Un nuovo smartphone di Xiaomi è stato avvistato in metro: che sia Redmi K40?

xiaomi

Nelle scorse ore sui social cinesi hanno cominciato a fare capolino alcuni scatti rubati, effettuati in metropolitana e con protagonista un misterioso smartphone targato Xiaomi. Non è dato di sapere di quale modelli si tratti, eppure alcuni indizi potrebbero indicare nella direzione di Redmi K40: ma sarà davvero così? Andiamo a dare un'occhiata alle immagini in questione, da cui è possibile ricavare alcune caratteristiche dello smartphone.

Redmi K40, sei tu? Ecco il nuovo smartphone di Xiaomi paparazzato in metro

xiaomi

Il modello in questione appartiene chiaramente a Xiaomi, come si evince dal logo presente di lato. Non è possibile ammirare completamente il design dello smartphone a causa dell'ingombrante cover protettiva, un chiaro indicatore che si tratta di un dispositivo inedito, forse un'unità di prova. Tuttavia è possibile notare il punch hole presente al centro della parte superiore del display, con all'interno la selfie camera. Inoltre di lato trova spazio un lettore d'impronte integrato nel pulsante di accensione: probabile che si tratti quindi di un dispositivo dotato di un pannello LCD.

xiaomi

Non viene fatta menzione del nome dello smartphone, ma questi dettagli potrebbero indicare che si tratti di Redmi K40, il prossimo modello della serie K, già protagonista di alcune indiscrezioni. Al momento i rumor che circolano in rete sono alquanto confusionari: tuttavia il foro e il lettore d'impronte potrebbero indicare il successore del Redmi K30,presentato lo scorso dicembre. Sarà davvero così? Per il momento si tratta solo di un'ipotesi e per un'eventuale “conferma” dovremo attendere ulteriori leak oppure qualche notizia direttamente da Xiaomi.

xiaomi

Prima di lasciarvi, c'è un ulteriore dettagli: DigitalChatStation ha pubblicato un post in merito al misterioso device con LCD e foro. Il leaker ha parlato di una configurazione molto bilanciata e di un prezzo di circa 1000 yuan (121€)… un po' poco per Redmi K40!

⭐️ Segui e supporta GizChina su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti .