Aukey PIE Mini Powerbank (PB-N26) da 3600 mAh, la recensione di GizChina.it

Aukey PIE Mini Powerbank

Nonostante molti produttori abbiano ormai compreso l'importanza di un'autonomia generosa, numerosi consumatori sono ancora oggi costretti a ricorrere quotidianamente all'uso di powerbank.

Non sempre, infatti, le batterie integrate negli smartphone moderni sono sufficienti ad assicurare l'energia necessaria a superare la giornata. Per questi casi, in cui dimensioni e peso hanno un ruolo decisivo, piccole powerbank possono quindi rivelarsi utili.

Oggi vi parleremo di Aukey PIE (PB-N26), mini powerbank da 3600 mAh dall'aspetto compatto. Il device sembra candidarsi proprio quale compagno ideale degli smartphone più energivori che, a causa della scarsa autonomia, hanno costantemente bisogno di un supporto energetico esterno con cui vivere in simbiosi.

Aukey PIE Mini Powerbank

Un dispositivo di questo tipo ha evidentemente un ruolo molto delicato e, di conseguenza, deve dimostrarsi particolarmente affidabile. Avrà il nuovo prodotto di Aukey tutte le carte in regola per diventare un fedele alleato dei nostri smartphone? Scopriamolo insieme nella nostra recensione completa!

Aukey PIE Mini Powerbank (PB-N26) da 3600 mAh, la recensione di GizChina.it

Aukey PIE Mini Powerbank – Confezione di vendita e design

Questo prodotto sembra pensato all'insegna della semplicità, caratteristica che accompagna il device in ogni suo aspetto.

La confezione di vendita, ad esempio, consiste solo in una piccola scatola di cartone riciclato. Questa riporta sul fronte il modello, le caratteristiche ed una semplice immagine stilizzata del prodotto, oltre ovviamente al logo dell'azienda ed un QR code che reindirizza al sito del produttore.

Sui lati, invece, troviamo da una parte l'indicazione del colore e dall'altra e informazioni sul produttore e i loghi delle certificazioni. Sul fondo della scatola, infine, un adesivo informa sui pericoli dovuti alle batterie al litio utilizzate. Il tutto è sigillato da una pellicola protettiva in plastica.

Aprendo l'involucro ci troviamo poi ad immediato contatto con la powerbank, dall'estetica semplice e molto lineare. È invece necessario sollevare un setto per accedere al vano che contiene il cavo USB-MicroUSB da 25 cm. La lista degli accessori in dotazione, abbastanza scarna, comprende poi solo un manuale utente multilingua (italiano incluso).

Questa Aukey PB-N26 ha un design flat, non particolarmente ricercato ma abbastanza gradevole. Il device, in particolare, si presenta come un parallelepipedo spesso 11.8 mm con i lati più lunghi arrotondati.

Uno dei bordi corti presenta poi la porta USB, quella MicroUSB (per la ricarica) ed il LED RGW di stato, mentre l'altro riporta incisi i dettagli del prodotto. Al centro di una delle facce maggiori, infine, troviamo solo il logo del produttore. Le dimensioni complessive sono di 125 x 45.4 x 11.8 mm per un peso di 87 grammi.

Buono l'aspetto costruttivo, grazie anche alla scelta di una plastica rigida di buona qualità, leggermente ruvida. Le nostre analisi, poi, non hanno rilevato la presenza di difetti strutturali. Abbastanza curati infine i dettagli, ma non convince del tutto l'assemblaggio del pannello con le porte USB.

Aukey PIE Mini Powerbank – Test

Grazie al manuale apprendiamo il significato dei colori del LED di segnalazione (rosso quando la batteria è sotto il 20%, verde quando questa è nella fascia 20% – 60% e bianco altrimenti) e le altre specifiche tecniche del prodotto. Tra queste, in particolare, ricordiamo la corrente massima di carica da 1 A e quella di scarica da 1.5 A. La capacità della batteria interna, come già detto, è di 3600 mAh.

I nostri primi test sono quindi serviti a verificare la veridicità dei dati dichiarati. Partendo dal funzionamento del LED di stato, possiamo dire che questo non è molto preciso. Abbiamo rilevato, infatti, che il colore rosso si accende quando la batteria è poco sotto il 50%.

Aukey PIE Mini Powerbank

Passando alle correnti di carica e scarica, invece, abbiamo notato che i dati dichiarati sono in realtà conservativi. La corrente massima in entrata da noi misurata, infatti, supera leggermente gli 1.1 A, mentre quella in uscita può superare i 2.7 A. Se aggiungiamo come vincolo che la tensione rispetti il protocollo USB (4.75V minimi), poi, la corrente in output supera comunque i 2 A.

Non convincono invece i tempi di ricarica, che impongono un'attesa di circa 4 ore per effettuare un rifornimento completo. La curva di corrente da noi misurata, comunque, approssima abbastanza bene quella teorica CC/CV. Quest'ultimo dettaglio ci assicura che la batteria integrata non rischi una morte prematura a causa di cariche errate.

Utilizzando il test di carica e quello di scarica ad 1 A, poi, possiamo stimare la capacità reale della powerbank. In un ciclo completo, in particolare, la powerbank assorbe 18.8 Wh per restituire 12.82 Wh. Questi valori, considerando l'efficienza tipica dei processi di carica e scarica, sono in ottimo accordo con la capacità dichiarata.

La nostra ultima prova ha previsto, infine, l'utilizzo della powerbank per ricaricare uno smartphone. Tale test pratico non ha regalato sorprese: siamo stati in grado di ricaricare completamente il device di prova (con batteria da 3000 mAh e ricarica rapida a 2 A) in tempi analoghi a quanto richiesto con un alimentatore da muro.

Aukey PIE Mini Powerbank – Conclusioni

I nostri test ci hanno regalato il quadro di una powerbank abbastanza affidabile e di buona qualità. Ci ha colpito positivamente, in particolare, la capacità del prodotto di erogare e ricevere correnti superiori a quelle ufficialmente supportate e la buona corrispondenza tra la capacità dichiarata e quella reale.

Aukey PIE Mini Powerbank

Presenti comunque anche delle note negative, come la mancanza di un tasto di accensione. Per quanto il rilevamento automatico sia comodo e spesso funzionale, infatti, può capitare che la carica non parta con alcuni device.

Abbiamo incontrato problemi, in particolare, con uno smartphone USB type C e con alcuni accessori. In questi casi l'unica soluzione da noi trovata consiste nell'avviare manualmente la powerbank collegando momentaneamente input ed output della stessa. Nessun inconveniente, invece, con i prodotti Apple.

Questa powerbank Aukey, offerta a soli 8 Euro su Amazon.it, si è quindi dimostrata un prodotto valido che merita l'attenzione dei consumatori. Se cercate un dispositivo poco ingombrante che sostenga il vostro smartphone durante le ore serali, dunque, fareste bene a tenere in considerazione questo piccolo accessorio.