Huawei è stata ri-aggiunta alla SD Association

huawei nanosd

Se da un lato è arrivata la smentita da parte di Panasonic, dall'altro ci sono brutte notizie per Huawei da parte della SD Association. Visitando il sito della società, infatti, è possibile notare che l'azienda cinese è stata rimossa dall'elenco dei membri del consorzio. Per quanto non ci sia ancora una comunicazione ufficiale, ciò comporterebbe l'impossibilità di produrre e vendere dispositivi con supporto SD.

Aggiornamento 29/05: Huawei è ricomparsa nuovamente nell'elenco delle aziende facente parti della SD Association. A confermare il fatto alla redazione di Android Authority ci ha pensato un rappresentate Huawei. Ma non sono stati rilasciati ulteriori dettagli a riguardo.

SD Association rimuove Huawei dalla lista delle aziende associate

huawei sd association

Quello che vedete qua sopra è lo screenshot prima e dopo la decisione di SD Association di rimuovere Huawei Technologies Co. Ltd. Se ciò venisse confermato, e non fatichiamo a crederlo, Huawei non potrà più proporre smartphone e non con slot microSD. Con sede a San Ramon, in California, la mossa dell'organizzazione no-profit SD Association rientra nel ban USA contro Huawei. Ma non solo, dato che tutte le aziende che incorporano tecnologie riconducibili agli Stati Uniti non potranno avere rapporti con Huawei.

LEGGI ANCHE:
Ban Huawei: anche ARM si defila, addio chip Kirin?

A questo punto viene da chiedersi se il lancio delle NanoSD, dette anche NM Card, non faccia parte di un vero e proprio piano B. Trattandosi di uno standard proprietario (ma liberamente utilizzabile anche da altri), Huawei potrebbe averlo preparato proprio in vista del ban americano. Basti pensare ai 12 mesi di forniture hardware messi da parte in prospettiva proprio di tale decisione.


Non perdere alcuna notizia in tempo reale e le migliori offerte dedicate a Huawei nel canale Telegram dedicato!