Xiaomi Mi 10 e Mi 10 Pro ufficiali: sempre più top, sempre più costosi

xiaomi mi 10

La stagione dei top di gamma è iniziata con Samsung Galaxy S20 e adesso prosegue con Xiaomi Mi 10. La prima novità rispetto alle scorse generazioni è che, come la pressoché totalità dei produttori, c'è anche un modello superiore. Si chiama Xiaomi Mi 10 Pro e sarà la scelta per chi vorrà ancora meno compromessi. Sì, perché a questo giro Xiaomi ha deciso di non badare al portafogli, offrendo dei veri top di gamma con tutti i crismi.

LEGGI ANCHE:
Record per Xiaomi Mi TV: mai vendute così tante smart TV!

Xiaomi Mi 10 e Mi 10 Pro ufficiali: tutto quello che devi sapere

La componente estetica è direttamente ereditata da Xiaomi Mi Note 10, almeno sul posteriore. Questo per la disposizione della fotocamera, ma anche per il display curvo sul davanti, non più dotato di notch. Xiaomi ha optato per l'omologazione con la pressoché totalità dei top di gamma di questi mesi, ovvero uno schermo forato. Il foro in alto a sinistra ospita la selfie camera, con un ingombro da 1.74 mm ridotto all'osso.

Per ambo i modelli abbiamo un pannello AMOLED HDR10+ da 6.67″ Full HD+ (2340 x 1080 pixel) in 19.5:9. Il team di ingegneri si è prodigato per avere uno schermo dall'ottima resa, a partire dai 1120 nits di luminosità di picco. Ma non solo, perché su Mi 10 Pro il pannello è stato ulteriormente rifinito. La gamma cromatica DCI-P3 è coperta al 100%, con una riproduzione cromatica JNCD < 0.55 e Delta E < 1.11. L'upgrade riguarda anche il refresh rate, adesso a 90 Hz e con campionamento del touch screen a 180 Hz.

Dal punto di vista estetico, a differenziare il Pro dal base ci pensano le colorazioni. Il modello avanzato sarà infatti disponibile esclusivamente nelle due colorazioni Starry Blue e Pearl White.

La configurazione hardware si basa sull'ultimo Snapdragon 865 di casa Qualcomm. Realizzato con processo produttivo a 7 nm+, integra una CPU Kryo 585 a tre cluster: 1 x 2.84 GHz + 3 x 2.42 GHz + 4 x 1.8 GHz. La componente grafica è invece gestita dalla GPU Adreno 650, con un boost del 25%, affiancata da 8/12 GB di RAM LPDDR5-2750 quad channel e 128/256 GB di storage UFS 3.0 non espandibile.

Una configurazione tale da riuscire a raggiungere un punteggio benchmark di più di 580.000 punti su Antutu. E a calmare i bollenti spiriti ci pensa un sistema di raffreddamento con heatpipe in rame e multipli strati di grafite. Anche la componente AI gestirà le temperature, monitorandole e regolando il sistema di conseguenza. Se non bastasse, Xiaomi ha pensato di creare un accessorio ad hoc, con una ventola da attaccare alla back cover, al prezzo di 129 yuan (circa 16€).

In dimensioni di 162.6 x 74.8 x 8.96 mm ed un peso di 208 g, ad alimentare il tutto c'è una batteria da 4780 mAh, con una ricarica ulteriormente potenziata. Nel caso di Mi 10 sarà possibile caricarlo via cavo a 30W, caricandosi completamente in 65 minuti. Mi 10 Pro farà di meglio con i suoi 50W, mettendoci soltanto 47 minuti. Per entrambi la ricarica wireless sarà a 30W, raggiungendo il 100% in 76 minuti, anche in modalità inversa a 10W per gli accessori compatibili. Ci sarà anche un'apposita basetta per la ricarica senza fili, con ventolina incorporata al prezzo di 199 yuan (circa 26€).

Un'altra novità migliorerà un reparto debole su Mi 9, ovvero quello audio. Questo grazie all'utilizzo di una coppia di speaker stereo, di dimensioni equivalenti sopra e sotto in modo da non avere sbilanciamenti. Inoltre, la cavità sonora da 1.2 cc con ampiezza da 0.65 mm promette un volume piuttosto sostenuto. Niente ingresso mini-jack, però, come prevedibile, ma il comparto audio è stato comunque lodato da DxOMark.

Il nuovo SoC permette anche un reparto connettività avanzato, dotato di Wi-Fi 6 con MU-MIMO e velocità di picco di 9.6 Gbps. Ma anche e soprattutto di modem 5G: il supporto dual-mode SA e NSA (n41, n78, n79, n1 e n3) fa sì che Mi 10 sia in grado di navigare fino a 2.92 Gbps in download.

