Mancano ormai pochi mesi al rilascio del prossimo nubia Z17 (il cui lancio sul mercato è come da tradizione previsto durante l'estate) ma l'attenzione degli sviluppatori nei confronti dell'attuale flagship nubia Z11 non è affatto scemata. Le nuove nightly Mokee, Resurrection Remix e Android Ice Cold Project, anzi, sembrano testimoniare che gli sforzi della community in favore di questo device siano addirittura aumentati. Le ROM AICP e RR prevedono tuttavia l'installazione di Magisk durante il flash del sistema, scelta che ha causato non pochi problemi ai device con bootloader bloccato.

Dobbiamo ricordare, infatti, che il flagship del colosso cinese consente l'installazione di una recovery custom come la TWRP senza la necessità di effettuare lo sblocco del bootloader (che non essendo necessario è stato spesso evitato dagli utenti). Magisk, d'altra parte, per funzionare richiede il flash di un boot.img modificato che, non essendo compatibile con il bootloader bloccato, causa un soft brick.

nubia z11

nubia Z11: risolvere il brick causato da Magisk (sblocco bootloader) | Guida

Come avrete intuito la via più semplice per aggirare questo problema è sbloccare il bootloader, operazione apparentemente semplice che richiede tuttavia alcune accortezze per poter essere portata a termine. Per eseguire correttamente la procedura, in particolare, è necessario abilitare la voce “Sblocco OEM” (disponibile solo su alcune ROM) e dare dei comandi via fastboot (che per l'occasione abbiamo automatizzato in un comodo file batch).

IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding Android. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo.

Forum GizChina

Potete trovare la guida completa allo sblocco del bootloader sul nostro forum (sezione modding nubia Z11). Vi invitiamo inoltre a partecipare numerosi alla discussione e a rimanere sintonizzati per eventuali aggiornamenti sulla procedura.