Huawei Mate 20 X 5G: ok il Balong 5000 ma l’infrastruttura del 5G ancora non convince

huawei mate 20 x 5g
ECOVACS

Fra pochi giorni in Italia sarà disponibile all'acquisto Huawei Mate 20 X 5G, inizialmente ostracizzato dagli operatori ma adesso nuovamente in gioco. A differenza degli altri due modelli, Mate 20 X vanta dimensioni maggiori, visto l'ampio display OLED da 7.2″ Full HD+ e la capiente batteria da 5000 mAh. Una batteria che aiuta a sostenere la nuova connettività 5G, più energivora rispetto allo standardizzato 4G.

Lo speed test su Huawei Mate 20 X 5G ci mostra come il 5G non sia ancora del tutto pronto

A sostenere il supporto 5G è necessaria anche la presenza del Kirin 980, chipset di fascia alta che abbiamo potuto testare con soddisfazione anche su Mate 20 e Mate 20 Pro. Questo per poter integrare il Balong 5000, il modem in grado di fornire tale supporto. Stando ai primi test il dispositivo ha dimostrato performance all'altezza ma ha evidenziato come l'infrastruttura 5G non sia del tutto pronta. Ma cosa significa avere una feature del genere? Non soltanto una latenza minore, ma anche velocità maggiorate.

In realtà, come già visto anche con Mi MIX 3 5G, i risultati son inferiori rispetto a quelli pubblicizzati nelle varie conferenze. A parlarcene sono i ragazzi di PhoneArena, avendo potuto testarlo in anteprima. Il primo speed test eseguito su Huawei Mate 20 X 5G ha mostrato velocità di 694 Mbps in download e 37.2 Mbps in upload. Tale risultato ovviamente non è da imputare al modem Balong 5000 o al dispositivo stesso quanto piuttosto come detto ad una rete 5G ancora giovane e in via di lancio. Bisognerà attendere almeno il 2020 per vedere entrare a pieno (o quasi) regime l'infrastruttura 5G che già da ora dispositivi come il Huawei Mate 20 X 5G supportano perfettamente. Senza contare la limitata copertura, attualmente estesa a poche città principali in Italia.


Non perdere alcuna notizia in tempo reale e le migliori offerte dedicate a Huawei nel canale Telegram dedicato!