OnePlus 6T vs OPPO RX17 Pro: quali sono le differenze?

oneplus 6t vs oppo rx17 pro

Fra i tanti smartphone di fascia alta presentati durante la fine del 2018 troviamo OnePlus 6T ed OPPO RX17 Pro, ovvero la versione europea dell'R17 Pro. Come già forse saprete, sia OPPO che OnePlus (che Vivo) fanno parte del colosso cinese BBK. Inoltre, OnePlus nasce da una costola di OPPO e non è una sorpresa, quindi, che anche questi due smartphone si somiglino molto.

Ma quali sono effettivamente le differenze che li discostano e perché sceglierne uno rispetto all'altro? Per scoprirlo abbiamo messo a confronto la scheda tecnica dei due modelli, così come il loro prezzo di vendita.

LEGGI ANCHE:
OnePlus 6T vs OnePlus 6: quali sono le differenze?

OnePlus 6T vs OPPO RX17 Pro: quali sono le differenze?

COSTRUZIONE & SBLOCCO

  • OnePlus 6T: 157.5 x 74.8 x 8.2 mm – 185 g
  • OPPO RX17 Pro: 157.6 x 74.6 x 7.9 mm – 183 g

La più grossa similitudine fra i due telefoni sono le dimensioni pressoché equivalenti, sia come ingombro che come peso. Entrambi con scocca in vetro, a differenziarli ci pensano le colorazioni, con OP6T disponibile nelle varianti Mirror BlackMidnight Black, mentre RX17 Pro si presenta decisamente in modo più sgargiante, nelle tinte Radiant Mist ed Emerald Green.

Anche per quanto riguarda la metodologia di sblocco, entrambi offrono le stesse opzioni. Ecco, quindi, che è possibile bloccare il dispositivo sia tramite sensore d'impronte nel display che riconoscimento facciale 2D, in quanto privo di sensore IR per quando c'è poca luce (tale assenza è compensata alzando momentaneamente la luminosità del display). Da non dimenticare, comunque, la presenza dell'ormai iconico Alert Slider sul flagship OnePlus, l'unico brand che, a parte Apple, inserisce questa utilissima feature.

DISPLAY

  • OnePlus 6T: Optic AMOLED 6.41″ Full HD+ (2340 x 1080 pixel) – 402 PPI – Gorilla Glass 6
  • OPPO RX17 Pro: AMOLED 6.4″ Full HD+ (2340 x 1080 pixel) – 402 PPI – Gorilla Glass 6

Anche in questo caso le differenze hardware non sussistono, visto che troviamo praticamente lo stesso pannello da 6.4″ Full HD+ in 19.5:9 con notch a goccia e protezione Gorilla Glass 6. Le vere differenze in questo ambito sono lato software, visto che la OxygenOS offre più personalizzazione.

Per esempio, oltre ad essere presente un Tema Scuro per sfruttare la tecnologia AMOLED, è possibile switchare fra le modalità sRGB e DCI-P3. Inoltre, al momento su OPPO RX17 Pro mancano le gestures full screen, presenti invece su OP6T (potete compensare installando l'app Fluid Navigation Gestures).

Da menzionare, però, che RX17 Pro ha dalla sua l'Always-on Display, mentre su OP6T c'è l'Ambient Display, il quale si accende soltanto alla ricezione delle notifiche. Non manca un minimo di customizzazione, con la possibilità di tarare il punto di bianco, assente su OP6T.

HARDWARE & SOFTWARE

  • OnePlus 6T: Snapdragon 845 – 10 nm – GPU Adreno 630 – 6/8 GB LPDDR4X-1866 2x – 128/256 GB UFS 2.1 – no microSD
  • OPPO RX17 Pro: Snapdragon 710 – 10 nm – GPU Adreno 616 – 6 GB LPDDR4X-1866 2x – 128 GB UFS – no microSD

Se RX17 Pro offre una configurazione da fascia medio/alta con il chipset Snapdragon 71010 nm di Qualcomm, OP6T si spinge oltre, grazie al più performante Snapdragon 845 sempre a 10 nm. Una differenza abbastanza evidente nei benchmark, mentre nell'utilizzo quotidiano le variazioni sono ben più leggere.

Lato CPU lo Snap 710 ha un'architettura octa-core con 2x Kryo 360 Gold da 2.2 GHz e 6x Kryo 360 Silver da 1.7 GHz. Salendo di fascia, lo Snap 845 ha sempre un'architettura octa-core ma disposta diversamente, con 4x Kryo 385 Gold da 2.8 GHz e 4x Kryo 385 Silver da 1.8 GHz.

qualcomm snapdragon logo

La componente grafica è gestita su RX17 Pro dalla GPU Adreno 616 a 750 MHz e 447 GFLOPS, mentre OP6T beneficia della più potente Adreno 630 a 719 MHz e 737 GFLOPS. Lato memorie RX17 Pro ha un'unica variante con 6 GB di RAM (in Cina viene venduto con 8 GB) e 128 GB di storage. Con OP6T, invece, si ha più scelta, con 6/8 GB di RAM e 128/256 GB di storage. Per tutti e due, comunque, è assente il supporto microSD.

Parlando di software, RX17 Pro arriva con Android 8.1 Oreo, mentre OP6T ha il più recente Android 9.0 Pie. Ma la differenza principale è come al solito nell'interfaccia, in questo caso ColorOS ed OxygenOS. La prima ha un feeling più “cinese” a paragone con la seconda, vista l'assenza del launcher, l'estetica generale ed alcune traduzioni non precisissime. Se foste curiosi di vedere le differenze, ne abbiamo parlato più a fondo nelle rispettive recensioni di OPPO R15 Pro e OnePlus 6.

COMPARTO FOTO

  • OnePlus 6T
    • Posteriore: 16 mpx (standard) + 20 mpx (standard) – f/1.7-1.7 – 1/2.6″-1/2.8″ – 1.22-1.0 µm – OIS – autofocus PDAF
    • Video: 2160p a 30/60 fps – 1080p a 30/60/240 fps – 720p a 480 fps
    • Frontale: 16 mpx – f/2.0 – 1/3.1″ – 1.0 µm
  • OPPO RX17 Pro
    • Posteriore: 12 mpx (standard) + 20 mpx (teleobiettivo) – f/1.5-2.4-2.6 – 1/2.55″ – 1.4 µm – OIS – autofocus Dual Pixel PDAF
    • Terzo sensore TOF
    • Video: 2160p a 30 fps – 1080p a 30 fps – Slow-motion 1080/720p con fps non specificati
    • Frontale: 25 mpx – f/2.0 – 1/2.8″ – 0.9 µm

L'ambito fotografico è forse l'ambito più differente fra i due terminali. Da un lato abbiamo la dual camera di OnePlus, con il secondario dedito agli scatti in notturna. Dall'altro c'è OPPO e la sua tripla fotocamera, con un secondario che funge da teleobiettivo ed un terzo sensore TOF (Time of Flight). Quest'ultimo è un po' come il Face ID di iPhone e viene utilizzato per scattare foto 3D dei soggetti inquadrati.

Come quasi tutti i produttori, sia OnePlus che OPPO hanno introdotto la modalità Notturna, ovvero una sorta di HDR che è in grado di immortalare immagini con poca luce ma realizzare comunque foto nitidi e vibranti. Attualmente i risultati sono più convincenti su RX17 Pro, grazie anche all'apertura meccanica variabile che automaticamente sceglie fra f/1.5 ed f/2.4 a seconda del contesto.

OPPO RX17 Pro – Galleria foto

CONNETTIVITÀ & AUDIO

  • OnePlus 6T: dual SIM 4G+ LTE Cat.18 – Wi-Fi ac Dual Band – Bluetooth 5.0 con aptX HD – NFC – Dual Frequency GPS/A-GPS/GLONASS/BeiDou/Galileo – USB Type-C 2.0
  • OPPO RX17 Pro: dual SIM 4G+ LTE – Wi-Fi ac Dual Band – Bluetooth 5.0 con aptX HD – NFC – GPS – USB Type-C 3.1

Come spesso succede con gli smartphone più tipicamente asiatici, mancano alcune informazioni su RX17 Pro, fra cui che supporto LTE Cat. ci sia ed i sensori GPS. E anche se c'è una porta USB Type-C 3.1 con supporto DisplayPort, usando questo dongle Minix per collegarlo ad un monitor non si riesce a fare il mirroring: peccato. Non si pone il problema con OP6T, dato che ha una porta USB Type-C 2.0. Per quanto riguarda la componente audio, entrambi hanno uno speaker mono inferiore e niente ingresso mini-jack.

AUTONOMIA

  • OnePlus 6T: 3700 mAh – Fast Charge 20W
  • OPPO RX17 Pro: 3700 mAh – Super VOOC 50W

A dimensioni invariate corrisponde una batteria invariata da 3700 mAh su ambedue i modelli. Quello che cambia è lo standard di ricarica rapida, partendo dalla ex Dash Charge di OnePlus che impiega circa 60 minuti per una carica completa. Ben più efficace è la Super VOOC di OPPO che, come visto con Find X, impiega soltanto 35 minuti per passare dallo 0% al 100%.

DISPONIBILITÀ E PREZZO

Per entrambi è prevista la commercializzazione ufficiale nel nostro paese. Ecco i prezzi per il mercato italiano:

  • OnePlus 6T
    • 6/128GB: 559€
    • 8/128GB: 589€
    • 8/259GB: 639€
  • OPPO RX17 Pro
    • 6/128GB: 599€

Discuti con noi dell'articolo e di OnePlus nei gruppi TelegramFacebook (OP6 e OP5) dedicati! E non perderti nessuna notizia e offerte in tempo reale seguendo il canale  Telegram!