Volete una SIM in Cina? Il Governo vuole la vostra faccia

cina riconoscimento facciale

Da sempre la Cina è un paese piuttosto ambiguo, specialmente agli occhi di noi occidentali, data la diversa importanza che lì viene data alla privacy. E la nuova misura decisa dal governo cinese non potrà non far discutere, visto che coinvolge il sempre discusso argomento del riconoscimento facciale. Da adesso, infatti, sarà necessario fornire i dati biometrici del proprio volto nel caso si faccia richiesta per una nuova SIM.

LEGGI ANCHE:
Secondo il Presidente di Huawei, la Cina avrebbe la capacità di realizzare il miglior 5G al mondo

Il governo cinese richiede di avere i dati facciali se si necessita di un nuova SIM

La direttiva è stata lanciata durante lo scorso mese di settembre e richiederà agli operatori telefonici della nazione di mettere in atto tecnologie ad hoc per soddisfare tale richiesta. E dall'1 dicembre ciò è diventato ufficialmente legge, imponendo ai negozi di avere sistemi che permettano la scansione facciale e conseguente registrazione dei dati degli utenti. A questo punto viene ovviamente da chiedersi il perché di una mossa del genere, così discutibile. Come descritto dal Ministero dell'Industria e dell'Informazione cinese, è una mossa per “proteggere i diritti e gli interessi legittimi dei cittadini nel cyberspazio“. Non si tratta di una vera e propria novità, dato che è già un anno che alcuni operatori hanno attuato questa procedura di registrazione.

Di base non è nulla di poi così diverso dalla richiesta di un documento d'identità, sul quale è già presente una nostra fototessera, come avviene qua in Occidente. Ma in Cina il tutto è portato ad un estremo, difficile da digerire per coloro che mal sopportano le nuove tecnologie. Certo è che la condotta socio/politica della Cina non può non essere considerata quando in gioco ci sono i dati della popolazione.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.