Cubot: l’azienda ci mostra come vengono realizzati i propri dispositivi

Cubot

Il produttore cinese Cubot ha recentemente pubblicato, tramite il proprio canale YouTube, un video che sicuramente farà felici i fan della serie di documentari “Come è fatto“, dato che viene mostrato l'insieme dei processi produttivi con i quale vengono realizzate le scocche in metallo degli smartphone Cubot.

CubotIl tutto inizia in ambiente chimico, dove vengono create le piastre in lega di zinco e titanio a cui viene data una prima modellatura, asportando poi il materiale in eccesso tramite intagliatura, creando, così, la forma vera e propria.

CubotSuccessivamente queste piastre vengono messe nel cestello del macchinario per la tempratura, processo chimico di raffreddamento con il quale viene rafforzata la lega metallica.

CubotUna volta effettuata la tempra, le scocche vengono lavorate con delle seghe circolari, intagliando delle tacche sui bordi che verranno poi riempite, tramite stampaggio ad iniezione, con materiale plastico, in modo da evitare la schermatura delle antenne presenti nello smartphone.

CubotDopodichè si passa alla trapanatura per creare gli allocamenti per le viti di bloccaggio.

CubotEd eccoci alla lavorazione tramite macchinario CNC, con cui viene effettuata la lavorazione del frame laterale, oltre che gli alloggi per le antenne.

CubotInfine, abbiamo la sabbiatura, con cui vengono ripulite le scocche da scorie e scarti, e la galvanostegia, processo chimico per la placcatura, processo che viene poi proseguito manualmente dagli operai, i quali effettuano la procedura anti-ossidante.

CubotCon processo produttivo vengono realizzati diversi smartphone Cubot, prima fra tutta la serie X, con i vari X17, X16, X15, X12, X11, X10 e X9, oltre ai Cubot H1 e S600.

Cubot

Vi lasciamo con il video in questione:

Volantino