Meizu 16: quanto è affidabile il nuovo sensore ID nel display?

meizu 16

All'inizio del mese di agosto la compagnia cinese ha presentato ufficialmente i suoi nuovi top di gamma con Snap 845, Meizu 16 e 16 Plus. Entrambi i modelli (e anche il prossimo mid-range 16X, atteso per settembre) montano un lettore d'impronte sotto il display. Ma come si comporta questo componente inedito per il brand? Quanto è affidabile? Scopriamolo insieme grazie a dei test effettuati dai media asiatici.

Meizu 16: ecco i primi test dell'inedito sensore ID nel display

meizu 16

Il primo dato da prendere in considerazione è quanto dichiarato dalla stessa azienda: il sensore ID di Meizu 16 ha una velocità di sblocco del device di circa 0.25 secondi, con un tasso di riconoscimento dell 99.12%. Insomma si tratterebbe di un vero e proprio “fulmine”.

Il funzionamento del modulo non cambia da quanto visto con altre soluzioni: una volta posizionato il dito su di esso, questo viene illuminato dalla luce del display OLED, permettendo il riconoscimento dell'utente (tramite un apposito algoritmo capace di distinguere tra varie impronte digitali) ed il successivo sblocco del dispositivo.

Il primo test effettuato su Meizu 16 è semplicissimo. Il sensore è capace di rilevare l'impronta anche con una pellicola protettiva applicata sul display? Utilizzando un semplice vetro temperato non si è verificato nessun intoppo nello sblocco dello smartphone. E nemmeno utilizzando due pellicole sovrapposte.

meizu 16

Per quanto riguarda il grado di precisione del modulo, anche in questo caso non si sono verificati problemi; il dispositivo è stato in grado di sboccare lo schermo in rapida successione e posizionando il dito in varie angolazioni.

E in caso di mani bagnate o sudate? Questo è uno dei problemi che si verificano di frequente anche con i classici lettori d'impronte, ma come si sarà comportato il Meizu 16? Come si evince dalle immagini in alto, questo potrebbe essere l'unico punto debole. Lo sbocco riesce alla perfezione, ma la velocità di rilevamento è abbastanza rallentata.

Nel complesso – qualora foste curiosi oppure interessati all'acquisto del top di gamma – sembra che questo sensore ID non si discosti dagli standard elevati di un modulo di fascia alta, pur con qualche imprecisione in condizioni “estreme”.

Meizu 16 – Scheda tecnica

Hands-on, benchmark e sample foto

  • Display Super AMOLED da 6 pollici con risoluzione Full HD+ (2160 x 1080 pixel) e densità di 402 PPI;
  • dimensioni di 150.5 x 73.2 x 7.3 mm per 156 g;
  • processore octa-core Qualcomm Snapdragon 845;
  • GPU Qualcomm Adreno 630;
  • 6/8 GB di RAM LPDDR4X-1866 dual channel;
  • 64/128 GB di storage interno UFS 2.1;
  • lettore d'impronte nel display e Face Unlock;
  • dual camera posteriore Sony IMX380/IMX350 da 12+20 mega-pixel con apertura f/1.8-2.6, OIS, autofocus laser e flash LED;
  • fotocamera frontale Sony IMX376 da 20 mega-pixel con apertura f/2.0;
  • doppio speaker stereo;
  • supporto dual SIM 4G, Wi-Fi ac Dual Band, Bluetooth 5.0, GPS;
  • batteria da 3010 mAh con ricarica mCharge 4.0;
  • sistema operativo Android 8 Oreo con Flyme OS.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.

Volantino