Con il termoigrografo di Xiaomi si monitora la casa al meglio

xiaomi termoigrografo

Chi non vorrebbe un bel termoigrografo nella propria casa? Come? Non sapete di cosa si tratta? Sto parlando della nuova aggiunta da parte di Xiaomi all'interno del proprio ecosistema di dispositivi IoT. Un oggettino pensato per essere appeso al muro e, anche cooperando con altri terminali della stessa categoria, monitorare parametri come temperatura ed umidità.

LEGGI ANCHE:
Xiaomi pensa ad un pieghevole con penta camera pop-up

Xiaomi lancia un nuovo termoigrografo: ma a cosa serve, di preciso?

Questo Xiaomi Mi Home Bluetooth Hygrotermograph 2 è, appunto, la seconda reiterazione del modello visto qualche mese fa. Oltre ad un nuovo design quadrato e non più circolare, porta con sé nuove funzionalità, hardware e software. Innanzitutto il suo funzionamento non conta più su batterie AAA, bensì su una CR2032, le cosiddette batterie a bottone. Questo viene, però, con una mancanza, ovvero l'assenza di visualizzazione del livello di batteria.

All'interno del termoigrografo di Xiaomi c'è un sensore ad alta precisione Swiss Sensirion, in grado di rilevare e misurare i dati di temperatura ed umidità. La forbice di precisione varia di 0.1° C ed 1%, consentendo una misurazione piuttosto precisa, visualizzabile all'interno dell'app Mijia. Inoltre, può essere utilizzato in combinazione con dispositivi come condizionatori, umidificatori e riscaldatori. La loro sinergia fa sì che possano avviarsi autonomamente nel momento in cui vengono rilevati dei livelli specifici.

Per esempio, è possibile far partire il condizionatore quando fa troppo caldo, viceversa il riscaldatore quando la temperatura scende sotto quanto desiderato. Una collaborazione domotica che viene consentita da Xiaomi ad un prezzo di 49 yuan, poco più di 6€, per un bundle da 3 unità, mentre per uno solo bastano soltanto 219 yuan, circa 3€.


Discuti con noi dell'articolo e di Xiaomi nei gruppi TelegramFacebook  dedicati!