Grosse novità per la fotocamera di Mi 10

Introdotto con Mi Note 10, il sensore Samsung HMX da 108 MP fa il suo debutto anche sulla serie Mi, con dimensioni di 1/1.33″. Una quantità tale di pixel non sarà un problema per la memoria interna, grazie al supporto alla compressione HEIF. Le foto potranno essere scattate a piena risoluzione, ma con una dimensione ridotta di circa il 50% rispetto al classico JPG. Le novità hardware e software comprenderanno una modalità Super Night 2.0, filmati in 8K, video con bokeh, video macro e tanto altro ancora.

Grazie anche all'ausilio della stabilizzazione OIS+EIS, sarà possibile usufruire di uno zoom ibrido 10x, fino ad un massimo di 50x in digitale. Ma anche la selfie camera si rinnova, introducendo i cosiddetti Slo-fies, ovvero i video in Slow-Motion a 120 fps. Ma è qua che troviamo le principali differenze fra i due modelli. Anche se il sensore primario è il medesimo, non si può dire la stessa cosa per gli altri sensori. La quad camera è così composta per i due dispositivi:

  • Mi 10
    • Primario 108 MP, 1/1.33″, 4-in-1 1.16 µm, OIS, lenti 7P
    • Grandangolare 13 MP f/2.4, FoV 123″, 1.12 µm
    • Macro 2 MP f/2.4, 1.75 µm
    • Sensore per la profondità 2 MP f/2.4, 1.75 µm
  • Mi 10 Pro
    • Primario 108 MP, 1/1.33″, 4-in-1 1.16 µm, OIS, lenti 7P
    • Grandangolare 20 MP f/2.2, FoV 117°, lenti 6P
    • Teleobiettivo ibrido 10X f/2.0, OIS, lenti 5P
    • Portrait 12 MP f/2.0, 1.4 µm, autofocus Dual PD

Gli sforzi fatti hanno ripagato Xiaomi, con Mi 10 Pro che è schizzato in cima alla classifica di DxOMark.

Xiaomi Mi 10 – Scheda tecnica

  • Display AMOLED da 6.67″ Full HD+ (2340 x 1080 pixel), densità di 386 PPI, refresh rate a 90 Hz e protezione Gorilla Glass 5;
  • dimensioni di 162.6 x 74.8 x 8.96 mm per 208 g;
  • colorazioni Titanium Silver Black, Peach Gold e Ice Blue;
  • processore octa-core Qualcomm Snapdragon 865;
  • GPU Qualcomm Adreno 650;
  • 8/12 GB di RAM LPDDR5;
  • 256/512 GB di storage UFS 3.0 non espandibile;
  • sensore ID nel display e riconoscimento facciale;
  • quad camera posteriore da 100+13+2+2 MP con grandangolare, macro, video 8K, autofocus Dual PDAF, OIS e flash LED;
  • selfie camera da 20 MP;
  • speaker stereo;
  • supporto dual SIM 4G/5G, Wi-Fi 6, Bluetooth 5.1, NFC, Dual-frequency GPS/A-GPS/GLONASS/BeiDou/Galileo, sensore IR;
  • batteria da 4500 mAh con ricarica cablata 30W, wireless 30W ed inversa 10W;
  • sistema operativo Android 10 con interfaccia MIUI 11.

Xiaomi Mi 10 Pro – Scheda tecnica

  • Display AMOLED da 6.67″ Full HD+ (2340 x 1080 pixel), densità di 386 PPI, refresh rate a 90 Hz e protezione Gorilla Glass 5;
  • dimensioni di 162.6 x 74.8 x 8.96 mm per 208 g;
  • colorazioni Titanium Silver Black, Peach Gold e Ice Blue;
  • processore octa-core Qualcomm Snapdragon 865;
  • GPU Qualcomm Adreno 650;
  • 8/12 GB di RAM LPDDR5;
  • 256/512 GB di storage UFS 3.0 non espandibile;
  • sensore ID nel display e riconoscimento facciale;
  • quad camera posteriore da 100+8+12+20 MP con apertura f/1.69-2-2-2.2, teleobiettivo ibrido 10x, grandangolare, video 8K, autofocus Dual PDAF, OIS e flash LED;
  • selfie camera da 20 MP;
  • speaker stereo;
  • supporto dual SIM 4G/5G, Wi-Fi 6, Bluetooth 5.1, NFC, Dual-frequency GPS/A-GPS/GLONASS/BeiDou/Galileo, sensore IR;
  • batteria da 4500 mAh con ricarica cablata 50W, wireless 30W ed inversa 10W;
  • sistema operativo Android 10 con interfaccia MIUI 11.

Prezzo e data di vendita

Ecco i prezzi per Xiaomi Mi 10, in preorder in Cina da domani e in vendita dal 18 febbraio:

  • 8/128 GB: 3999 yuan (526€)
  • 8/256 GB: 4299 yuan (566€)
  • 12/256 GB: 4699 yuan (618€)

Ecco, invece, quanto costerà il più premium Xiaomi Mi 10 Pro:

  • 8/256 GB: 4999 yuan (658€)
  • 12/256 GB: 5499 yuan (724€)
  • 12/512 GB: 5999 yuan (790€)

📱Segui GizChina su Google News,  clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti ⭐️.