Recensione Redmi Note 8: nient’altro che un upgrade?

redmi note 8

Xiaomi e la sua costola Redmi sono focalizzate su tutte le fasce di prezzo del settore degli smartphone, con numerosi modelli ogni anno. Eppure ci sono dei dispositivi in particolare – appartenenti alla categoria dei mid-range – capaci di entrare nel cuore dei Mi Fan e degli appassionati di tecnologia in generale, grazie ad un connubio impeccabile tra specifiche e prezzo di vendita (complici anche i vari sconti a cui siamo ormai abituati, tra offerte lampo e coupon). Ad oggi uno dei modelli preferiti dagli utenti è stato il Redmi Note 7, medio di gamma con una fotocamera da 48 MP ed ora siamo alle prese con il suo successore, il quale prova ad offrire un pacchetto ancora più completo. Riuscirà il nuovo arrivato a convincere grazie alla sua Quad Camera? Scopritelo nella nostra recensione del Redmi Note 8!

Recensione Redmi Note 8

Confezione di vendita

Il Redmi Note 8 si presenta con la solita confezione di vendita del brand, un cartonato bianco su cui troviamo l'immagine del dispositivo in bella vista. All'interno del box troviamo la seguente dotazione:

  • Redmi Note 8;
  • caricatore da parete da 5V 2A;
  • cavo dati USB/USB Type-C;
  • spillino per lo slot SIM;
  • cover in silicone;
  • manualistica.

Nulla di nuovo o particolarmente appagante, ma è sempre piacevole quando un device è accompagnato da una cover protettiva.

Design e costruzione

redmi note 8

Lo smartphone misura 158.3 x 75.30 x 8.35 mm per un peso di 188 grammi ed è rivestito da un vetro protettivo con curvatura 2.5D da entrambi i lati. Come ci ha ormai abituati l'azienda cinese, non ci troviamo di fronte ad un design particolarmente innovativo: frontalmente abbiamo uno schermo con notch a goccia ed un mento leggermente più pronunciato rispetto al resto delle cornici, con il logo di Redmi al centro. La capsula auricolare è a filo con il bordo superiore, non manca la solita sensoristica ed il LED di notifica.

redmi note 8

Tutt'intorno al device abbiamo un frame in plastica, con un sensore IR ed il microfono secondario nella parte superiore, il bilanciere del volume ed il tasto Power a destra, lo slot Dual SIM a sinistra. Il bordo inferiore ospita l'ingresso mini-jack per le cuffie, il microfono principale, la porta USB Type-C e lo speaker.

xiaomi-redmi-note-8-lato-inferiore-recensione

Per quanto riguarda il resto del Redmi Note 8, il look non cambia rispetto al suo predecessore. Ancora una volta abbiamo una fotocamera verticale in alto a sinistra ed il lettore d'impronte al centro della scocca. Il logo del brand si sposta in basso a sinistra (con orientamento verticale) mentre fa subito colpo la vera novità del device: la Quad Camera, accompagnata dal Flash Dual LED. Il gradino del modulo è abbastanza pronunciato e non tutti troveranno gradevole la cosa.

Il device si lascia tenere in mano senza problemi – ormai siamo più che abituati ai modelli in 19.5:9 – e la qualità costruttiva è la solita Xiaomi/Redmi. Il trattamento oleofobico non è dei migliori, sia per il pannello frontale che quello posteriore (meglio usare la cover per evitare “ditate”).

Display

A bordo del Redmi Note 8 abbiamo un display IPS da 6.3 pollici di diagonale con risoluzione Full HD+ (2280 x 1080 pixel), rapporto in 19.5:9, densità di 403 PPI, luminosità di 450 nit e certificazione TÜV Rheinland. A protezione dello schermo troviamo un pannello in vetro Gorilla Glass 5.

xiaomi-redmi-note-8-display-goccia-recensione

Il display è una soluzione più che accettabile per un medio di gamma di questo calibro, con colori abbastanza fedeli e buoni angoli di visuale. La luminosità sotto la luce diretta del sole non è il massimo ma resta comunque accettabile. I neri non sono molto intensi, anche se fanno del loro meglio (un limite tipico delle soluzioni di questo tipo). Le personalizzazioni sono ridotte all'osso, con la possibilità di cambiare temperatura dei colori e contrasto.

