Xiaomi Mi Max, la recensione di GizChina.it

Xiaomi Mi Max

Parola d'ordine? Grosso, enorme, “padella”, scegliete voi quella che più vi piace ed inseritela accanto allo Xiaomi Mi Max, il protagonista della nostra recensione di oggi.

Il nuovo phablet di casa Xiaomi, infatti, come abbiamo già visto in parte nella nostra prima anteprima flash sul dispositivo, possiede una diagonale di schermo da ben 6.44 pollici, aspetto sicuramente interessante per vedere contenuti in mobilità su uno schermo molto esteso: ma quanto sarà penalizzante questo aspetto? Scopritelo nel nostro articolo!

Xiaomi Mi Max

Lo Xiaomi Mi Max è acquistabile sullo store italiano TopResellerStore a 299 euro.

Xiaomi Mi Max, la recensione completa di GizChina.it

Xiaomi Mi Max – Confezione di vendita

Xiaomi-Mi-Max-15

Come al solito Xiaomi su questo fronte non cambia mai, ed anche in questo dispositivo, tralasciando il design del box di vendita che è leggermente diverso dal solito, troviamo lo stretto necessario:

  • Xiaomi Mi Max;
  • caricatore da parete con presa cinese, ingresso USB ed uscita a 2A;
  • cavo dati USB – micro USB;
  • spilletta rimozione SIM;
  • manuali di istruzioni in lingua cinese.

Xiaomi Mi Max – Design e materiali

Xiaomi Mi Max

Sul lavoro costruttivo e di design, ancora una volta, Xiaomi non ha sbagliato neanche una virgola: tutto è al posto giusto, i materiali utilizzati sono di prima qualità e l'assemblaggio è ottimo.

Lo Xiaomi Mi Max è caratterizzato da una scocca unibody in alluminio con delle leggere bordature curve lungo il frame perimetrale, utili per garantire una presa migliore anche se, viste le dimensioni molto poco contenute, l'obiettivo non è proprio riuscito.

Il Mi Max è grande 173.1 x 88.3 x 7.5 mm e pesa poco più di 200 grammi: insomma, è grande e, logicamente, anche piuttosto pesante. Ergonomia e comodità di utilizzo pari a zero, impossibile da utilizzare con una sola mano e neanche le gestures che permettono di ridurre lo schermo ci vengono particolarmente in aiuto.

L'alluminio posteriore, inoltre, è leggermente scivoloso e, come se non bastasse, questo peggiora ancor di più l'aspetto relativo alla comodità d'uso; in breve, Xiaomi Mi Max è costruito bene, sono ottimi i materiali, ma le dimensioni sono improponibili e, a mio personal parere, si fa moltissima difficoltà a portarlo in giro.

Tuttavia, analizzando più da vicino il dispositivo, vediamone la disposizione dei pulsanti e degli ingressi disponibili.

Xiaomi Mi Max

Partendo dal lato destro, Xiaomi Mi Max si presenta con il bilanciere per la regolazione del volume oltre che il pulsante power.

Xiaomi Mi Max

Il lato sinistro, poi, ospita il carrellino utile ad inserire le due schede SIM o una SIM ed una micro SD.

Xiaomi Mi Max

In basso, invece, Xiaomi ha inserito il microfono, la griglia per lo speaker ed il connettore micro USB per la ricarica.

Xiaomi Mi Max

In alto troviamo il jack da 3.5mm per le cuffie, seguito dalla porta infrarossi e dal secondo microfono per la soppressione dei rumori ambientali.

Xiaomi Mi Max

Lungo la parte posteriore, inoltre, è presente un sensore biometrico di forma circolare: la sua precisione è più che buona, ma viste le dimensioni dello smartphone si fa difficoltà ad utilizzarlo in questa posizione. Chi ha le mani piccole, purtroppo, deve abbandonare l'idea di utilizzare questo imponente Xiaomi Mi Max.

Xiaomi Mi Max – Display

Xiaomi Mi Max

Dotato di un pannello molto ampio da ben 6.44 pollici di diagonale, con risoluzione Full HD 1920×1080 pixel, lo Xiaomi Mi Max logicamente non possiede una densità di pixel altissima, la quale si ferma a soli 342 PPI su un display di matrice IPS.

Nell'utilizzo quotidiano il display possiede dei colori molto buoni; sono presenti, inoltre, le solite impostazioni relative la taratura del colore nel menu relativo ai settaggi del display.

C'è da dire, invece, che gli angoli di visuale non sono eccellenti e anche quando si guarda il display di profilo spesso si incontrano alcune difficoltà. La luminosità massima, poi, è discreta, ma non eccellente e sotto la forte luce del sole sarebbe servita una marcia in più.

Xiaomi Mi Max – Hardware e performance

Disponibile sia in variante “Pro” che in versione base (quella in nostro possesso), lo Xiaomi Mi Max possiede sì una dotazione hardware di rispetto, ma non da top di gamma. Il phablet di Xiaomi, infatti, è dotato di un processore exa-core Snapdragon 650 strutturato con 2 core Cortex-A72 a 1.8 GHz e 4 core Cortex-A53 a 1.4GHz, oltre che 3 GB di RAM LPDDR3 a 933 MHz (che passano a 4 GB nella variante Pro) ed una GPU Adreno 510 a 550 MHz.

Nell'utilizzo di ogni giorno lo Xiaomi Mi Max ha mostrato qualche piccolo calo di performance, anche se il tutto potrebbe essere causato ancora dalla ROM leggermente acerba di cui è dotato (considerando che, nativamente, dovrebbe avere la MIUI 8 che, invece, non è ancora presente).

Tuttavia le performance nel complesso sono accettabili, anche se capita spesso che i tempi di caricamento di alcune applicazioni come Facebook, WhatsApp, Telegram e alcune altre siano molto lunghi e, quando si chiudono le app in modo definitivo dal task manager, al loro riavvio capita di incappare in alcuni crash delle stesse.

Xiaomi Mi Max

Nei restanti test, invece, lo Xiaomi Mi Max è uscito a testa alta da praticamente tutte le prove effettuate; a partire dai sample video, Mi Max riesce a riprodurre tutti i tipi di filmati sia in MKV che in MP4 fino alla risoluzione massima di 4K.

Le performance nel comparto gaming sono più che buone: il dispositivo risponde bene a dettagli massimi su Asphalt 8 il quale ottiene un frame rate alto e costante. Buono il comportamento dello Snapdragon 650 anche in quanto a temperature, le quali restano sempre molto basse e non si evidenziano mai repentini aumenti di calore.

Parlando di navigazione web, utilizzando il browser stock implementato nella ROM Stable le performance non sono molto buone, motivo per cui il consiglio è quello di utilizzare Google Chrome, almeno fino al rilascio della nuova MIUI 8 che sarà ad hoc per questo dispositivo.

A seguire, invece, trovate i risultati ottenuti nei benchmark testando l'hardware dello Xiaomi Mi Max.

Xiaomi Mi Max – Antutu Benchmark

Xiaomi Mi Max – Audio

Collocato in posizione strategica, l'altoparlante dello Xiaomi Mi Max è una buona unità; in grado di riprodurre un suono ad un volume piuttosto alto, lo speakerin dotazione a questo smartphone possiede anche una buona equalizzazione, motivo per cui il voto in pagella, per lui, è sicuramente di molto superiore alla sufficienza.

Xiaomi Mi Max – Connettività

L'aspetto che maggiormente mi ha colpito in questo smartphone è senza dubbio questo relativo alla connettività; dotato di un doppio slot SIM, lo Xiaomi Mi Max possiede una ricezione al di sopra della media ed una portata massima di segnale Wi-Fi nettamente superiore ad altri smartphone recentemente testati (es. riesce a connettersi ad un hotspot lontano circa 100 metri, mentre altri smartphone si fermano a poco più di 50-60 metri).

Xiaomi Mi Max – Fotocamera

Xiaomi Mi Max

Dotato di un sensore CMOS da 16 mega-pixel e uno da 5 mega-pixel nella parte anteriore, lo Xiaomi Mi Max sul comparto fotografico, un po' come tutti gli altri dispositivi di quest'azienda, non riesce ad eccellere, anche se nel complesso i risultati non sono scarsi.

Nell'uso di ogni giorno lo smartphone realizza delle fotografie piuttosto definite ma con dei colori non sempre molto reali; le tonalità in evidenza maggiormente sono il giallo ed il verde, colori che spiccano molto nelle fotografie che risultano essere molto calde e poco realistiche.

Tuttavia in questi casi viene in aiuto l'applicazione Fotocamera di Xiaomi che, come al solito, è molto ben realizzata e ricca di opzioni per lo scatto manuale, con conseguente possibilità di modificare parametri come l'ISO, il bilanciamento del bianco e via discorrendo.

Xiaomi Mi Max – Test registrazione video FullHD 1080p

Xiaomi Mi Max – Software

Basata su Android 6 Marhsmallow, la MIUI 7 che troviamo sullo Xiaomi Mi Max non è la ROM che, in realtà, dovrebbe essere predefinita sul dispositivo che, stando al produttore cinese, sarebbe stato commercializzato con la MIUI in versione 8. Tuttavia le prestazioni, come al solito, sono molto buone anche se l'interfaccia di Xiaomi è molto esosa di memoria RAM, perciò i 3 GB della nostra versione sono stati quasi sempre saturati con utilizzo stressante.

Non è presente, inoltre, la lingua italiana ed il Play Store; mentre alla prima, al momento, non pare esserci soluzione, per il Play Store basta un semplice APK per risolvere il problema.

Xiaomi Mi Max – Autonomia

Aspetto che si colloca al primo posto in questo smartphone è l'autonomia; l'azienda cinese ha dotato Xiaomi Mi Max di una batteria da ben 4850 mAh, che nell'uso di ogni giorno si traducono in circa 7 ore e mezza abbondanti di schermo attivo e, con uso più blando, fino a due giorni di autonomia quasi sempre sotto rete dati mobile.

Xiaomi Mi Max – Galleria fotografica

Xiaomi Mi Max – Considerazioni finali

In conclusione, lo Xiaomi Mi Max è un prodotto certamente molto interessante per il design curato, l'ottima autonomia, lo schermo molto ampio e via dicendo. Ma l'interrogativo principale è solamente uno: quanti di voi sono disposti a portare in tasca o in borsa uno smartphone grande quasi quanto un tablet?

Lo Xiaomi Mi Max è acquistabile sullo store italiano TopResellerStore a 315 euro.