Qualcomm annuncia i nuovi SoC Snapdragon 415, 425, 618 e 620

Snapdragon
Photon Ultra

Qualcomm ha silenziosamente annunciato quattro nuovi SoC per smartphone destinati ai dispositivi di fascia medio-bassa, rigorosamente dotati di connettività 4G LTE ed architettura a 64-bit.

Con questi ultimi chipset, Qualcomm punta e mettere pressione alla concorrente Mediatek, le cui soluzioni stanno prendendo sempre più piede nel mondo degli smartphone entry level e, nell'ultimo periodo, anche nella fascia medio-alta del mercato.

Snapdragon 810

I nuovi SoC appartengono a due distinte fasce: lo Snapdragon 415 e 425 sono destinati alla fascia medio-bassa (serie 4xx), mentre lo Snapdragon 618 e 620 alla fascia media (serie 6xx).

Snapdragon 415 e 420

Lo Snapdragon 415 e 425 sono basati su 8 core Cortex A53 a 64-bit e supportano l'ultimo set di instruzioni ARMv8. Il processo produttivo rimane, al momento, a 28 nanometri mentre la GPU adottata è l'Adreno 405, che dovrebbe essere di poco superiore all'Adreno 306 montata nello Snapdragon 410.  Presente il Quick-charge 2.0, il supporto ai video H.265 ed un doppio processore di immagine (ISPs) per ottenere scatti fotografici migliori.

Il 415 è il meno potente e può raggiungere una frequenza di clock massima di 1.4 GHz. Il modem installato è l'X5 LTE, che permette di sfruttare le reti 4G di categoria 4, perciò fino a 150 Mbps in download e 50 Mbps in upload.

Il fratello maggiore, il 425, può raggiungere una frequenza di clock di 1.7 GHz ed è dotato di un modem X8 LTE che sfrutta le reti 4G di categoria 7, permettendo quindi di raggiungere velocità di 300 Mbps in download e 100 Mbps in upload. Altra importante feature è la presenza della tecnologia VoLTE, che permette di effettuare chiamate vocali in alta definizione tramite le reti 4G.

Snapdragon

Il debutto del 415 è previsto nel corso della prima metà del 2015, mentre per il 425 dovremo aspettare la seconda metà dell'anno.

Snapdragon 618 e 620

Decisamente più interessanti lo Snapdragon 618 e 620, due processori destinati alla fascia media, entrambi con il medesimo modem del 425, l'X8 LTE, e quindi in grado di sfruttare le reti 4G cat. 7 ed il VoLTE. La GPU Adreno utilizzata rimane al momento sconosciuto, ma la dicitura “next-generation GPU” lascia presagire l'arrivo di un nuovo processore grafico. Presente il supporto agli schermi ad alta risoluzione (2560 x 1440 pixel) e alla riproduzione e registrazione video in 4K con codec H.265, feature al momento disponibile solo sulla serie 800.

Lo Snapdragon 618 è un processore hexa-core, basato su 2 core Cortex A72presentati pochi giorni fa – affiancati da 4 core Cortex A53, mentre il 620, invece, è dotato di ben 4 core Cortex A72 e 4 core Cortex A53 ad una frequenza operativa di 1.8 GHz. I due processori supportano l'architettura a 64-bit e si basano su una configurazione big.LITTLE, mentre il processo produttivo dovrebbe rimanere a 28 nanometri. Anche in queste nuove soluzioni troviamo il Quick-charge 2.0 ed un doppio processore di immagine (ISPs) per una migliore resa fotografica. Interessante la possibilità di registrare video in FullHD a 120 Fps, utile per realizzare slow motion.

Snapdragon

L'arrivo sul mercato è previsto per la seconda parte del 2015.

Processori davvero interessanti con ottime specifiche e feature che potrebbero mettere i bastoni tra le ruote alla rivale Mediatek. Non sappiamo ancora in che fascie di prezzo verranno collocati i dispositivi dotati di questi nuovi SoC, ma, osservando l'attuale serie 400 e 600 di Qualcomm, possiamo ipotizzare che i futuri device dotati dei nuovi S415 e S425 apparterranno alla fascia medio-bassa (150-200 euro), mentre quelli con gli Snapdragon 618 e 620 si collocheranno nella fascia media del mercato (200-350 euro).

Stupisce come Qualcomm, dopo aver criticato lo scorso anno la scelta di Mediatek di utilizzare otto core in un processore mobile con tanto di video, abbia deciso di basare tutti i nuovi SoC su 6 e 8 core, serie 4xx compresa, evidentemente Mediatek non ci aveva visto poi così male.

[ Via ]