Xiaomi Mi A3 Pro certificato in Russia: anche da noi Mi CC9?

xiaomi mi a3

Al contrario dello scorso anno, con la gamma Android One di Xiaomi che vide l'introduzione di due modelli, per il 2019 l'azienda ha preferito tornare a proporre un solo modello. Tuttavia, a fianco dello Xiaomi Mi A3 potrebbe presto aggiungersi un migliorato Xiaomi Mi A3 Pro. A darci questa speranza è l'ente EEC russo, il quale ha da poco certificato l'inedito modello M1904F3BG.

LEGGI ANCHE:
Xiaomi Youdao Memobird G4: ecco la stampante tascabile del brand

Xiaomi M1904F3BG certificato in Russia: che sia Xiaomi Mi A3 Pro?

xiaomi mi a3 pro certificazione

Si tratta di una piccola variazione dal codice M1904F3BT/M1904F3BC, corrispondente allo Xiaomi Mi CC9. E visto che Xiaomi Mi A3 corrisponde all'asiatico Mi CC9e, possiamo presumere che questo modello certificato possa essere proprio Xiaomi Mi A3 Pro. Una strategia del genere non ci sorprenderebbe: basti vedere quanto accaduto con la gamma Mi 9T. Prima è stato lanciato Xiaomi Mi 9T da solo, il Redmi K20 cinese, mentre lo Xiaomi Mi 9T Pro, ovvero Redmi K20 Pro, dovrebbe debuttare a mesi di distanza.

Se così fosse, significherebbe che Xiaomi Mi A3 Pro avrebbe una scheda tecnica così composta:

Xiaomi Mi A3 Pro – Scheda tecnica

  • Display AMOLED da 6.39″ Full HD+ (2340 x 1080 pixel), densità di 403 PI e protezione Gorilla Glass 5;
  • dimensioni di 156.8 x 74.5 x 8.7 mm per 179 g;
  • processore octa-core Qualcomm Snapdragon 710;
  • GPU Qualcomm Adreno 616;
  • 6 GB di RAM;
  • 64/128 GB di memoria interna espandibile via microSD;
  • lettore d'impronte nel display e Face Unlock;
  • tripla fotocamera posteriore da 48+8+2 mega-pixel con apertura f/1.8, grandangolare e sensore per la profondità;
  • fotocamera frontale da 32 mega-pixel con apertura f/2.0;
  • supporto dual SIM 4G, Wi-Fi ac Dual Band, Bluetooth 5.0, NFC, GPS/A-GPS/GLONASS/BDS, porta IR, ingresso mini-jack, USB Type-C;
  • batteria da 4030 mAh con ricarica rapida 18W;
  • sistema operativo Android 9.0 Pie (Android One).

Discuti con noi dell'articolo e di Xiaomi nei gruppi TelegramFacebook  dedicati!