Xiaomi Mi 4c: recensione dopo 2 mesi di utilizzo e confronto 2GB/3GB di RAM

Xiaomi Mi 4c

Uno dei dispositivi più interessanti presentati negli ultimi mesi è sicuramente lo Xiaomi Mi 4c, il nuovo device di fascia alta del produttore cinese che combina un hardware di alto profilo ad un prezzo molto competitivo.

A circa 2 mesi dal lancio vi proponiamo la nostra recensione, comprensiva di alcune considerazioni scaturite dall'utilizzo prolungato e di un confronto tra le due versioni disponibili del device.

Il Mi 4c, infatti, è stato lanciato in due differenti varianti sia per la memoria interna che per la dotazione di RAM. Scoprite tutti i dettagli nella recensione!

Xiaomi-Mi-4c-0

Xiaomi Mi 4c – la recensione di GizChina.it

Xiaomi Mi 4c – Confezione di vendita

Xiaomi-Mi-4c-1

Il box di vendita dello Xiaomi Mi 4c rappresenta una “rivoluzione” rispetto alle soluzioni precedenti adottate da Xiaomi per i propri prodotti.

Ci troviamo dinanzi ad una confezione completamente arancione di cartone rigido con il logo dell'azienda impresso in bianco sulla parte frontale e le specifiche tecniche sulla parte posteriore.

All'interno troviamo i seguenti accessori:

  • Alimentatore da parete non in formato europeo;
  • cavo per la ricarica e il trasferimento dati USB Type-C;
  • un breve manuale utente in lingua cinese;
  • una graffetta per estrarre il vassoio di alloggiamento per le SIM.

Mancano le cuffie auricolari. Avremmo gradito trovare un adattatore micro USB – USB Type-C che l'azienda ha preferito commercializzare separatamente.

Xiaomi Mi 4c – Design e materiali

Lo Xiaomi Mi 4c riprende fedelmente le linee estetiche e il design già visto sullo Xiaomi Mi 4i.

Parliamo di un device che misura 138.1 x 69.6 x 7.8 mm di spessore per un peso, batteria da 3080 mAh, di circa 131 grammi.

La back-cover è realizzata in policarbonato con effetto “gommato” che garantisce un ottimo grip anche con mani sudate o bagnate.

Le dimensioni e il peso contenuto consentono di utilizzare senza problemi il terminale con una sola mano.

Andiamo ad analizzare la disposizione dei tasti e degli ingressi:

Xiaomi-Mi-4c-2

Sul profilo destro troviamo il bilanciere del volume e il tasto di accensione e spegnimento.

Xiaomi-Mi-4c-3

Sul profilo sinistro, invece, troviamo il doppio slot SIM.

Xiaomi-Mi-4c-4

In basso è posizionato il microfono principale di sistema, una porta USB Type-C e i tasti di navigazione soft-touch retroilluminati di bianco.

Xiaomi-Mi-4c-5

In alto, invece, è presente il jack da 3.5 mm per le cuffie, il sensore ad infrarossi, la capsula auricolare, la fotocamera da 5 mega-pixel e un piccolo LED di notifica, oltre agli immancabili sensori di luminosità e prossimità.

Xiaomi-Mi-4c-6

Sul retro, infine, troviamo la fotocamera da 13 mega-pixel con doppio Flash LED Dual Tone e il secondo microfono per la soppressione dei rumori ambientali.

In basso oltre al logo MI, troviamo il singolo speaker di sistema.

Xiaomi Mi 4c – Display

Xiaomi-Mi-4c-7

Lo Xiaomi Mi 4c è caratterizzato da un display da 5 pollici di diagonale con risoluzione FullHD 1920 x 1080 pixel e una densità di pixel pari a 441 PPI.

Il pannello montato sul terminale si è dimostrato davvero molto valido, sia per quanto concerne la luminosità, piuttosto elevata e ben gestita dall'apposito sensore, che per gli ottimi angoli di visuale.

La taratura dei colori è gestita di default dall'apposita impostazione della MIUI e risulta leggermente satura. Il nero risulta abbastanza profondo, mentre il bianco non è purissimo, con una leggera tendenza al giallino.

