Xiaomi e OnePlus si deprezzano meno: ecco l’analisi di mercato

xiaomi oneplus

Nell'eterna lotta fra Android ed Apple, uno degli argomenti che salta sempre fuori è il mantenimento dei prezzi. Comprare un iPhone significa avere un dispositivo in grado di essere rivenduto a poco meno di quanto lo si è acquistato. Con i terminali Android non è detto e molti brand noti è risaputo essere soggetti ad una svalutazione notevole. Specialmente nel caso di Samsung ed LG, storicamente considerati i marchi che più difficilmente mantengono un valore pari a quello al lancio iniziale. Va meglio a XiaomiOnePlus, come dimostra l'analisi effettuata per il Recycling Mobile Phone Value Institute.

LEGGI ANCHE:
Huawei ed Apple guidano le vendite di top di gamma nel mondo

Un'analisi evidenzia l'andamento dei prezzi del mercato degli smartphone: Xiaomi e OnePlus sono i “migliori”

La classifica stilata in Cina vede Xiaomi al primo posto, essendosi così aggiudicata il premio di Best Mobile Phone Value Index for the First Half of 2020. Nella graduatoria sono stati presi in considerazione 14 dei principali marchi in ballo nel mercato asiatico: Apple, Black Shark, Honor, Huawei, iQOO, Nubia, OnePlus, OPPO, Realme, Redmi, Samsung, Vivo, Xiaomi e ZTE.

mercato smartphone andamento prezzi

In cima a questa classifica c'è così Xiaomi, in grado di mantenere al meglio il prezzo sul mercato cinese. Poco dopo troviamo OnePlus, storicamente uno dei brand il cui prezzo degli smartphone è solito rimanere sempre il solito dopo mesi e mesi. Meno scontata è la presenza di Black Shark sul gradino più basso del podio, avendo uno storico più corto rispetto agli altri brand coinvolti. Va meno bene ad Apple che, perlomeno in Cina, si piazza dietro anche a Huawei ed Honor, due società che in madrepatria maturano numeri maggiori. Le realtà a cui in Cina gira peggio in quanto a mantenimento del prezzo sono il duo Nubia e ZTE, nonché la succitata Samsung e la più giovane Realme.

💰 Risparmia con GizDeals per le migliori offerte dalla Cina!⭐️ Se hai fame di notizie, segui GizChina su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti .