Siswoo Longbow C55: design e 4200 mAh per conquistare l’occidente?

Siswoo Longbow C55

Il mercato cinese, sempre molto dinamico, è caratterizzato dalla presenza di una moltitudine di aziende di medie dimensioni che oscillano tra notorietà e declino. La competizione con i colossi del settore è quasi impossibile per queste società che, per sopravvivere, puntano spesso su dispositivi dalle caratteristiche poco comuni. Il prossimo Siswoo Longbow C55, ad esempio, affiancherà una batteria dalle dimensioni eccezionali ad un piacevole design professionale.

L'estetica basata su scocca metallica e vetro (di tipo Gorilla Glass) è in realtà tutt'altro che rara, ma spesso è associata a terminali leggeri, sottili e dalla scarsa autonomia. Il SoC a 64 bit (probabilmente Mediatek) scelto dal giovane produttore cinese per questo nuovo dispositivo, d'altra parte, sarà alimentato da una batteria da 4200 mAh che non avrà problemi, secondo l'azienda, a regalare fino a 200 ore di autonomia.

Siswoo Longbow C55

Purtroppo i dettagli riguardo il futuro Siswoo Longbow C55 sono ancora pochi e incerti, e di fatto ci indicano solo la presenza di 2 GB di RAM, di Android in versione 5.1 Lollipop  e del supporto dual sim. Questo terminale, in ogni caso, arriverà probabilmente sul mercato durante il prossimo mese con caratteristiche non troppo distanti da quelle del fratello minore C50 Longbow.

Siswoo Longbow C55

Siswoo, infine, ha dichiarato ai nostri colleghi di GizChina.com di essere interessata all'apertura di centri assistenza in Europa. La notizia, qualora si rivelasse fondata, spianerebbe all'azienda la strada verso un mercato che, grazie alle peculiarità di Longbow C55 (ma anche di R9 Darkmoon o di i8), potrebbe rimanere ammaliato dalle soluzioni del giovane produttore. Autonomia e design bastano per conquistare i cuori di noi occidentali?

[GizChina.com]