360 N4: nuovo mid-range con chipset Helio X20

qiku f4

Chi ci segue da alcune settimane avrà sentito parlare di QiKU, neo produttore di smartphone nato lo scorso anno, dalla joint venture tra il colosso della sicurezza Qihoo 360 e il produttore di smartphone cinese Coolpad.

Recentemente la società ha cambiato nome in 360 ed ha presentato il suo primo smartphone con questa nuova denominazione: il 360 F4.

Leggi anche: 360 F4, presentato il primo device dal rebrand di QiKU

Con F4 la società ha voluto attaccare la fascia bassa del mercato, proponendo un dispositivo low cost dalle ottime caratteristiche per la sua fascia di prezzo. In pratica, un concorrente dello Xiaomi Redmi 3 Pro.

360 N4 a fine aprile con con SoC Helio X20

Adesso, invece, 360 prepara il terreno per il suo prossimo smartphone, rilasciando un'immagine teaser con la quale annuncia di stare per lanciare un medio di gamma con un chipset Helio X20 a bordo.

360 N4 helio x20 teasee

Come si può dedurre dall'immagine, il nuovo smartphone si chiamerà 360 N4: la società, infatti, aveva già rivelato in precedenza che ci sarebbero state tre diverse serie di smartphone a catalogo. Vale a dire la serie F per la fascia bassa, la serie N per quella media, e la serie Q per il segmento high-end.

A parte il nome, è trapelata solo un'altra informazione da questo teaser, ovvero quale chipset si troverà su questo dispositivo. Il riferimento è chiaramente rivolto al MediaTek Helio X20, o con meno probabilità al P20 che però non è stato ancora annunciato. Helio X20 è stato già visto a bordo di uno smartphone 360, quando dal database del TENAA sono saltati fuori due nuovi smartphone Qiku, uno dei quali con chipset Helio X20. Potrebbe trattarsi proprio di questo 360 N4.

Mediatek Helio X20

Al momento non si hanno informazioni circa la possibile data di lancio del prodotto, ma è possibile possa essere lanciato sul mercato anche entro la fine di aprile. Il prezzo, invece, sarà probabilmente uno tra i punti di forza di 360 N4, viste la strategia di mercato della società.
Non ci resta che rimanere in attesa di nuove insicrezioni per saperne di più.

Per ulteriori aggiornamenti e novità, continuate a seguirci su GizChina.it e tramite i nostri canali Facebook, Telegram, Twitter, G+ e Youtube.