Honor Magic 2 è in grado di guidare una macchina senza conducente

honor magic 2 auto

Che Honor Magic 2 sia un dispositivo piuttosto potente non ci sono dubbi, grazie alla presenza del Kirin 980. Abbiamo già avuto modo di testare il chipset proprietario a bordo di Huawei Mate 20 Pro, ma sul flagship Honor il tutto si arricchisce di numerose funzionalità software. Questo grazie a YOYO, l'assistente vocale basato su intelligenza artificiale in grado, oltre a tradurre chiamate in tempo reale, a guidare una macchina senza conducente.

LEGGI ANCHE:
Huawei stupirà tutti al MWC 2019 con il suo smartphone pieghevole

Honor Magic 2 mostra le capacità dell'assistente YOYO

honor magic 2 auto

Oltre alle classiche parti presenti in un chipset, il Kirin 980 è l'unico SoC ad integrare allo stato attuale una doppia NPU (Neural Processing Unit). Questa componente è incaricata di gestire il comparto AI del telefono, con un riconoscimento delle immagini il 220% più performante rispetto al già apprezzabile Kirin 970 di scorsa generazione.

Per quanto sia un chip pensato per il segmento mobile, ciò non significa che non possano esserci campi d'applicazione differenti. Basti pensare che, durante la presentazione dell'Honor Magic 2, è stato mostrato come sia possibile comandare un drone DJI tramite i soli comandi vocali.

Ecco, quindi, che il top di gamma è stato sfruttato dall'azienda per guidare un'auto priva di conducente, personalizzata ad hoc per potersi integrare col telefono. La tripla fotocamera posteriore era incaricata di acquisire l'immagine della strada, mentre il volante era stato modificato per poter essere manovrato tramite YOYO. Ovviamente i test sono stati effettuati su un tracciato privato, in quanto si tratta di una tecnologia ancora non applicabile alla vita reale. Ma si tratta comunque di un inizio a quello che potrebbe essere il futuro della guida.


Non perdere alcuna notizia in tempo reale e le migliori offerte dedicate a Huawei nel canale Telegram dedicato!