Huawei, a causa del ban degli USA, venderà il 30% in meno di smartphone nel 2020

huawei

Continuiamo a parlare, ormai da moltissimi mesi, del problema relativo al ban degli Stati Uniti. Chi ci sta rimettendo in misura maggiore è, ovviamente, Huawei, che nel corso degli ultimi mesi è dovuta ricorrerei ai ripari su più fronti. Non ultimo, dunque, proprio quello relativo al mercato degli smartphone, che nel corso del 2020 subirà un calo.

Huawei venderà circa 170 milioni di unità

huawei logo

Dando un'occhiata alle previsioni di vendita per il 2020, Huawei si aspettava di vendere circa 190 milioni di unità. Dagli ultimi dati a disposizione, però, pare che tale stima debba essere rivista al ribasso. Nel corso di quest'anno, infatti, sembra che il colosso cinese non andrà oltre i 170 milioni di smartphone venduti nel mondo, dunque un 10% in meo rispetto a quanto previsto ad inizio anno.

LEGGI ANCHE:
Huawei, niente SoC per smartphone: che sia Intel la soluzione?

Confrontando questi dati di vendita con quelli del 2019, è chiaro come l'azienda sia in difficoltà. Lo scorso anno, infatti, sono state spedite 240 milioni di unità, un numero incredibilmente elevato. Questo vuol dire, quindi, che quest'anno ci si dovrà accontentare di un fatturato minore, a causa di un calo del 30% delle vendite. Resta, però, il mercato cinese, dove la società continua a macinare utili e consensi tra i propri clienti. Qualche settimana fa, però, ha voluto anche ribadire come continuerà ad investire qui in Europa, scacciando per ora i fantasmi di un addio dal mercato internazionale.

⭐️ Segui e supporta GizChina su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti .