MediaTek punta forte sul gaming con Helio G90 e G90T

MediaTek Helio G90 e G90T

Nell'ultimo periodo la maggior parte dei device che sono arrivati sul nostro territorio presentano un SoC di casa Qualcomm. Con i nuovi Snapdragon, infatti, il mercato è quasi diventato un monopolio del colosso americano in tale ambito. Da sempre, però, l'alternativa è rappresentata da MediaTek, perlomeno in ambito Android. Prima ancora dell'arrivo di Huawei, che utilizza i propri chipset, l'azienda taiwanese riusciva a vendere i propri processori ad un numero più ampio di aziende del settore mobile. Da qualche anno la situazione è leggermente cambiata ma la società non è intenzionata a lasciare la presa, motivo per cui ha presentato i nuovi MediaTek Helio G90 e G90T.

Helio G90 e G90T includeranno HyperEngine e HDR10

MediaTek Helio G90 e G90T

Nonostante tutte le difficoltà, MediaTek vuole riemergere in grande stile. Da poco sono stati presentati, infatti, due nuovi chipset, dedicati particolarmente al settore gaming. Helio G90 e G90T sono, quindi, due processori octa-core con frequenza di clock massima pari a 2,05 GHz. Vengono utilizzati, per sprigionare questa potenza, gli stessi core ARM Cortex-A76 e A55 degli ultimi processori di punta di Qualcomm e Huawei. Se non bastasse, poi, a bordo troviamo anche una GPU Mali-G76 da 800 MHz e supporto fino a 10GB di RAM LPDDR4X.

Dalle prime specifiche è chiaro, quindi, come MediaTek non voglia lasciare nulla al caso. All'interno di questa nuova gamma, infatti, verrà implementata la tecnologia HyperEngine, cioè un pacchetto che consiste nell'introduzione di alcune soluzioni particolari in ambito gaming. Questi chip, poi, supporteranno anche l'HDR10 e l'azienda promette un sistema d'intelligenza artificiale in grado di rilevare le prestazioni del Wi-Fi, switchando rapidamente sulla rete LTE in caso di necessità.

Ovviamente Helio G90 e G90T sono dedicati agli smartphone da gaming, come ad esempio Razer Phone 2 e ASUS ROG Phone 2. Non sarà facile, però, convincere le aziende del settore a investire in MediaTek, dato che fino ad oggi si sono rivolte costantemente a Qualcomm per soluzioni di questo tipo. Bisognerà vedere, quindi, come risponderà il mercato ora che l'azienda taiwanese ha deciso di mettere il piede sull'acceleratore.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.