OPPO rispolvera la serie PadFone di ASUS e brevetta un tablet unico

oppo tablet pieghevole
OnePlus Nord N10

Mentre attendiamo qualche notizia in più in merito al primo smartwatch di OPPO (per non parlare delle cuffie TWS e del nuovo modello Dual Mode 5G), ecco spuntare un nuovo brevetto della compagnia cinese, ancora una volta con un'idea davvero brillante. No, stavolta non si tratta della fotocamera sotto il display bensì di una soluzione innovativa per trasformare il proprio smartphone… in un tablet pieghevole!

OPPO brevetta un tablet con un alloggiamento per lo smartphone in stile ASUS PadFone: ecco come funziona

oppo tablet pieghevole

Ovviamente, per quelli che hanno una buona memoria, si tratta di un'innovazione non esattamente originale. Tempo fa la rivale ASUS ci ha allietato con la serie ZenPad (clicca qui per saperne di più): si tratta di uno smartphone venduto assieme ad un display secondario (con batteria integrata); quest'ultimo possedeva un alloggiamento in cui inserire il device et voiltà! Con un semplice gesto era possibile avere subito a disposizione un tablet. A quanto pare OPPO è intenzionata a rispolverare questa soluzione, portandola al livello successivo.

Stando al nuovo brevetto registrato dalla compagnia cinese (ad aprile ed approvato ad ottobre 2019), il team di OPPO sarebbe al lavoro su un tablet pieghevole. Già solo il display richiudibile – tramite una cerniera posta al centro della scocca – lo rende speciale, ma l'azienda ha deciso di lasciare senza fiato inserendo un alloggiamento sul retro. Qui – proprio come per il PadPhone – è possibile “agganciare” il proprio dispositivo, collegandolo al tablet tramite USB.

In questo modo è possibile visualizzare tutti i contenuti dello smartphone, leggere documenti, giocare ed ascoltare musica. E ovviamente guardare le serie TV su Netflix! L'ennesima caratteristica è che il display secondario ha un processore indipendente ed una propria batteria, mentre non è chiaro se potrà essere utilizzato come tablet indipendentemente dallo smartphone (anche se sembra più un'ipotesi da escludere).

Ricordiamo che si tratta comunque di un semplice brevetto e che non è detto che il dispositivo vedrà mai la luce. Certo è che si tratterebbe di una bella “novità”, adatta sia alla riproduzione di contenuti multimediali che ad un'utenza business. Che ne pensate? Acquistereste una soluzione di questo tipo?


Discuti con noi dell'articolo e di OPPO nel gruppo TelegramFacebook. Non perdere alcuna notizia in tempo reale e le migliori offerte dedicate su OPPO Inside!