazioni specifiche complete, vi rimandiamo all'articolo dedicato.

Prezzo

Secondo i rumors degli scorsi mesi, Huawei Mate 40 avrebbe i seguenti prezzi in Cina.

  • Huawei Mate 40
    • 6/128 GB: 4.499 yuan (569€)
    • 8/128 GB: 4.999 yuan (633€)
    • 8/256 GB: 5.499 yuan (696€)

Ben diversa è la storia per il resto dei modelli, la cui commercializzazione in Europa è prevista con i seguenti prezzi: 1100€ per Mate 40 Pro, salendo a 1400€ per Mate 40 Pro+ ed infine 2500€ per Mate 40 RS Porsche Design.

Data d'uscita

Adesso lo sappiamo per certo: l'evento di presentazione della serie Huawei Mate 40 si terrà il 22 ottobre. Data la situazione pandemica, si tratterà di un keynote virtuale e che seguiremo in diretta assieme a voi sul nostro canale YouTube.

Per quanto riguarda la commercializzazione, qua si apre un'incognita. Si vocifera che le vendite partiranno prima in Cina, viste le difficoltà riscontrate a causa del ban USA, con previsioni di vendita di un terzo inferiori rispetto a prima. Inoltre, quasi sicuramente fuori dalla Cina saranno venduti solamente i modelli Pro, come già accaduto con alcuni capitoli precedenti della famiglia Mate.

Fra l'altro, all'evento di Mate 40 si vocifera che ci sarebbe dovuto essere anche Huawei Mate X2, anch'esso apparentemente rimandato al 2021 per via del ban.

⭐️ Segui e supporta GizChina su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti .