La globalizzazione ha reso il mercato globale, rendendo decisamente più facile la vita alle aziende che vogliono commercializzare i propri prodotti dappertutto. A giovarne in ambito elettronico è stato soprattutto il mercato asiatico, offrendo una vastissima scelta e a prezzi modici. Anche perché cuffie come queste TWS i7S Plus (ma se ne trovano sotto vari brand, giusto per confondere le idee) non avrebbero altrimenti modo di sopravvivere, e a fine recensione capirete il perché. Ovviamente la combo è presto detta: clone delle AirPods ad un prezzo ridicolo. Se già avete aspettative basse, aspettate di leggere tutto.

Recensione TWS i7s Plus

Unboxing

recensione tws i7s plus

Design e qualità costruttiva

Al primo impatto visivo le TWS i7s Plus richiamano abbastanza le cuffie di casa Apple, ma non ci vorrà molto per differenziarle. In questo caso, poi, la colorazione Black le discosta totalmente. La scocca in plastica ha un feeling piuttosto cheap al tatto, con una finitura poco oleofobica che si sporca facilmente. Inoltre, l'apertura ad incastro della parte trasparente superiore risulta scomoda, visto che non si incastra con precisione e a volte mi è capitato di doverla forzare, con la paura di spezzare qualcosa.

Anche le cuffie riprendono lo stesso design delle AirPods, ma purtroppo la prima pecca riguarda le dimensioni non contenute. Oltre a risultare più scomode nell'orecchio, si ha la sensazione che ci sia troppa dispersione sonora visto che non è possibile inserirle più di tanto nel padiglione. E se le cuffie di Apple una volta riposte hanno un attacco magnetico (per la ricarica), le TWS i7s Plus non sono calamitate ma si infilano ad incastro.

recensione tws i7s plus

Connettività e parte telefonica

Una volta estratte dalla custodia bisogna tenere premuto per qualche secondo per accendere le cuffie. E qua sorge il primo problema: sul manualetto l'azienda afferma che per effettuare il pairing sia necessario accenderle e poi eseguire un doppio click per avviare il pairing. In realtà basta accenderle e cercarle sul proprio smartphone (o affine): nella  lista dei dispositivi Bluetooth vedrete due “TWS i7s”, cliccate sulla prima et voilà.

Lo standard Bluetooth 4.2 dovrebbe garantire una qualità del segnale adeguata, ma non è questo il caso. Durante il test mi è capitato praticamente sempre che l'audio iniziasse a singhiozzare pesantemente non appena mettevo il telefono in tasca. Insomma, una copertura a dir poco scarsa. Ed anche in fase di chiamata l'audio captato dal microfono lascia a a desiderare.

Qualità audio

Senza pensare per un attimo al prezzo, l'audio fornito dalle TWS i7s Plus è a dir poco dimenticabile. Con un'impedenza da 32Ω, oltre ad un range di frequenze quasi del tutto privo di frequenze basse e più in generale poco definito, il volume non è elevato ma soprattutto il volume della cuffia sinistra è quasi dimezzato rispetto a quello della destra. Mi auguro che sia un problema unicamente del mio sample, ma non lo darei così per scontato.

recensione tws i7s plus

Autonomia

L'autonomia fornita dalla batteria da 65 mAh è fortunatamente discreta per le TWS i7s Plus, arrivando a circa 4 ore di ascolto continuo. La custodia (ricaricabile via microUSB) ha al suo interno una batteria da 950 mAh ed è in grado di fornire circa 6/7 cicli di carica.

Conclusioni e prezzo

Probabilmente a questo punto vi starete chiedendo il perché possa interessare un prodotto del genere. La risposta è presto detta: il prezzo. Su GearBest si possono trovare a circa 5€, una cifra che definire contenuta sarebbe un eufemismo. Come detto ad inizio recensione, per quanto il mercato online asiatico possa essere allettante, le TWS i7s Plus sono più un oggetto d bancarella che un prodotto degno di essere utilizzato. Ci sta la curiosità, viste le cifre in ballo, ma se le acquistate fatelo a vostro rischio e pericolo.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.