Xiaomi: azioni in calo nel primo giorno in Borsa

xiaomi borsa
OnePlus Nord N10

Il primo giorno di trading nella Borsa di Hong Kong non ha dato i risultati sperati per Xiaomi; l'azienda ha raccolto 4.72 miliardi di dollari vendendo circa 2.18 milioni di azioni al prezzo di 2.17 dollari.

Xiaomi in Borsa: la prima giornata di trading non è stata entusiasmante

xiaomi-borsa-lei-jun

Di conseguenza, il valore di mercato della società è stato fissato a 54 miliardi di dollari, poco più della metà dei 100 miliardi di dollari previsti da Xiaomi secondo le indiscrezioni precedenti. A dispetto delle aspettative l'entusiasmo degli investitori non è stato particolarmente marcato, complice – quasi sicuramente – anche le attuali tensioni tra il USA e Cina.

Infatti, le recenti esperienze di Huawei e ZTE lasciano trasparire un futuro non proprio roseo per questo mercato, nonostante l'ottimismo dei vertici dell'azienda. Xiaomi prevede di fare il suo ingresso negli States nel corso del 2019, anche se la consapevolezza delle difficoltà future non manca.

Un'altro dei motivi del poco entusiasmo di cui sopra, almeno secondo i media cinesi, è da ricercarsi anche nel fatto che il brand sia prevalentemente focalizzato sulla fascia bassa del mercato. Ciò si traduce automaticamente in profitti (relativamente) bassi, nonostante l'ampio successo commerciale (specie in Paesi come l'India). Per quanto riguarda le performance della compagnia cinese all'interno del mercato finanziario, non ci resta che restare in attesa di ulteriori sviluppi.



Discuti con noi dell'articolo e di Xiaomi nei gruppi TelegramFacebook  dedicati!

[su_app]