Il produttore cinese UMi ha cambiato ufficialmente nome in UMIDIGI presentando il suo primo smartphone con questa nuova nomenclatura: l’UMIDIGI Z Pro.

Un dispositivo dalla scheda tecnica interessante che si piazza nella fascia medio/alta grazie ad un processore MediaTek Helio X27 e 4 GB di RAM.

Ma riuscirà a soddisfare le aspettative?

Scopriamolo insieme nella nostra recensione completa.

UMIDIGI Z Pro – Box di vendita

La confezione dello smartphone è davvero molto interessante e particolare.

Interamente costruita in metallo che dona un look premium a tutto il packaging.

Al suo interno troviamo:

  • Lo smartphone;
  • Piccolo manuale;
  • Un cavo USB Type-C (Rosso);
  • Caricatore da parete Fast Charger;

Sarebbe stato gradito trovare all’interno di questa bella confezione anche un paio di cuffiette.

UMIDIGI Z Pro – Design e costruzione

L’UMIDIGI Z pro è uno smartphone costruito interamente in metallo, costruzione che restituisce un ottimo senso di solidità.

Si riesce ad impugnare bene ma non sarà difficile farlo scivolare dalle mani.

Il dispositivo misura 154 x 76 x 8.2 mm e pesa 175g.

Il design è sicuramente gradevole ma richiama quello di molti altri smartphone, infatti, da questo punto di vista risulta abbanzata anonimo, privo di una personalità propria.

I due tasti frontali non sono retroilluminati, fattore piacevole alla vista ma di sicuro non il massimo in termini di praticità.

UMIDIGI Z Pro – Display

Il display dell’UMIDIGI Z Pro è da 5.5 pollici e monta un bellissimo pannello Sharp IGZO IPS da 1920 x 1080 pixel, dai colori molto vividi ma naturali allo stesso tempo.

Gli angoli di visione sono ottimi ed anche ad inclinazioni elevate non presenta la minima variazione.

La risoluzione su questa diagonale fa si che la definizione sia ottima.

Il trattamento oleofobico, invece, non è dei migliori e le impronte inizieranno a farsi notare sin da subito.

UMIDIGI Z Pro – Hardware

A bordo dello Z Pro troviamo un Mediatek Helio X27 deca core fino a 2.6 GHz coadiuvato dalla GPU Mali T880 MP4.

Il device è dotato di ben 4 GB di RAM e 32 GB di memoria interna eMMC 5.1.

La memoria è comunque espandibile tramite micro-sd rinunciando allo slot per la seconda sim.

Lato connettività abbiamo un modulo LTE fino a 300mbps, con banda 20 fortunatamente, Wi-Fi dual band con supporto a reti a/b/g/n.

La ricezione del segnale è buona ma nulla che faccia gridare al miracolo.

Purtroppo manca il modulo NFC, che avrebbe aiutato di sicuro a completare la dotazione hardware.

Lo speaker mono ha un volume abbastanza buono ma restituisce un audio poco corposo e che tende a distorcere al volume massimo.

Il sensore biometrico, invece, funziona bene e riesce a riconoscere l’impronta 7 volte su 10.

Il problema principale è l’incosistenza nella velocità di sblocco, che risulta essere veloce in alcuni casi e molto lenta in altri.

UMIDIGI Z Pro – Prestazioni

Le prestazioni sono complessivamente buone.

Lo smartphone però restituisce una sensazione di lag continuo, come se il display non rispondesse immediatamente al tocco. Il display risponde impiegando un ritardo di circa 1 centesimo di secondo.

Rovinando in questo modo l’esperienza utente complessiva nonostante le ottime prestazioni.

In ambito gaming si comporta abbastanza bene, e su giochi pesanti come Real Racing 3 abbiamo notato un frame rate consistente anche se non molto elevato.

Su Antutu l’UMIDIGI Z Pro ha totalizzato un punteggio di 94 mila punti.

UMIDIGI Z Pro – Software

Quello che troviamo a bordo altro non è che un software AOSP.

UMIDIGI ha solo aggiunto un paio di funzioni, come ad esempio la modifica dei tasti di navigazione e la presenza del Turbo Download.

La versione attuale è la 6.0 Marshmallow ma la casa produttrice ha promesso l’aggiornamento OTA ad Android 7.0 Nougat.

UMIDIGI Z Pro – Fotocamera

Sul retro troviamo la doppia fotocamera, entrambe con sensore Sony IMX258 da 13 megapixel, ma una lavora soltanto in bianco e nero.

La fotocamera in condizione di luci ottimale restituisce scatti buoni ma con un po’ troppo rumore digitale sulle ombre.

Quando la luce scarseggia o le condizioni non sono tra le più favorevoli il sensore ed il software non lavorano al meglio. Il software in questo modo distrugge la gamma dinamica pur di sopprimere il rumore digitale.

La doppia fotocamera permette la realizzazione di foto con la simulazione dell’apertura focale per ottenere l’effetto sfocatura.

Anche il comparto video non eccelle in nessun aspetto.

Arriviamo fino alla risoluzione 4K ma i cambi di esposizione sono scattosi e la stabilizzazione è totalmente assente.

Insomma nonostante le premesse l’Umidigi Z pro non brilla sotto questo aspetto.

UMIDIGI Z Pro – Autonomia

La batteria che monta lo smartphone è da ben 3780 mAh, numero che rassicura ma che nella realtà dei fatti non convince.

Riusciremo a completare la giornata con un utilizzo attento, ma non andremo molto oltre le 4 ore di schermo su 13 totali d’uso.

UMIDIGI Z Pro – Conclusioni

L’UMIDIGI Z pro è uno smartphone che non brilla sotto nessun aspetto ma che nel complesso fa sufficientemente bene tutto.

Ci saremmo aspettati qualcosina in più lato fotocamera, e se non avesse avuto quel leggero lag tra tocco display e interazione sarebbe stato molto più apprezzabile.

Il dispositivo è disponibile all’acquisto su GearBest ad un prezzo di 228 euro.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.