Hardware e Performance

Nuovo smartphone e nuovo processore: a questo giro l'azienda ha implementato il chipset Snapdragon 665, soluzione octa-core lanciata ad aprile, realizzata con processo LPP a 11 nm e composto da una CPU con architettura Kryo 260, con una frequenza massima di 2.0 GHz. Lato memorie – nel caso del nostro modello – abbiamo 4 GB di RAM e 64 GB di storage, espandibile fino a 512 GB tramite microSD.

Lo Snap 665 si comporta in maniera abbastanza degna e l'esperienza generale offerta dall'interfaccia è fluida il più delle volte. Non manca qualche piccolo rallentamento o ritardo nell'apertura/chiusura delle app, ma non si tratta mai di episodi troppo insistenti o stressanti. La parte grafica viene affidata alla GPU Adreno 610, perfetta per giochi che non richiedono grandi sforzi. Anche per i titoli più pesanti tutto sembra filare liscio (tranne qualche piccolo calo), ma ricordiamo che comunque non abbiamo a che fare con una soluzione potente o adattissima al gaming.

Recensione Redmi Note 8 – Benchmark

Software

L'arrivo della MIUI 11 stabile è previsto per il mese di novembre (secondo la roadmap di Xiaomi); nel frattempo il Redmi Note 8 monta la MIUI 10.3.2.0, basata su Android 9 Pie e con patch di sicurezza datate agosto 2019. Insomma, se siete degli appassionati di Xiaomi non troverete novità ma il solito ed affidabile pacchetto offerto dalla MIUI 10.

Abbiamo le gesture Full Screen, il Second Space e la possibilità di clonare le App. All'interno delle Impostazioni dedicata al Display troviamo la modalità lettura (per evitare l'affaticamento degli occhi) e il Tema Scuro. Presente anche il Benessere Digitale, il quale consente di monitorare il tempo di utilizzo del device, ed il Face Unlock. Insomma, la MIUI è una UI proprietaria ricca di funzionalità ed utility, ma comunque scattante. Gli amanti di Android puro storceranno il naso ma in fondo il gioco è proprio questo: ad ognuno i propri gusti.

Qualità fotografica

redmi note 8

Rispetto al modello precedente il Redmi Note 8 alza il tiro dal punto di vista fotografico, introducendo una Quad Camera. Abbiamo un sensore principale Samsung da 48 MP (f/1.79) accompagnato da un obiettivo ultrawide da 8 MP (f/2.2), un sensore macro da 2 MP (f/2.4) ed un modulo dedicato alla profondità di campo (2 MP, f/2.4), con autofocus PDAF ed un Flash Dual LED. Sicuramente un bel passo avanti, ma che non si concretizza effettivamente in vero e proprio miglioramento.

Le immagini scattate con il dispositivo offrono colori equilibrati ed un buon livello di dettaglio. A volte si verificano alcuni fenomeni di sovraesposizione, ma si tratta di casi sporadici e con una buona mano (ed un uso sapiente dell'HDR) sarete in grado di effettuare scatti accettabili. Il sensore macro offre la possibilità di sbizzarrirsi e lo stesso vale per il teleobiettivo che compone il modulo fotografico. Bene anche per la modalità Ritratto, con il soggetto in primo piano scontornato con precisione.

Di sera la qualità dei dettagli cala drasticamente ed il rumore di fondo si fa più insistente; tuttavia la modalità notturna di Xiaomi fa il suo dovere, salvando la situazione in vari casi.

