Xiaomi: lista modelli a rischio brick con switch MIUI Global/MIUI China

xiaomi logo

Se già nei giorni precedenti si è creata una certa confusione con la notizia riguardante l'Anti-Rollback, adesso gli utenti si ritrovano a dover affrontare una nuova problematica. Questo perché il team MIUI di Xiaomi ha imposto nuovi paletti che limitino o blocchino del tutto lo switch fra MIUI Global e MIUI China e viceversa. Qua di seguito trovate la lista dei modelli di smartphone e tablet che sono a rischio brick.

Xiaomi stringe i propri controlli di sicurezza sulla MIUI

xiaomi miui brick

Come specificato qualche giorno fa da un amministratore nel thread del forum MIUI:

1. Gli smartphone Xiaomi prodotti per il mercato cinese non possono far girare le ROM MIUI Global
2. Gli smartphone Xiaomi prodotti per il mercato globale non possono far girare le ROM MIUI China

Insomma, la strada intrapresa dall'azienda sembra piuttosto chiara. Dopo anni di libertà più o meno totale per gli utenti Xiaomi, liberi di passare da una ROM all'altra senza problemi (previo sblocco del bootloader), questi blocchi comporteranno non pochi cambiamenti.

Ovviamente questa decisione non è stata presa a caso, ma per tutelare la clientela. In più di un'occasione, infatti, capita che uno smartphone sia commercializzato soltanto in Cina ma venga comunque venduto da store di terze parti come “versione Global”. Così facendo si rischia che i resellers se ne approfittino e, oltre a mentire ai clienti, installino ROM farlocche e potenzialmente dannose.

Tuttavia, non può non far sorridere un minimo constatare che queste azioni vengano intraprese poco dopo lo sbarco ufficiale in Europa e nel resto del mondo. Chiaramente questo cambiamento è stato attuato anche per tutelare il mercato internazionale, cercando di persuadere gli utenti ad acquistare soltanto prodotti ufficialmente venduti nel proprio paese.

xiaomi miui brick

Ecco quali smartphone e tablet sono toccati da ciò:

  • Xiaomi Mi 8/Mi 8 Pro/Mi 8 EE/Mi 8 SE/Mi 8 Lite
  • Xiaomi Mi MIX 2S
  • POCOPHONE F1
  • Xiaomi Mi 6X
  • Xiaomi Mi Max 3
  • Xiaomi Redmi Note 6 Pro/Note 5/Note 5 Pro/Note 5A
  • Xiaomi Redmi 6/6 Pro/6A/5/5A
  • Xiaomi Redmi S2
  • Xiaomi Redmi Y2/Redmi Y1 Lite
  • Xiaomi Mi Pad 4/Mi Pad 4 Plus

Ma cosa accade di preciso? Nel momento in cui si flasha una MIUI differente, il sistema fa un controllo per determinare se la versione della MIUI corrisponde alla provenienza del dispositivo. In caso che non ci sia corrispondenza, il sistema riavvierà il telefono in modalità recovery MIUI restituendo un messaggio di errore ed impedendo di fare qualsiasi cosa, praticamente brickando il telefono.

Come faccio a non brickare il telefono?

Ci teniamo a specificare, però, che ciò accade soltanto nel caso in cui si abbia il bootloader bloccato. Basterà quindi sbloccarlo per non incorrere in questa problematica e poter installare qualsiasi MIUI o custom ROM tramite Mi Flash, fastboot o TWRP. Nel caso in cui usiate Mi Flash per passare da MIUI China a Global o viceversa, vi ricordiamo di togliere il flag da “clean all and lock” e selezionare sempre “flash_all“, altrimenti bloccherete il bootloader al termine dell'installazione, brickando il telefono.

Ho brickato il telefono: ora che faccio?

Nel caso in cui vi sia andata male, non tutto è perduto. Per sbrickarlo dovrete necessariamente sfurttare la modalità EDL (se possibile) per ri-flashare la giusta versione della MIUI per il vostro modello.


Discuti con noi dell'articolo e di Xiaomi nei gruppi TelegramFacebook  dedicati!