Niente più “cinafonini” senza Android 10, grazie a Google

android 10 xiaomi redmi note 5

Se c'è una cosa di cui non possiamo lamentarci del mercato cinese degli smartphone è il non proporre hardware di qualità. Lo stesso – ahimè – non possiamo dire per il software, spesso non al passo coi tempi. Ma Google sta per porre un freno al brutto trend dei telefoni lanciati senza l'ultima versione di Android. Questi giorni hanno visto l'introduzione di nuove direttive da parte di Big G, non soltanto sotto questo punto di vista ma anche in merito a gaming e benessere digitale.

LEGGI ANCHE:
L’NFC della Xiaomi Mi Band 5 potrebbe funzionare anche fuori dalla Cina

Google metterà un taglio a breve ai telefoni senza Android 10

C'è una data di scadenza per la direttiva attuale, ovvero il 31 gennaio 2020. Da quel giorno in poi sarà necessario che uno smartphone venga ufficializzato con Android 10 e non versioni precedenti. In caso contrario, quel dispositivo non riceverà la certificazione Google. Una penalizzazione non da poco, come testimoniato dal caso Huawei Mate 30 che ha fatto parlare su internet di recente.

Non avere questa certificazione non significa soltanto non avere il normale accesso alle app Google, visto che queste possono essere comunque installabili tramite APK. Questa assenza comporta la privazione dei servizi Google, con conseguenze come l'impossibilità di usare Google Pay. Senza contare la mancata sinergia delle Gapps con il firmware e l'hardware del telefono.

Per quanto riguarda i telefoni già in commercio, sarà possibile far certificare nuovi aggiornamenti sempre basati su Android 9 Pie. Ma soltanto per qualche mese in più: la data non c'è ancora, ma si parla di agosto 2020.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.