Il CEO di OnePlus parla di pubblicità, OxygenOS e smart TV

oneplus pete lau

Sappiamo già che al CES 2020 di Las Vegas ci sarà una sorpresa da parte di OnePlus, di cui ancora non sappiamo praticamente nulla. Nell'ultima intervista rilasciata dal CEO Pete Lau non si è parlato di ciò, ma è stata colta l'occasione per parlare di altri settori, quali OxygenOSsmart TV. Lo sviluppo del brand in ambito smartphone passa anche per la UI, uno degli aspetti più vincenti, visto l'apprezzamento dichiarato dalla community. Questo anche per la gestione “pulita” del software, senza troppe rinunce ma soprattutto privo di dettagli fastidiosi.

LEGGI ANCHE:
Le classifiche Antutu guidate da OnePlus e Xiaomi

OnePlus conferma: niente pubblicità nella OxygenOS e smart TV al debutto fuori dall'India

La frecciata non può che essere diretta a Xiaomi, la cui MIUI è spesso stata accusata di avere una gestione degli annunci pubblicitari troppo invasiva. Il feedback è stato accolto e, di conseguenza, le inserzioni nella UI sono state via via diminuite. Ma rispetto a OnePlus, siamo di fronte ad una scelta di business ben differente. Non è caso se, ad esempio, le vendite di telefoni come Redmi K30 non portano grandi guadagni nelle casse di Xiaomi.

L'azienda di Lei Jun può contare su altre forme di introiti, fra servizi, un'ecosistema di prodotti ampissima e, appunto, pubblicità. Tutto ciò permette alla dirigenza di mantenere viva la volontà di non superare il 5% di profitti dalle vendite di hardware. Questo non è il caso, invece, di OnePlus, la cui missione aziendale è tenere alto il rapporto qualità/prezzo, senza scendere ad eccessivi compromessi. “La maggiore differenza fra i telefoni di fascia alta e standard è nei dettagli. Se usi un display a 90 Hz, non puoi tornare indietro ai 60 Hz.

Altra discussione interessante è ruotata attorno al futuro del segmento delle smart TV, nel quale OnePlus ha da poco fatto il suo debutto. Per il momento, però, la commercializzazione della OnePlus TV è avvenuta esclusivamente in India, ma l'iter cambierà fra non molto. Pete ha affermato che la messa in vendita avverrà anche in Nord America, Europa e Cina, non appena si concluderanno gli accordi con i providers di contenuti locali.


Discuti con noi dell'articolo e di OnePlus nei gruppi TelegramFacebook (OP6 e OP7 e OP7 Pro) dedicati! E non perderti nessuna notizia e offerte in tempo reale seguendo il canale  Telegram!