Il CEO di LeEco nella blacklist ufficiale in Cina a causa dei debiti

LeEco

leeco ceo Jia Yueting

Ci sono brutte novità per LeEco ed il suo fondatore. La notizia odierna arriva da Reuters, noto portale del settore, e ci svela che Jia Yueting, il CEO dell'azienda asiatica, è stato inserito nella blacklist ufficiale sul mercato cinese. Questo a causa degli ingenti debiti maturati negli ultimi tempi e che hanno costretto la società a ritirarsi dal panorama mobile e non solo.

LeEco: il CEO è nella blacklist debitoria della Cina

leeco logo

Ciò significa che i dati anagrafici di Jia Yueting sono ora presenti sul sito ufficiale dei debitori in Cina. Questo a causa di un mancato pagamento dello scorso 11 dicembre nei confronti del gruppo finanziario asiatico Ping An Securities Group Ltd. Questo pagamento ammontava a 470 milioni di yuan, circa 60 milioni di euro. Evidentemente la vendita del proprio quartier generale a Pechino non è andata a buon fine o non è bastata a coprire questo buco.

Tuttavia, parlare di Mr. Yueting come il CEO di LeEco non è propriamente corretto. Lo scorso luglio, infatti, lo stesso aveva dichiarato che i debiti sarebbero stati saldati, salvo poi dimettersi dagli incarichi aziendali. Se ciò non bastasse, anche il fantomatico progetto con Faraday Future si è arenato nel nulla, con il CEO della società automobilistica che ha annunciato di non avere alcun rapporto giuridico con LeEco.

[su_app]