Ottimo il touchscreen che non perde un colpo nella ricezione del tocco, sia in fase di digitazione che di navigazione all'interno dell'interfaccia.

Il terminale, inoltre, è dotato di funzionalità “touch” ai bordi che consentono di eseguire alcune gesture semplicemente toccano una o più volte la scocca laterale del display.

Potremo, dunque, tornare indietro con un doppio tocco veloce o mettere a fuoco e scattare nell'app fotocamera.

A tal proposito segnaliamo che in fase di ricarica con alimentatori fast charge o, più raramente con l'alimentatore in dotazione, il touch laterale tendere ad “impazzire”, restituendo ghost touches e azioni involontarie.

Xiaomi Mi 4c – Memoria interna

Il device è caratterizzato da una memoria interna di 16 GB nella variante con 2 GB di RAM e 32 GB, di cui 27.41 GB disponibili per l'utente, nella variante da 3 GB di RAM. Entrambe le versioni non presentando l'espansione di memoria tramite micro SD.

E' possibile collegare tramite protocollo OTG dispositivi di archiviazione di massa esterni per la lettura e scrittura di files. In tal caso è necessario dotarsi di un adattatore micro USB – USB Type-C per consentire il collegamento al device dell'accessorio.

Xiaomi Mi 4c – Performance & Benchmark

Il terminale è caratterizzato da una dotazione hardware di alto profilo. Parliamo, infatti, di un processore hexa-core Qualcomm Snapdragon 808, 3 GB di RAM LPDDR3 e una GPU Adreno 418.

La principale differenza tra le due varianti in termini di performance risiede, ovviamente, nella gestione del multitasking.

In entrambi i casi l'esperienza utente è di ottimo livello, con una fluidità nella gestione delle applicazioni di basso profilo e high-range molto buona.

La variante da 2 GB di RAM soffre di qualche impuntamento di troppo nella gestione di più applicazioni contemporaneamente. Capiterà, dunque, che con applicazioni come Facebook, Google Plus o YouTube sia necessario attendere un secondo in più per l'apertura dell'applicazione.

Tale circostanza è migliorata negli ultimi aggiornamenti settimanali che hanno, in parte, migliorato il multitasking.

La variante da 3 GB di RAM, invece, restituisce un'esperienza di utilizzo davvero di ottimo livello in grado di competere con device ben più blasonati e costosi.

Abbiamo riscontrato qualche discrepanza tra il test Antutu Benchmark delle due varianti che sembra premiare il modello da 2 GB di RAM. A conti fatti in tutti gli altri benchmark la variante da 3 GB di RAM primeggia.

Xiaomi Mi 4c – Benchmark della variante da 2 GB di RAM

Xiaomi Mi 4c – Benchmark della variante da 3 GB di RAM

Xiaomi Mi 4c – Audio

Xiaomi-Mi-4c-8

Il dispositivo è dotato di un singolo speaker posto sulla parte bassa della back-cover, accompagnato da uno scalino per evitare il soffocamento dell'audio.

La soluzione adottata da Xiaomi, purtroppo, non è molto felice, poichè il terminale appoggiato ad un piano soffrirà di un ovattamento del suono riprodotto.

Anche in tasca a volte può capitare di non sentire la suoneria di chiamata e/o un suono di notifica.

Il volume complessivo è di buon livello così come la qualità generale dei toni riprodotti. Non molto marcati i bassi.

Per quanto concerne, invece, l'audio in cuffia abbiamo molte impostazioni di gestione dell'equalizzazione e alcuni preset relativi alle cuffie realizzate da Xiaomi. Il volume, in questo caso, non è molto elevato.

Xiaomi Mi 4c – Fotocamera

Xiaomi-Mi-4c-9

Il produttore ha implementato in questo dispositivo una fotocamera da 13 mega-pixel con sensore Sony IMX258 o Samsung S5K3M2 ISOCELL accompagnata da un doppio Flash LED Dual Tone, processore d'immagine ISP dedicato e messa a fuoco con rilevamento di fase PDAF.

La qualità complessiva è buona, anche se rappresenta un passo indietro rispetto allo Xiaomi Mi4 lanciato dall'azienda circa un anno fa.

