MediaTek e i benchmark truccati: Qualcomm fa la voce grossa

qualcomm

Sembra non voler finire mai la vicenda che, negli scorsi giorni, ha coinvolto principalmente MediaTek. Da quello che è stato possibile appurare, infatti, il chipmaker taiwanese avrebbe deliberatamente truccato i benchmark degli smartphone che montano i propri chipset. Questo avrebbe permesso di raggiungere risultati, dati alla mano, superiori a quelli nominali. Ovviamente il brand è intervenuto sulla vicenda, affermando che anche la concorrenza opera nello stesso modo, alludendo a Qualcomm.

Qualcomm prende le distanze da MediaTek

mediatek qualcomm

Non si è fatta attendere la risposta di Qualcomm alle accuse, seppur non esplicite, di MediaTek. Quest'ultima azienda, infatti, aveva giustificato il proprio comportamento, definendo la sua pratica quasi di utilizzo comune in tale ambito. Motivo per cui Qualcomm ha voluto ufficialmente prendere le distanze da tali affermazioni. Secondo l'azienda americana, infatti, non dovrebbe esistere questo tipo di pratica, che favorisce spudoratamente i propri interessi. Tutto questo, infatti, ha una forte ripercussione sul pubblico, che dovrebbe fidarsi di dati quanto mai falsi. Una situazione, dunque, inaccettabile.

LEGGI ANCHE:
MediaTek risponde alle accuse di “barare” nei benchmark

Crediamo che anche in futuro, dunque, Qualcomm non procederà alla creazione di apposite whitelist per i prodotti che montano i propri chipset. Questo tipo di politica, però, non sembra riguardare anche altri brand, che nel corso degli anni passati sono stati colti in flagrante. Su tutti, infatti, ricordiamo principalmente Huawei.

⭐️ Scopri il nuovo Volantino Settimanale di GizChina con offerte e coupon esclusivi sempre diversi.
Volantino