ZTE Axon M: l’azienda continuerà a puntare sugli smartphone pieghevoli

zte axon m, zte

zte axon m

Lo scorso ottobre ZTE ha rivoluzionato il mondo dei dispositivi mobili con il suo ZTE Axon M, il primo smartphone pieghevole. Purtroppo, il device non è stato accolto con molto entusiasmo, sia da parte degli utenti che degli addetti ai lavori. Nonostante si tratti di una soluzione mai implementata prima e di conseguenza di un dispositivo in un certo qual senso “rivoluzionario”, l'Axon M non è riuscito a sorprendere più di tanto, complice anche il costo non propriamente contenuto

ZTE non si arrende: in arrivo altri smartphone pieghevoli

zte axon m

Ma ZTE non si arrendere. Il produttore asiatico continuerà a puntare su questa nuova categoria di smartphone. Nel prossimo futuro, il brand è intenzionato ad allargare la sua gamma di dispositivi pieghevoli anche grazie ai feedback positivi ricevuti da chi ha acquistato il suo ZTE Axon M (tramite l'operatore AT&T).

La compagnia sarebbe pronta a fare un ulteriore passo avanti in termini di design: molto probabilmente, la sua prossima creatura pieghevole sarà dotata di cornici maggiormente ottimizzate. Uno dei principali difetti dell'Axon M, infatti, starebbe proprio nella sua poca maneggevolezza e nello stile anacronistico. Con le sue “ampie” cornici, lo smartphone va ad affrontare un mercato dominato da dispositivi sempre più full screen e borderless, presentandosi come una soluzione poco appetibile in termini estetici.

ZTE Axon M è stato un “esperimento”

Secondo quanto dichiarato dalla stessa ZTE, questo loro “primo” smartphone è stato una sorta di esperimento. In futuro, i device pieghevoli dovranno per forza di cose abbandonare la tecnologia dual screen e diventare dei veri e propri dispositivi “flessibili”. Che abbiano in mente qualcosa di simile al Samsung Galaxy X?

[su_app]