Xiaomi e Vivo nella Top 3 vendite in India nonostante il ban delle app

xiaomi vivo oppo realme top 5 vendite india 2

Negli ultimi anni, i brand cinesi produttori di smartphone come Xiaomi, Vivo, Realme e OPPO hanno iniziato ad imporsi in maniera evidente in più mercati fuori dalla Cina ed il primo di essi per quantità di smartphone venduti è sicuramente l'India, che sebbene abbia bandito ben 59 app cinesi, ha nella sua Top 5 nelle vendite di telefoni proprio 4 marchi del Paese di Mezzo.

Xiaomi, Vivo, Realme e OPPO si confermano nella Top 5 delle vendite di smartphone in India nel Q2 2020

xiaomi vivo oppo realme top 5 vendite india

Secondo l'analisi fatta da Counterpoint, nella Top 5 delle vendite di smartphone in India nel Q2 2020 ci sarebbero ben 4 brand produttori dalla Cina, con l'unica certezza in classifica che è Samsung, da sempre attentissima al mercato indiano. La prima in classifica è Xiaomi, che è tra le aziende più colpite dal ban delle app – e recentemente ha chiuso l'app ed il sito Mi Community del paese del Gange -, con un 29% di market share, migliore dell'1% rispetto allo scorso anno. A seguire, se saltiamo Samsung che mantiene il secondo posto con il 26%, anch'essa in crescita, troviamo il brand che ha avuto il margine di crescita maggiore nelle vendite e cioè Vivo. Il brand cinese ha infatti fatto registrare il 17% del market share, con un +5% rispetto a 12 mesi fa, un salto non indifferente.

Ai piedi del podio troviamo due brand parenti, cioè Realme ed OPPO. Interessante vedere come la compagnia nata dopo sia davanti al colosso da cui è venuta fuori: infatti, il brand del prossimo V5 detiene un margine dell'11% dello share, mentre il produttore del Find X2 Pro è fermo al 9%, nonostante sia comunque in crescita. Il motivo è presto detto: Realme fa dell'India il mercato di punta e quindi va da sé che l'offerta risulti sinceramente più allettante di una compagnia che lavora sì molto bene, ma con prezzi più altri.

Huawei fuori dalla Top 5 in India

Curiosa l'assenza di Huawei in questa Top 5 delle vendite nel mercato indiano, molto probabilmente non è tra i mercati in cui più crede, in quanto quelli occidentali sono sicuramente il terreno più fertile per il colosso cinese, che grazie a questi ultimi ed alla Cina è potuto diventare il primo produttore di smartphone al mondo per due mesi consecutivi.

⭐️ Segui e supporta GizChina su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti .