Micromax Canvas 6 è una rivisitazione dello Shallots Metal?

Micromax Canvas 6

Nei giorni scorsi è stato lanciato il nuovo Micromax Canvas 6 e Canvas 6 Pro. Molti hanno però notato un'eccessiva somiglianza fra questo nuovo smartphone dell’azienda indiana e gli smartphone prodotti da un’altra azienda asiatica che ha presentato i suoi ultimi dispositivi nel dicembre del 2015, stiamo parlando degli Shallots Metal e Qing Cong.

Diversi utenti hanno evidenziato che il look del nuovo Micromax Canvas 6 fosse praticamente l’esatta copia dei dispositivi Shallots, in particolare del fratello maggiore, lo Shallots Qing Cong. Qui potete vedere un’immagine del design del Canvas 6.

Micromax Canvas 6

Mentre qui trovate un’immagine che mostra lo Shallots Qing Cong.

Shallots Qing Cong

Micromax è ormai nota per prendere i telefoni cinesi e ribrandizzarli sotto il loro marchio pronti per il mercato indiano. Questa pratica di prendere profonda ispirazione dai dispositivi cinesi era in voga già nel 2010, ma negli anni è andata scemando con una sempre maggiore richiesta sul mercato indiano di dispositivi originali e innovativi.

Ma tornando a noi, il Cong è stato presentato in tre differenti versioni: una mid-range con processore MT6753, di cui trovate la preview sul nostro sito, e le altre due di alta fascia dotate una di chip Qualcomm Snapdragon 810 e l’altra di Helio X10 ma che per il momento sembrerebbero non essere state commercializzate.

Micromax sembra abbia scelto la versione con il processore Helio X10. Il video sottostante mostra quella che era un’anteprima dello Shallots in tale variante.

Tuttavia, data la fetta di mercato di cui gode Micromax nel suo paese, è molto probabile che verranno venduti più dispositivi Micromax Canvas 6 in India rispetto a quanti ne potrebbe vendere Shallots in Cina.

Ciò potrebbe lasciare intendere che Shallots (o chi ha fabbricato il telefono) abbia appositamente concordato assieme all’azienda l’equipaggiamento di cui è dotato in Canvas.

Nell’elenco sottostante potete trovare la scheda tecnica dello Micromax Canvas 6:

[su_spoiler title=Clicca per le specifiche]

  • Display LTPS IPS da 5.5 pollici di diagonale con risoluzione Full HD 1920 x 1080 pixel con densità di pixel pari a 401 PPI;
  • dimensioni di 150 x 76 x 8.55 mm
  • processore true octa-core MediaTek MT6795 Helio X10 con architettura ARMv a 64 bit con frequenza di clock da 2.0 GHz;
  • GPU PowerVR G6200 a 700 Mhz;
  • 3 GB di RAM LPDDR3 single channel;
  • 32 GB di memoria interna, espandibile tramite micro SD fino a 64 GB;
  • fotocamera posteriore da 13 mega-pixel con sensore Samsung, autofocus PDAF, apertura f/2.0 e flash LED;
  • fotocamera anteriore da 8 mega-pixel con sensore Samsung;
  • lettore di impronte digitali posteriore;
  • supporto dual SIM 4G LTE;
  • Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, dual-band, WiFi Direct, hotspot;
  • Bluetooth 4.1, GPS, A-GPS, FM radio;
  • batteria da 3000 mAh;
  • sistema operativo Android 5.1 Lollipop.

[/su_spoiler]

Mentre qui trovate la scheda tecnica dello Micromax Canvas 6 Pro:

[su_spoiler title=Clicca per le specifiche]

  • Display LTPS IPS da 5.5 pollici di diagonale con risoluzione Full HD 1920 x 1080 pixel con densità di pixel pari a 401 PPI;
  • dimensioni di 150 x 76 x 8.55 mm
  • processore true octa-core MediaTek MT6795m Helio X10 con architettura ARMv a 64 bit con frequenza di clock da 2.0 GHz;
  • GPU PowerVR G6200 a 550 Mhz;
  • 4 GB di RAM LPDDR3 single channel;
  • 16 GB di memoria interna, espandibile tramite micro SD fino a 64 GB;
  • fotocamera posteriore da 13 mega-pixel con sensore Samsung, autofocus PDAF, apertura f/2.0 e flash LED;
  • fotocamera anteriore da 5 mega-pixel con sensore Samsung;
  • lettore di impronte digitali posteriore;
  • supporto dual SIM 4G LTE;
  • Wi-Fi 802.11 b/g/n, hotspot;
  • Bluetooth 4.1, GPS, A-GPS, FM radio;
  • batteria da 3000 mAh;
  • sistema operativo Android 5.1 Lollipop.

[/su_spoiler]

Comunque vi terremo aggiornati nei prossimi giorni. Per ulteriori novità, continuate a seguirci su GizChina.it e tramite i nostri canali Facebook, Telegram, Twitter, G+ e Youtube.