Huawei P30 Pro sbaraglia la concorrenza su DxOMark

Huawei P30 e P30 Pro sono appena stati presentati e, come per i loro predecessori, l'azienda ha voluto puntare tutto sulle capacità fotografiche. Non stupisce, quindi, che DxOMark abbia deciso di premiarli con un punteggio elevato, favorito dalla presenza di più ottiche.


Aggiornamento 15/04/2019: aggiunti i dettagli ed il punteggio in merito alla selfie camera del top di gamma.


Huawei P30 Pro debutta su DxOMark e non c'è concorrenza

Partiamo con lo snocciolare qualche dato. Su Huawei P30 abbiamo una tripla fotocamera da 40+16+8 mega-pixel con apertura f/1.8-2.2-2.4 con sensore grandangolare e teleobiettivo 3X con cui avere uno zoom ibrido 5X. Per quanto riguarda Huawei P30 Pro, invece, i sensori sono da 40+20+8 mega-pixel con apertura f/1.6-2.2-3.4: rimane il grandangolare ma il teleobiettivo 5X permette di avere un incredibile zoom ibrido 10X.

Su entrambi, comunque, troviamo il nuovo sensore SuperSpectrum da 40 mega-pixel. Oltre a dimensioni di 1/1.7″, è stata adottata una matrice RYYB, in grado di catturare il 40% in più di luce. Grazie anche alla stabilizzazione Dual OIS, è possibile scattare fino a 409600 ISO, ottenendo foto in notturna con performance di altissimo livello. Tutto ciò ha permesso a Huawei P30 Pro di ottenere un punteggio di ben 112 punti, di cui 119 punti in ambito fotografico e 97 in ambito video.

LEGGI ANCHE:
Huawei P30 Pro vs Galaxy S10+ vs iPhone XS Max: chi scatta meglio?

Ciò rappresenta un passo in avanti rispetto a quanto visto con Huawei Mate 20 Pro e la gamma P20, la quale si ferma a “soltanto” 109 punti. Secondo la valutazione di DxOMark, gli aspetti positivi riguardano ovviamente l'estremo livello di dettaglio dettaglio ottenibile di notte e in fase di zoom, grazie alla tecnologia periscopiale integrata. Inoltre, l'esposizione dei soggetti viene ben bilanciata, anche con poca luce, oltre ad avere un autofocus rapido e preciso. C'è anche un sensore ToF che aiuta a realizzare scatti con effetto bokeh calibrati in maniera ottimale.

LEGGI ANCHE:
Huawei P30 Pro vs Galaxy S10+ vs Google Pixel 3: chi scatta meglio?

Fra gli aspetti negativi, invece, c'è un effetto innaturale del cielo negli scatti all'aperto con un range dinamico leggermente limitato, oltre ad alcuni artefatti e mancanza di dettagli agli angoli nelle foto zoomate. Ma vi lasciamo direttamente alle foto ad alta risoluzione scattate da DxOMark, nell'attesa di portarvi la nostra recensione.

Il nuovo flagship soddisfa in quanto a selfie, ma c'è di meglio | Aggiornamento

huawei p30 pro selfie dxomark

Se dal punto di vista del comparto fotografico principale il top di gamma del brand cinese mette in crisi la concorrenza, non si può dire lo stesso per quanto riguarda la selfie camera. Il P30 Pro si piazza al quarto posto della classifica di DxOMark, dopo il Galaxy S10, il Google Pixel 3 ed il Galaxy Note 9.

Insomma, il team del celebre portale non è rimasto particolarmente soddisfatto delle performance di questo modulo, specialmente per quanto riguarda scatti in interni e in condizioni di scarsa illuminazione e per il rendering dei volti.

D'altro canto, il livello di dettaglio si alza in ambienti esterni e ben illuminati, con una buona esposizione ed un'ampia gamma cromatica ed un effetto bokeh davvero non male. Per tutti i dettagli ed i sample di DxOMark non resta che dare un'occhiata a questo link.


Non perdere alcuna notizia in tempo reale e le migliori offerte dedicate a Huawei nel canale Telegram dedicato!