Huawei P40 Pro: nuovo sensore Sony 16-in-1 e doppio prisma

huawei p40 pro fotocamera

Poche ore fa i render stampa ufficiosi ci hanno fatto capire come sarà fatto Huawei P40 Pro, fra display forato e back cover dotata di quad camera. A marzo ci sarà l'evento di lancio in quel di Parigi e Huawei si prepara a stupire tutti in ambito fotografico. Ad ogni nuovo capitolo della serie P la volontà è quella di distaccare la concorrenza. Questo è possibile grazie alle innovazioni tecniche introdotte che non mancheranno anche su P40 Pro.

LEGGI ANCHE:
Ecco quali Huawei ed Honor NON riceveranno la EMUI 10

Huawei P40 Pro si prepara ad alzare l'asticella della fotografia su telefono

huawei p40 pro

L'obiettivo principale di Huawei P40 Pro dovrebbe essere un nuovissimo sensore Sony definito “Quad Quad Bayer“. No, non si tratta di una ripetizione non voluta, ma di una feature ben specifica che fa riferimento alla tecnologia di Pixel Binning. Il sensore sarà da 52 MP con dimensioni di 1/1.33″ e funzionalità di fusione 16-in-1, con pixel che dovrebbero addirittura toccare dimensioni di 8.96 μm. Così facendo, in fase notturna da 52 MP si scenderebbe così a “soltanto” 3.25 MP, risoluzione sufficiente per registrare video in Full HD ed ottenere foto probabilmente upscalate via software. Di giorno, invece, il Pixel Binning sarebbe settato a 4-in-1, ovvero 13 MP a 2.24 μm.

Le novità del reparto multimediale di Huawei P40 Pro non riguarderebbero soltanto foto e video con poca luce, ma anche le capacità di zoom. Il teleobiettivo garantirebbe uno zoom ottico 10, una possibilità resa fattibile dall'utilizzo di un doppio prisma integrato all'interno del meccanismo a periscopio. Sui teleobiettivo così formati visti finora c'è un solo prisma ed infatti lo zoom ottico non si è mai spinto oltre il 5x.


📱Segui GizChina su Google News,  clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti ⭐️.