Frontalmente, incastonato nel notch a goccia, abbiamo una selfie camera da 13 MP (f/2.0). Gli scatti realizzati con una buona illuminazione soddisfano – anche in ottica social – mentre con il calare delle tenebre la qualità tende a diminuire non poco. Il device è in grado di registrare video in 4K a 30 fps: anche in questo caso la qualità è buona, anche grazie alle performance della stabilizzazione elettronica.

Autonomia

Il Redmi Note 8 è equipaggiato con una batteria da 4000 mAh – ancora una volta si sovrappone al suo predecessore – la quale permette di arrivare a fine giornata senza problemi. In media abbiamo raggiunto le 5 ore e 30 minuti di display acceso, anche se con un po' più di cura (e magari qualche partita in meno) è possibile superare le 6 ore di display acceso.

La ricarica dura poco più di 2 ore con il caricabatterie in dotazione (da 5V 2A). Tuttavia ricordiamo che il dispositivo supporta la ricarica rapida Quick Charge 3.0 (da 18W) per cui, con il giusto caricatore, è possibile accorciare i tempi di ricarica.

Connettività e audio

Come siamo ormai abituati da tempo con la stragrande maggioranza degli smartphone, il Redmi Note 8 offre uno slot Dual SIM con connettività LTE (4G+). Un plauso alla scelta di utilizzare un carrellino con tre alloggiamenti, in modo da poter sfruttare una microSD senza rinunciare ad una delle due SIM. In merito alla connettività di rete non abbiamo riscontrato anomalie, il device presenta la banda 20 ed il volume dell'audio in chiamata è decente.

Il pacchetto connettività offre il Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac Dual Band e il Bluetooth 5.0, ma purtroppo manca il supporto NFC. La navigazione satellitare tramite GPS/A-GPS/Glonass/Beidou è andata come sperato anche se al primo avvio è stato necessario effettuare una calibrazione onde evitare difetti nel posizionamento.

L'audio in cuffia (sia cablata che tramite modelli TWS) lascia soddisfatti mentre lo speaker presente nell'angolo in basso a destra del frame perimetrale non è esattamente una cima. Il volume è adeguato anche se non manca qualche distorsione qua e là.

Recensione Redmi Note 8 – Prezzo e conclusioni

Siamo giunti alla conclusione della recensione del Redmi Note 8 e come al solito è arrivato il momento delle considerazioni finali. Partiamo rispondendo subito alla domanda più importante: il nuovo medio di gamma del brand cinese è o non è un best buy? La risposta non è semplice come sembra, in quanto ci troviamo di fronte più ad un upgrade del suo predecessore che un vero e proprio modello inedito. La Quad Camera offre qualche possibilità in più negli scatti – grazie all'introduzione del sensore macro – e il comparto hardware aggiornato offre delle buone prestazioni (senza far gridare al miracolo).

Nel complesso il Redmi Note 8 è un ottimo smartphone ed un degno rappresentate della fascia media, in grado di offrire tante funzionalità ad un prezzo davvero conveniente. Siete in cerca di un nuovo smartphone ma non volete spendere una fortuna? Volete affidabilità e qualità ma siete pronti ad accettare qualche compromesso? Allora come al solito, Xiaomi e Redmi sono una garanzia. Se poi mettiamo nella lista anche la possibilità di acquistare il device dallo store GearBest a circa 160€… allora potrete lanciarvi su di esso senza remore!

Xiaomi Redmi Note 8 4/64 GB Black – Gearbest

Xiaomi Redmi Note 8 4/64 GB Black Global Con Banda 20 e caricatore EU - RECENSIONE

More Less
LinkedIn
Xiaomi Redmi Note 8 4/64 GB Blue – Gearbest

Xiaomi Redmi Note 8 4/64 GB Blue Global con Banda 20 e Caricatore EU

More Less
LinkedIn

Discuti con noi dell'articolo e di Xiaomi nei gruppi TelegramFacebook  dedicati!