[GUIDA] Come bloccare la pubblicità su Android con e senza Root

adblock browser

Uno degli aspetti più noiosi riguardo il browsing ed il gaming su smartphone è indubbiamente quello relativo alle pubblicità presenti, spesso molto pesanti, invasive e potenzialmente dannose, oltre che nocive per i propri piani tariffari.

Per ovviare a questo problema, esistono alcune opzioni possibili.

Bisogna però fare un distinguo iniziale, ovvero quello di utilizzare metodi che necessitino o meno dei permessi di root attivi sul proprio terminale.

Partiamo con quelli più efficaci, ovvero quelli che sfruttano i permessi di root.

Ci teniamo a specificare che questo articolo non tratterà nello specifico come effettuare il root sul vostro terminale; inoltre, è sempre importante ricordare che le pubblicità, per quanto possano risultare fastidiose, spesso sono uno dei pochi metodi di remunerazione a disposizione di programmatori e lavoratori vari. Usate questi metodi con cautela.

Lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità per eventuali problemi ai vostri terminali rilevabili successivamente all’esecuzione della procedura di aggiornamento.

Innanzitutto, verificate che il vostro device abbia i permessi attivi: per verificare ciò, basta scaricare l'app Root Check, la quale ci confermerà o meno la presenza dei suddetti.

METODI CON ROOT

1) AdAway

Una delle app più conosciute in questo ambito è sicuramente AdAway, attualmente non più presente sul Google Play Store, in quanto questo tipo di applicativo tende spesso a sparire da questo store.

Innanzitutto scaricate l'app ed installatela: nel caso non abbiate abilitata la possibilità di installare applicazioni non provenienti dal Google Store, vi si aprirà una tendina in cui, con pochi click, sarà possibile abilitare tale operazione.

Una volta installata, basterà aprire l'app che vi mostrerà un avviso con cui ci viene richiesto di scaricare alcuni files host e di riavviare il terminale: et voilà, il gioco è fatto!

Ci teniamo a precisare che, durante i nostri test di utilizzo, l'app non sempre è riuscita a bloccare tutte le pubblicità presenti in un sito.

Adaway

2) MinMinGuard

Questa opzione è sia la più efficace tra le tante, che la più “complessa”, in quanto non è una semplice app, bensì un modulo Xposed: anche qua, per come eseguire l'installazione di Xposed vi rimandiamo alle varie guide fruibili online.

Il primo step necessario è installare Xposed Installer, dopodichè, sempre da questo sito, scaricate MinMinGuard.

Una volta installata, avviate l'app, la quale vi mostrerà la lista di app presenti sul vostro smartphone, da cui voi potrete selezionare quali volete che non mostrino più pubblicità al loro interno.

Minminguard

3) YouTube AdAway

Anche in questo caso parliamo di un modulo Xposed, dedicato all'app di YouTube, visto che con questo metodo sarà possibile rimuovere le pubblicità in video, oltre ai vari elementi che compaiono nel player (logo canale, suggerimenti ecc.), in modo da garantire una visione più pulita.

Come sopra, bisogna installare Xposed Installer, oltre ovviamente al modulo Youtube AdAway; fatto ciò, basterà abilitarlo nella lista dei vari moduli Xposed e riavviare il telefono.

Youtube adaway

4) Lucky Patcher

Questo è probabilmente il metodo più conosciuto fra i vari disponibili, ed è particolarmente indicata per rimuovere la pubblicità all'interno di app, come ad esempio i vari giochi presenti sul Play Store.

Come al solito, scarichiamo ed installiamo l'app in questione; una volta aperta l'app ci verrà mostrata una lista delle app presenti sul nostro smartphone che contengono annunci pubblicitari di Google. Basterà selezionare quella da noi necessaria e Lucky Patcher provvederà ad eliminare i vari banner presenti.

lucky patcher

Passiamo adesso ai metodi che non richiedono i permessi di root attivi, ovviamente ne consegue che l'efficacia di essi sia minore rispetto a quelli appena elencati.

METODI SENZA ROOT

1) Firefox

Ebbene sì, stiamo parlando del celebre browser open source da molti utilizzato sui propri PC.

Una delle feature più utili di questa app è la possibilità di installare vari plugin, tra cui, appunto, varie alternative in grado di andare ad occultare gli annunci pubblicitari.

Prima di tutto è necessario installare Firefox, successivamente sarà possibile scegliere quale plug-in utilizzare: noi vi consigliamo uBlock Origin, uno dei più reattivi e sicuri, in quanto, oltre ad offrire il blocco degli ads, fornisce anche una protezione contro malware, non andando inoltre ad intaccare le performance della CPU.

uBlock origin

2) AdBlock Browser

Molto semplice: basterà installare dal Play Store l'app di AdBlock, che non è altro che un browser a sé stante, che ci permette di navigare senza pubblicità o pop-up fastidiosi.

L'unico neo è la non eccessiva velocità del browser.

adblock browser

3) NoChromo

NoChromo è un progetto nato dall'idea di un utente della community di XDA, che ha deciso di sviluppare una versione modificata di Chromium, branca open source del più celebre Google Chrome.

Ne consegue che abbiamo un browser che, oltre che non mostrarci la pubblicità presente nei siti, possiede anche tutte le features presenti a bordo di Chrome, come la modalità di risparmio dati o la navigazione in incognito. E' presente anche la possibilità di effettuare la sincronizzazione con il proprio account Google, anche se non ci sentiamo molto di consigliarvela, in quanto questo tipo di account può contenere molti dati sensibili.

Per testarla, basterà installarla, scegliendo fra le varie versioni presenti quella che è supportata dal tipo di architettura del SoC del vostro dispositivo.

Nochromo