Xiaomi, OPPO e Vivo si alleano per migliorare il trasferimento di file su Android

xiaomi vivo oppo

A sorpresa – con una mossa davvero impensabile, specialmente conoscendo il modus dei brand cinesi e il loro alto livello di competitività – Xiaomi, OPPO e Vivo hanno stretto una partnership per il miglioramento del trasferimento di file tra smartphone. Ecco che cosa sta succedendo in patria e quali sono i vantaggi di questa nuova alleanza.


Aggiornamento 02/01: i tre brand hanno fornito diversi dettagli sul servizio in arrivo. Inoltre OPPO ha confermato l'arrivo della funzione OPPO Sharing – compatibile con i dispositivi Xiaomi e Vivo – a bordo dei device che supportano ColorOS 7 con Android 10; la nuova interfaccia sarà disponibile per gli utenti italiani nel corso dei prossimi mesi. Trovate tutti i dettagli all'interno dell'articolo.


Xiaomi, OPPO e Vivo insieme per migliorare l'esperienza utente su Android

Le pagine Weibo ufficiali di ColorOS, FuntouchOS e MIUI – rispettivamente, l'interfaccia proprietaria di OPPO, Vivo e Xiaomi – hanno pubblicato il medesimo post, con un annuncio sorprendente. I tre brand cinesi hanno deciso di stringere una partnership che consentirà ai proprietari di smartphone dei rispettivi marchi di scambiare file tra di loro fino a 20 Mbps e senza aver bisogno di un'applicazione di terze parti.

LEGGI ANCHE:
Ci saranno anche OPPO Reno 2Z e 2F: scheda tecnica e prezzo

Il paragone che viene in mente al volo è quello con AirDrop, app targata Cupertino che consente il trasferimento di file tra iPhone con estrema facilità. Questa funzionalità è difficile da implementare su Android, a causa delle differenze tra le UI dei vari produttori. Ognuno utilizza una propria versione dell'OS del robottino verde e pensare ad un sistema di default è un vero grattacapo.

LEGGI ANCHE:
Vivo NEX 2: nuovi schizzi mostrano il suo display “Waterfall”

L'alleanza tra questi brand permetterà di superare queste divergenze: Xiaomi, OPPO e Vivo offriranno una soluzione simile a quella di Apple, per la gioia dei fan. In questo modo sarà possibile trasferire file come immagini, video, documenti e così via, ad alta velocità e senza complicazioni di alcun tipo.

Insomma, davvero una mossa da non sottovalutare, specialmente avendo a mente che le tre aziende insieme detengono circa il 50% delle quote di mercato in Cina. Una mossa che non esclude l'entrata di altri brand nell'alleanza, al fine di migliorare ulteriormente l'esperienza degli utenti.

Inter-Transfer Alliance Group: ecco le novità | Aggiornamento

xiaomi oppo vivo

Dopo alcuni mesi di Beta Test, la collaborazione Inter-Transfer Alliance tra Xiaomi, OPPO e Vivo si appresta ad arrivare su tutti i dispositivi dei vari brand. Tramite un comunicato ufficiale le tre aziende hanno confermato il periodo di rilascio della feature a livello globale: febbraio 2020.

Il nuovo servizio di peer-to-peer consentirà di trasferire file ad una velocità fino a 20 Mbps tra i dispositivi dei brand cinesi, semplicemente attivando il Wi-Fi ed il Bluetooth. Non è richiesta una connessione Internet. Il servizio nasce come conseguenza dell'aumento delle dimensioni medie dei file, un trend destinato a crescere ulteriormente con la diffusione della rete veloce 5G.

In questo modo Vivo, Xiaomi e OPPO offriranno agli utenti la possibilità di scambiare grossi quantitativi di dati senza inficiare sul proprio piano tariffario e in modalità wireless. Inoltre OPPO ha confermato l'arrivo della funzione OPPO Sharing – compatibile con i dispositivi Xiaomi e Vivo – a bordo dei device che supportano ColorOS 7 con Android 10; la nuova interfaccia sarà disponibile per gli utenti italiani nel corso dei prossimi mesi, con la serie Find e Reno.


Discuti con noi dell'articolo e di Xiaomi nei gruppi TelegramFacebook  dedicati!