La situazione fra Huawei e USA si sta facendo sempre più tesa, con il produttore che è arrivato a far causa al governo statunitense. Di conseguenza, in modo da tutelarsi su possibile ripercussioni future, l'azienda cinese ha deciso di sviluppare un sistema operativo proprietario. Qualche mese fa ne arrivò notizia da parte del vice presidente e adesso, in occasione di un'intervista del media tedesco Welt, Richard Yu ha confermato che l'OS targato Huawei è già pronto.

Huawei prepara il piano B nel caso le cose con Google andassero male

huawei logo 1

Il conflitto creatosi fra Stati Uniti d'America e Cina non riguarda unicamente Huawei, vista la faccenda dei dazi doganali voluta dall'amministrazione Trump. È evidente che il braccio di ferro sia tanto commerciale quanto politico, con gli USA che si sentono aggrediti dalle politiche attuate dal governo cinese.

Fatto sta che, allo stato attuale, Huawei non può vendere smartphone in Nord America, per quanto ciò non abbia ripercussioni nel resto del mondo, secondo Richard Yu. Una situazione quasi paradossale, dato che la compagnia lavora a stretto contatto con realtà statunitensi quali Google, Qualcomm e Microsoft.

Ma le cose potrebbero precipitare nel momento in cui il governo americano decidesse di stoppare queste partnership. Ipotesi non così irreale, dato che sono arrivate pure pressioni all'Italia, così come ad altri paesi, per interrompere i rapporti con Huawei. Di conseguenza, Richard ha specificato che il sistema operativo di Huawei è il piano B nel caso andasse effettivamente così.


Non perdere alcuna notizia in tempo reale e le migliori offerte dedicate a Huawei nel canale Telegram dedicato!