In diurna il dispositivo è davvero molto veloce nel mettere a fuoco e nello scattare al minimo tocco.

Gli scatti risultano ben illuminati e bilanciati con un livello di dettagli piuttosto convincente.

L'HDR è implementato in maniera “soft”, consentendo di migliorare gli scatti senza snaturare troppo i colori.

In notturna, invece, il dispositivo presenta qualche problematica nella gestione della messa a fuoco e un livello di dettaglio poco convincente. In alcuni scatti, infatti, il rumore digitale è davvero marcato e anche zoommando leggermente l'immagine tende a sgranare.

Nelle macro con Flash LED, invece, il dispositivo si comporta abbastanza bene, realizzando scatti piuttosto fedeli e calibrati con un'illuminazione uniforme.

In alcuni casi il Flash tende a bruciare l'immagine. Effettuando un ulteriore scatto la resa risulta essere differente.

La fotocamera frontale, invece, monta un sensore da 5 mega-pixel con grandangolo a 85° che consente di realizzare selfie di buon livello in diurna, mentre in notturna e in condizioni di luce scarsa risultano abbastanza scuri e impastati.

Di buon livello la registrazione video alla risoluzione massima FullHD. Presente, inoltre, il supporto alla registrazione in slow-motion.

Xiaomi Mi 4c – Test di registrazione video in FullHD

Xiaomi Mi 4c – Connettività

Il dispositivo è dotato di un doppio slot SIM in formato Micro con supporto alla connettività LTE switchabile a caldo tramite l'apposito menu delle impostazioni.

Nessun problema con il WiFi, il Bluetooth (testato in pairing con una Xiaomi Mi Band 1S e una Xiaomi Mi Scale) e il GPS, molto rapido nell'effettuare il fix e a mantenerlo durante la fase di navigazione.

Xiaomi Mi 4c – Batteria

Xiaomi Mi 4c

Il dispositivo è caratterizzato da una batteria da 3080 mAh con supporto alla ricarica rapida Qualcomm Quick Charge 2.0.

Utilizzando due SIM contemporaneamente il device ha raggiunto 4 ore di schermo accesso.

Tale valore è sicuramente di buon livello, ma non rappresenta un upgrade rispetto allo Xiaomi Mi 4i e allo Xiaomi Mi4.

Segnaliamo a tal proposito che la precedente MIUI 6 risultava essere leggermente più ottimizzata e parsimoniosa in termini energetici rispetto alla MIUI 7.

Xiaomi Mi 4c – Software

A livello software lo Xiaomi Mi 4C arriva ancora con a bordo la MIUI in versione 6 che risulta essere (la maggior parte degli store preferisce l'invio con la vecchia ROM), sì “obsoleta” ma ottimizzata in modo leggermente migliore, soprattutto in termini di consumi di batteria.

In ogni caso la nostra recensione si è svolta con la MIUI 7 la quale è comunque ben ottimizzata ed è basata sulla versione di Android 5.1.1 Lollipop; il software è ricco, come sempre, di funzioni ed è esente da bug. Come al solito la ROM si aggiorna con cadenza settimanale ed i bugfix sono sempre dietro l'angolo. Certamente la MIUI, ancora una volta, si conferma tra le ROM “custom” migliori.

Xiaomi Mi 4c – Conclusioni

Senza dubbio Xiaomi Mi 4C è un acquisto da prendere in considerazione se ci si appresta ad acquistare un nuovo smartphone; il motivo è racchiuso nell'ottimo hardware di cui è dotato, ma soprattutto nel prezzo di vendita molto concorrenziale, che, probabilmente, sbaraglia la concorrenza.

Le prestazioni sono ottime, l'ottimizzazione è buona e la batteria vi consente di arrivare fino a sera; inoltre, è comodo da utilizzare e non eccessivamente grande. Cosa poter desiderare di più?

Lo Xiaomi Mi 4c è disponibile all'acquisto su TopResellerStore.it al prezzo di 259 euro per la variante da 2 GB di RAM e 16 GB di memoria interna e 299 euro per la variante da 3 GB di RAM e 32 GB di RAM.